Home Il bambino Trasporto e viaggi

Sardegna con i bambini: itinerari per una gita fuori porta

di Penelope Greco - 05.03.2021 Scrivici

sardegna-con-i-bambini
Fonte: shutterstock
Dove sono i luoghi ideali per una gita fuori porta in Sardegna con i bambini? Andiamo alla scoperta di spiagge meravigliose ed entroterra

La prima volta che si arriva in Sardegna sarà l'inizio di un grande amore infinito. Sì perché quest'isola tanto amata da turisti di tutto il mondo per il suo cibo e per le sue spiagge, il mare così trasparente che sembra di essere in una piscina e la storia, la rende una meta perfetta per tutte le stagioni. Da dove iniziamo?

In questo articolo

Sardegna con i bambini: Alghero

Situata nella parte nord-occidentale della Sardegna, Alghero è conosciuta anche come "Barceloneta", la piccola Barcellona, poiché essendo stata sotto dominio catalano ne ha assorbito molte usanze, come anche la lingua che tutt'ora si utilizza. Perfetta per i più piccoli, vanta una delle più lunghe e ben strutturate piste ciclabili della Sardegna, alla portata di tutti, che collega il Porto Turistico al Promontorio di Capo Caccia.

Il centro storico

Alghero merita una visita solo per ammirare il suo bellissimo centro storico, di chiara origine architettonica spagnola. La sua posizione geografica ha portato alla costruzione di una cinta di mura di fronte al mare, dove al suo interno troviamo il centro medioevale.

Le Grotte di Nettuno

Le Grotte di Nettuno sono tra le più grandi cavità marine in Italia, la cui formazione risale a circa 2 milioni di anni fa. Si trovano all'interno del Parco di Porto Conte, nell'area marina protetta di Capo Caccia-Isola Piana, a circa 20 km dal centro di Alghero.

Sono raggiungibili tramite una scalinata di 654 gradini chiamati Scala del Capriolo, posta sul costone occidentale del promontorio di Capo Caccia, oppure ci si può arrivare con imbarcazioni che partono quotidianamente dal porto turistico di Alghero.

All'interno delle Grotte si percorre un itinerario che si estende per circa un chilometro, fitto di stalattiti e stalagmiti. Incredibile è la visione del Lago la Marmora con le sue acque salate e limpidissime, così come le diverse "sale" che compongono le Grotte, che con le loro concrezioni danno vita ad uno scenario spettacolare.

Parco Avventura le Ragnatele

E' il primo Parco Avventura certificato UNI e l'unico in Sardegna. E' possibile praticare in totale sicurezza emozionanti percorsi di agilità sospesi tra gli alberi, con tanti tipi di passaggi suddivisi in diversi livelli di difficoltà: da quelli più facili adatti ai bambini, e a me che soffro di vertigini, a quelli più impegnativi per chi vuole sfidare i propri limiti divertendosi.

I percorsi sono distinti per colore in base alla loro complessità e sono formati da una serie di passerelle di legno, ponti tibetani, teleferiche su carrucole, funi di metallo.

Prima di iniziare ogni percorso, i membri dello staff del parco forniscono l'imbragatura e il casco, e spiegano come usare moschettoni e carrucole in modo che la sicurezza sia garantita.

Puglia con i bambini: Carloforte

Carloforte si trova nell'isola di San Pietro, nell'arcipelago del Sulcis, all'estremità nord-occidentale della nostra Sardegna.

Uno dei Borghi più incantevoli dell'isola, è come un pezzo di liguria in Sardegna, con i suoi vicoletti, e con un suo dialetto. Per recarsi all'isola di San Pietro bisogna prendere iltraghetto (con o senza auto al seguito) da Portovesme o da Calasetta (sull'isola di Sant'Antioco)

Le spiagge più note sono:

  • La Bobba: piccola spiaggia di sabbia chiara, con acqua non alta ma abbastanza ondosa
  • La Caletta (o Spalmatore) :è la più nota dell'isola poichè più grandicella, con acqua perfetta per i bimbi.

Puglia con i bambini: Castelsardo

Castelsardo è un magico borgo medioevale, situato nel Nord Sardegna al centro del Golfo dell'Asinara. Grazie alle sue bellezze naturalistiche, alle sue splendide calette, alle sue tradizioni, al suo patrimonio storico ed al suo caratteristico porto, è  una delle località turistiche più suggestive della Sardegna.

L'abitato di Castelsardo caratterizzato da casette basse colorate e vicoli stretti, fu costruito attorno al Castello dei Doria, attuale sede del Museo dell'Intreccio Mediterraneo, uno dei più visitati della Sardegna. Ogni giorno è possibile visitare il Castello lungo l'antico camminamento medioevale delle sentinelle.

Non dimenticatevi di assaggiare l'aragosta alla castellanese.

gpt inread-altre-0

articoli correlati