Home Il bambino Sviluppo e crescita

Temperatura del corpo normale: quanto deve essere

di Simona Bianchi - 17.01.2024 Scrivici

temperatura-del-corpo-normale-quanto-deve-essere-e-come-si-misura
Fonte: shutterstock
La temperatura corporea normale varia a seconda di molti fattori. Cosa succede se è alta o bassa, come misurarla e da cosa è influenzata

In questo articolo

La temperatura del corpo normale di un adulto e un bambino

La temperatura corporea normale varia a seconda di molti fattori come l'età, il sesso e i livelli di attività. Quella di un adulto è tra i 36°C e i 37°C, quella di un bambino tra i 36,6°C e i 37,2°C. A individuare il valore di 37°C è stato il medico tedesco Carl Reinhold August Wunderlich durante il XIX secolo. Lo specialista è stato anche il primo a capire che l'aumento di temperatura corporea fosse un sintomo anziché una malattia. Studi degli anni '90 hanno poi abbassato un po' questo valore indicando la temperatura corporea media pari a 36,8°C. Le letture della temperatura corporea variano anche secondo la modalità delle misurazioni. Le letture rettali sono superiori alle letture orali, mentre le letture delle ascelle tendono a essere inferiori. In ogni caso, ogni persona ha un valore diverso e se la propria temperatura è leggermente più alta o più basso non è indicativo di una qualche problematica.

Come si misura la temperatura del corpo

Per misurare la temperatura sono disponibili molti tipi diversi di termometri. Il miglior metodo dipende dall'età della persona, per esempio da 0 a 3 mesi è preferibile il metodo rettale, dai tre mesi in su vanno bene tutti i modi orale, rettale, orecchio o ascella. Se la lettura della temperatura è insolitamente alta o bassa, è consigliabile eseguirne un'altra dopo circa 5-10 minuti. Se non si è sicuri che sia corretta, si può ripetere con un termometro diverso.

La temperatura normale negli adulti

Come detto, la temperatura normale di un adulto, se misurata sotto l'ascella, il metodo più comune, può variare da 35,2–36,9°C. A partire dai 38°C si inizia a parlare di febbre leggera che diventa alta dai 39,5°C ai 41°C. Alcuni ricercatori hanno scoperto che gli anziani tendono ad avere temperature più basse, mentre le donne afro americane più alte rispetto agli uomini caucasici.

Ci sono anche alcune condizioni mediche che possono influenzare la temperatura. Un esempio sono le persone ipotiroidee, ovvero con una tiroide meno attiva, che tendono ad avere la temperatura più bassa mentre quelle con un tumore più alta.

La temperatura normale nei bambini

Tra i 3 e i 10 anni la temperatura normale dei bambini varia da 35,5°C a 37,5°C, se misurata per via orale. I bambini più piccoli e i neonati, alle volte, hanno intervalli più elevati rispetto agli adulti perché la superficie corporea è maggiore rispetto al peso e il metabolismo è più attivo quindi genera più calore. I piccolissimi, inoltre, sudano meno quando fa caldo perché i loro corpi trattengono più calore e si raffreddano più lentamente quando hanno la febbre.

Cosa succede se è alta o bassa

Normalmente il corpo umano, quando sente caldo, inizia a sudare per raffreddarsi, mentre quando sente freddo inizia ad avere brividi (contrazioni muscolari involontarie che generano calore), in questo modo mantiene costante la propria temperatura. Avere una temperatura alta può indicare che l'organismo sta innescando una reazione di difesa all'attacco di batteri, virus e tossine che cercano di insinuarsi nel corpo. Il consistente rialzo della temperatura corporea ha lo scopo sia di creare un ambiente ostile per la riproduzione di questi agenti patogeni, sia di potenziare l'attivazione dei meccanismi immunitari, responsabili dell'efficacia della risposta difensiva. Le cause della febbre alta possono essere infezioni virali o batteriche, malattie infiammatorie, patologie neoplastiche, lesioni, farmacie e vaccini. Se la temperatura del corpo è bassa si può avere intensi brividi, intorpidimento e la pelle appare blu grigiastra. Ci si sente più stanchi, lenti e goffi.

Da cosa è influenzata la temperatura

La temperatura corporea è regolata da un'area del cervello chiamata ipotalamo. Se il corpo è troppo freddo, l'ipotalamo invia segnali per farlo riscaldare, provocando i brivisi, mentre se è troppo caldo, invia messaggi per iniziare a sudare.

I fattori che possono influenzare la temperatura sono:

  • Febbre
  • Esposizione prolungata a temperature troppo elevate o troppo basse
  • Condizione di stress che provoca una stimolazione del sistema nervoso simpatico e quindi un incremento della produzione di calore
  • Maggiore produzione di energia attraverso il metabolismo di grassi e carboidrati durante l'attività fisica
  • Immaturità del sistema di termoregolazione (ad esempio nei neonati) che comporta un maggiore rischio di instabilità termica
  • Deterioramento del sistema di termoregolazione (ad esempio nelle persone anziane) che provoca una maggiore suscettibilità al freddo e il rischio di ipotermia.
gpt inread-altre-0

Articoli correlati

Ultimi articoli