Home Il bambino Trasporto e viaggi

In Sicilia con i bambini: tra bandiere blu e storia

di Penelope Greco - 11.06.2021 Scrivici

sicilia
Fonte: shutterstock
Sono 143 le spiagge italiane a misura di bambino, di cui due proprio in Sicilia: la spiaggia di Sampieri e di Tonnarella. Iniziamo da lì!

La Sicilia è un'affascinante isola, ricca di storia, cultura, arte, panorami mozzafiato e aree naturali paradisiache. Raggiungerla è semplice con traghetto o aereo. Moltissime sono le mete che si possono visitare, le spiagge perfette anche per i più piccoli all'insegna del relax e i monumenti da ammirare.

In questo articolo

In viaggio in Sicilia: le spiagge

Durante le vacanze con i bambini in Sicilia sono da non perdere le spiagge della costa tirrenica fra Capo d'Orlando e Patti (Messina), la caraibica San Vito Lo Capo (Trapani), le insenature di Castelluzzo e la riserva dello Zingaro, anch'esse in provincia di Trapani, Isola Bella sotto Taormina (Messina) con gli infiniti litorali di Letojanni e Fiumefreddo.

Quali i requisiti per le spiagge a misura di baby-bagnanti? Devono essere:

  • spiagge con spazi fra gli ombrelloni
  • l'acqua non deve diventare subito alta
  • presenza di attività ludiche
  • servizi dedicati ai bambini e alle famiglie 
  • presenza di locali di relax, svago e divertimento per i genitori

La chiave di lettura è che è in vacanza l'intera famiglia. 

Da non perdere:

  • la spiaggia di San Lorenzo, vicino Marzamemi, noto borgo marinaro siciliano. La spiaggia è molto ampia e c'è tanto spazio per giocare. Acque turchesi e fondale dolcemente digradante, ideale per i bimbi che vogliono nuotare e giocare in tutta sicurezza
  • la spiaggia di San Vito Lo Capo ha mare caraibico, sabbia fine e bianca. Un lunghissimo litorale di pura meraviglia. Le correnti sono quasi assenti, ciò consente una facile e sicura balneazione
  • la spiaggia della Marchesa di Cassibile, detta anche Pineta del Gelsomineto, è una bellissima spiaggia sita nel comune di Cassibile (Siracusa). La particolarità di questa bellissima spiaggia è la rigogliosa pineta.
  • La spiaggia di Canneto a Lipari (Isole Eolie), è senza dubbio una delle più adatte per le famiglie con bambini. 

In viaggio in Sicilia: il vulcano

Esiste un percorso dedicato che inizia con l'autobus, poi con la funivia e quindi con un fuoristrada ai margini del cratere. L'esperienza è indimenticabile. La cima dell'Etna si raggiunge anche con percorsi a dorso d'asino, pure di più giorni.

Per famiglie dinamiche e che amano camminare con i propri figli in natura, sono diversi i sentieri che si possono affrontare in sicurezza, eccone alcuni:

  • I Crateri Silvestri, Rifugio Sapienza (Sud) – 15/20 minuti. Facile, anche con bimbi
  • I Crateri Sartorius, Rifugio Citelli (Nord Est)- anello 1 ora circa, facile.
  • Monte Nero degli Zappini, Piano Vetore (Sud) – anello completo 2 ore circa, facile.

Per motivi legati alla pressione atmosferica per i bambini con meno di un paio d'anni è sconsigliato superare i 2000 metri di quota. Entro i 3/4 anni si consiglia di non superare i 2500/3000 metri (stazione d'arrivo funivia dell'Etna).

Non poteva mancare anche il parco a tema dell'isola. Si chiama Etnaland e comprende uno zoo, una funivia, un parco preistorico e un parco acquatico con scivoli e rapide del coccodrillo. Il Parco Avventura Etna si trova invece nella pineta del Parco Scarbaglio a Milo (Catania) e propone percorsi acrobatici, passaggi sospesi tra gli alberi e due pareti d'arrampicata.

In viaggio in Sicilia: le città

La Sicilia è immensa. Prima di organizzare un viaggio sull'isola dovete anche scegliere che zona visitare. Ecco però le 10 città da non perdere.

  1. Siracusa
  2. Modica
  3. Scicli
  4. Ragusa
  5. Etna
  6. Pistacchieto di Bronte
  7. Caltagirone
  8. Palermo
  9. Catania
  10. Giardini Naxos

In viaggio in Sicilia: la valle dei templi

La valle dei templi di Agregento è uno splendido parco archeologico, ricco di storia e di scenari mozzafiato. Generalmente per la visita sono necessarie almeno due ore, cui aggiungere poi il tempo per tornare indietro al parcheggio. Se volete visitare la valle dei templi con i bambini meglio scegliere l'itinerario breve dal tempio di Giunone al tempio di Zeus. Questo percorso consente di visitare la parte più monumentale del parco archeologico, quella con i templi meglio conservati e quindi anche più facili da apprezzare per i bambini. Percorrete la collina dei templi in discesa partendo dal tempio di Giunone.

Fate delle soste all'ombra. Un primo punto potrebbe essere la Caffetteria arcosoli dove potrete anche utilizzare i bagni con fasciatoio.

Il prezzo

Il costo per il biglietto solo valle dei templi è di 10 euro o 12 euro se c'è una mostra all'interno. Gratis under 18, insegnanti, giornalisti con tesserino, studenti di archeologia o architettura. Tra 18 e 25 anni ridotto a 5 euro.

Orario

Il parco è aperto tutti i giorni dell'anno. Orario da ottobre a giugno dalle 8.00 alle 20.00
Orario da luglio a settembre dalle 8.30 alle 23.00 lunedi-venerdi; fino alle 24.00 il sabato e la domenica.
Le biglietterie chiudono un'ora prima della chiusura del sito.

gpt inread-altre-0

articoli correlati