Home Il bambino Trasporto e viaggi

In Emilia Romagna con i bambini: tra mare e avventura

di Penelope Greco - 25.06.2021 Scrivici

famiglia-al-mare
Fonte: shutterstock
In vacanza in Emilia Romagna con i bambini. Ecco cosa fare e dove andare per un viaggio davvero unico e indimenticabile!

Le vacanze sono finalmente arrivate e con loro la voglia di riprendere a viaggiare. Ecco allora che l'Emilia Romagna può essere la meta ideale per un viaggio formato famiglia, tra giornate in spiaggia e tanto divertimento. Vediamo cosa non perdere!

In questo articolo

L'acquario di Cattolica

Una finestra su un mondo a noi poco conosciuto, con protagonisti oltre 3000 pesci (e non solo) provenienti da tutti i mari del pianeta che, se osservati con i giusti tempi, mostrano i loro segreti e i comportamenti più rappresentativi: ecco cosa ci aspetta nel più grande Acquario dell'Adriatico!
Il parco è diviso in 4 percorsi:
il percorso blu ricostruisce la storia del pianeta e la sua evoluzione biologica, tra squali, pinguini, trigoni e meduse;
il percorso giallo è un viaggio alla scoperta dei corsi d'acqua abitati da caimani e lontre;
il percorso verde è dedicato agli animali esotici: camaleonti, rane, insetti e serpenti;
il percorso viola è dedicato agli abissi marini e alle specie che li abitano.

Il Castello di Gropparello

Il Castello di Gropparello sembra davvero uscito dall'illustrazione di un libro di leggende medievali: si tratta di una scenografica fortificazione immersa nella verdissima Val Vezzeno, che sorge sopra uno sperone di roccia a picco sul torrente.
Nel bosco che lo circonda è nato il primo "Parco Emotivo" d'Italia, dove, accompagnati da animatori e vestiti come guerrieri medievali, i bambini possono andare alla scoperta delle fiabe e degli esseri magici del bosco.

Alla scoperta dei fenicotteri

Cosa ha portato i Fenicotteri rosa a migrare nel Parco del Delta del Po e perché è così speciale l'habitat di queste Valli? Per scoprirlo è possibile partecipare a una gita guidata nelle Valli di Comacchio, per la precisione nella suggestiva Valle Campo, o nella scenografica Salina di Cervia.
Le visite si svolgono in barca, a piedi o in pulmino elettrico e consentono di cogliere, tra natura e storia, gli aspetti unici del Parco, circondati da centinaia di uccelli acquatici, fra cui gli affascinanti fenicotteri rosa.
Il periodo più favorevole per ammirarli è quello compreso tra maggio e settembre, anche se negli ultimi anni è possibile vederli anche a partire da marzo e fino a ottobre.

Nella grotta di re Tiberio

La grotta si trova nel Parco della Vena del Gesso Romagnola ed è possibile scoprire il mondo sotto terra, tra testimonianze archeologiche e indagini scientifiche.
La Grotta, raggiungibile tramite uno stretto sentiero panoramico che si inerpica sul fianco della parete gessosa, costituisce la parte terminale di un ampio sistema di cavità naturali formatesi a causa delle acque drenanti del sovrastante Monte Tondo. Frequentata da tempi immemorabili, fin dall'Età del Rame, la Grotta deve il suo nome all'imperatore romano che, secondo una leggenda, si rifugiò qui, inutilmente, per sfuggire a una profezia che lo voleva morto a causa di un fulmine.

Casa delle Farfalle a Milano Marittima

Un luogo magico, colorato, per una gita tanto semplice quanto spettacolare: la Casa delle Farfalle a Milano Marittima. Oltre 500 metri quadrati sono stati riprodotti sia il clima che l'ambiente tipici delle foreste pluviali in cui volano libere centinaia di esemplari di farfalle: amazzoniche, africane, indo-australiane.

All'interno di una serra di oltre 500 metri quadrati sono stati riprodotti sia il clima che l'ambiente tipici delle foreste pluviali, con una temperatura costante  compresa tra i 26° e i 30° gradi, e un'umidità intorno al 70%, che può addirittura arrivare al 90%. All'interno di questo ambiente, volano libere centinaia di esemplari di farfalle: amazzoniche, africane, indo-australiane. Per mantenere questa varietà e popolazione all'interno della serra, ogni settimana vengono importate circa 400-500 crisalidi dal Regno Unito.

Labirinto della Masone a Fontanellato

A circa 4,5 km dal centro di Fontanellato – nella provincia di Parma – si estende per ben due mila metri quadrati il Labirinto della Masone realizzato interamente in canne di bambù. Questo labirinto, il più grande labirinto verde al mondo, voluto dall'editore Franco Maria Ricci è un luogo davvero suggestivo che accompagnerà i coraggiosi esploratori lungo un percorso di ben 3 km. Al centro del labirinto, poi, si trova una piazza in cui vengono organizzati concerti ed eventi

 
gpt inread-altre-0

articoli correlati