Nostrofiglio.it
1 5

Agosto al mare con i bambini: i consigli del pediatra

/pictures/2019/08/08/agosto-al-mare-con-i-bambini-i-consigli-del-pediatra-665982373[5160]x[2148]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-bambino
I consigli del pediatra per tutti i genitori che trascorreranno il mese di agosto al mare con i bambini: come passare una bella vacanza senza problemi

Agosto al mare con i bambini

Sono circa due milioni e mezzo i bambini italiani under 12 anni che faranno vacanze al mare in agosto. E' quanto emerge da un'analisi condotta dal pediatra Italo Farnetani, docente della Libera università degli Studi di scienze umane e tecnologiche di Malta, "in base alle rilevazioni effettuate sulle vacanze degli italiani ad agosto, incrociate con i dati Istat e con mie precedenti ricerche sulle abitudini dei genitori italiani. Ebbene, il consiglio per mamme e papà è semplice: servono crema protettiva e giochi all'ombra".

"In questo periodo, come si è rilevato da tempo - dice il pediatra all'Adnkronos Salute - la durata media della vacanza dei genitori, soprattutto ad agosto, è di una settimana o al massimo due. In questa situazione noi ci troviamo di fronte a genitori che difficilmente porteranno via dalla spiaggia i bambini dalle 11 alle 16, come raccomandato dai pediatri, proprio per il numero limitato di giorni di vacanza - riflette il pediatra - Ma se mamme e papà sono preoccupati per i rischi sotto il sole, li possiamo tranquillizzare: bastano creme solari e giochi all'ombra.

Dall'adattamento alle zanzare, l'alfabeto dei bambini in vacanza

Il danno da sole è cumulativo, cioè si determina in base al numero di ore e di giorni in totale in cui il soggetto è stato esposto al sole: pochi giorni non possono spostare notevolmente la quantità di sole responsabile del danno cumulativo". E per evitare i danni acuti, ovvero le scottature, basta proteggere la pelle con le creme e stare all'ombra nelle ore più calde.

"Il mio consiglio - spiega Farnetani - è quello di applicare il principio contenuto nel Decalogo per la sicurezza del bambino al mare o in piscina, presentato di recente a Praia a Mare, in cui si suggerisce ai bambini che restano in spiaggia in questa fascia oraria di applicare una crema protettiva ogni due ore, e soprattutto, facendoli stare all'ombra".

"E' opportuno che gli stabilimenti balneari abbiano i giochi per i bambini posizionati all'ombra, cosa che invece non avviene se non in rarissimi casi. Se i giochi sono all'ombra i piccoli sono invogliati, soprattutto nelle ore più calde, ad allontanarsi dalla battigia. Non sottovalutiamo poi il rischio di infortuni quando i bambini si avvicinano a questi giochi surriscaldati dal sole", conclude Farnetani.

gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0