Home Il bambino Trasporto e viaggi

Viaggi all’estero in tutta sicurezza

di Redazione PianetaMamma - 22.05.2011 Scrivici

bambini-viaggio-aereo
Sognate un viaggio all'estero, magari in un luogo lontano, esotico e per certi versi un po' pericoloso? Ecco come viaggiare sicuri

L’estate è alle porte e chi di noi non vorrebbe partire per un meraviglioso paradiso tropicale? Io sono la prima della lista, posti esotici come le Maldive, il Kenia, il sud America, luoghi in cui il verde della natura e l’azzurro del mare si sposano alla perfezione. Se avete figli piccoli però la situazione si complica un po’.

Nonostante all’interno dei villaggi turistici le condizioni igienico sanitarie siano quasi al pari degli standard europei, spesso quando si esce per fare qualche escursione ci si trova a vivere a situazioni che mal si conciliano con le esigenze di un bambino piccolo.

Zanzare portatrici di malaria, acqua non potabile, profilassi da eseguire prima della partenza, sono solo alcune delle cose da tenere in considerazione prima di prenotare un viaggio in qualche meta esotica. Uno dei rischi aggiuntivi è anche quello di trovare dei disordini, una guerra civile, rischio di saccheggi, atti terroristici, tutte situazioni che renderebbero la vacanza un vero inferno, se dovesse succedere qualcosa.

Se si è tra adulti ci si può arrangiare, sopportare anche qualche piccolo disagio -  per questo molti turisti rischiano e decidono comunque di partire per paesi affascinanti ma ricchi di incognite - ma con un bimbo piccolo non è possibile: è importante cercare di salvaguardare il più possibile la sua tranquillità.

Il Ministero degli affari esteri mette a disposizione di tutti noi cittadini un sito internet (viaggiaresicuri.it) nel quale è possibile controllare quali paesi siano considerati attualmente a rischio (più o meno grave), i motivi, eventuali consigli ed informazioni fondamentali per la conoscenza del paese: lingua, religione, documenti necessari per l’ingresso nel paese, numeri utili per poter contattare l’ambasciata italiana, i centri medici e quelli di primo soccorso.

Quando si andranno a selezionare eventuali paesi a

rischio sanitario

sarà possibile valutare in tempo reale la presenza di epidemie, crisi sanitaria, rischi stagionali, vi si trovano anche consigli medici per coloro che intendono recarsi comunque nel paese, quali

vaccini o profilassi

vanno eseguite, i farmaci che è consigliato portare con se in quanto non presenti sul territorio straniero. Vengono inoltre elencati i vari centri vaccinali diffusi sul territorio italiano così da poter contattare tempestivamente il personale sanitario chiedendo loro dei consigli su come comportarsi.

Per chi lo desidera il Ministro degli affari esteri fornisce un’ulteriore possibilità: prima della partenza ogni cittadino italiano che lascia il paese è invitato a registrarsi sul sito “

dovesiamonel mondo.it

” al fine di permettere all’Unità di Crisi di calcolare quanti connazionali si trovino in aree a rischio riuscendo a pianificare in modo tempestivo eventuali azioni di recupero o salvaguardia dei cittadini qualora se ne presentasse la necessità.

Oltre che via internet, è possibile registrarsi anche tramite cellulare, inviando un sms con scritto "?" o "AIUTO" al numero 320 2043424, oppure telefonando al numero 011-2219018 e seguendo le istruzioni. Viaggiare in tutta sicurezza è il miglior modo per godere appieno dei giorni di ferie senza vivere spiacevoli esperienze.

Chiara Zambelli

gpt inread-altre-0