Home Il bambino Sviluppo e crescita

Come accorgersi se un bambino è infelice

di Elena Berti - 28.04.2022 Scrivici

bambino-infelice
Fonte: shutterstock
Segnali che il bambino è infelice: come accorgersi se il proprio figlio non è felice, quali sono i segnali e come intervenire.

Segnali che il bambino è infelice

Tutti i genitori sperano che i propri figli siano in salute, abbiano tutto ciò di cui hanno bisogno e vivano una vita piena di soddisfazioni. I timori e le preoccupazioni sono però sempre dietro l'angolo, e non sempre è facile accorgersi di quello che sta accadendo. Per esempio, quali sono i segnali che il bambino è infelice?

In questo articolo

Come riconoscere i segnali che il bambino è infelice

La felicità dei propri figli sta a cuore a tutti i genitori, ma non sempre è facile rendersi conto di quel che provano. Siamo spesso troppo presi, tutti noi adulti, dalle incombenze e dalle responsabilità da non riuscire a soffermarci sul benessere psico-fisico di chi ci sta intorno, e si tende anche a dare per scontato che i bambini non possano che star bene ed essere felici, in mancanza di disagi importanti. 

Invece analizzare i comportamenti dei figli, le loro reazioni ed emozioni è importante per farsi un'idea di come si sentono e di cosa provano. Il miglior modo, quindi, per capire se qualcosa non va è cercare di osservare le azioni che compiono più spesso e capire come reagiscono. 

Segnali di infelicità nei bambini

Ma quali sono i segnali che ci suggeriscono che il bambino potrebbe essere infelice? Come abbiamo detto, bisogna osservare i piccoli nel quotidiano: mentre mangiano, dopo una giornata di scuola, come reagiscono a certi stimoli (abbracci, proposte, uscite), come fanno i compiti. Alcuni modi di comportarsi potrebbero essere indicativi di un malessere diffuso. Tra i "sintomi" più tipici di infelicità tra i bambini troviamo infatti: 

  • poco interesse per il gioco
  • inappetenza
  • malanni continui
  • sbalzi d'umore
  • incubi
  • enuresi notturna
  • rifiuto per la scuola

Tutti questi segnali sono sintomo di un disagio, da soli o mescolati, e dimostrano che il bambino si sente apatico, ha perso interesse per ciò che normalmente dovrebbe essere il centro della sua vita.

I bambini infelici hanno poca voglia di fare, non dimostrano quasi mai entusiasmo e non prendono l'iniziativa. 

Che cosa fare se un bambino è infelice

Un bambino infelice si trasforma in un adolescente infelice e, spesso, arrabbiato. Per questo è importante riconoscere i segni del disagio già durante l'infanzia. È fondamentale, soprattutto, trovare la causa di questa infelicità e provare a risolverla insieme: potrebbe trattarsi di mancanza di coetanei con cui si sente a suo agio, oppure potrebbe sentirsi diverso dagli altri. Magari ha interessi diversi e non si sente capito, o ancora ha avuto delle delusioni. Oppure non va bene a scuola e si è demotivato o, infine, ci sono dei problemi in casa che lo rendono triste e con poca fiducia per il futuro. 

Bisogna prima di tutto parlare col bambino per capire, se possibile, qual è la causa del suo malessere. Ci sono dei momenti in cui appare più spensierato? Altri in cui dimostra entusiasmo? Capite se c'è qualcosa che potrebbe tirargli su il morale. Parlate anche con gli insegnanti e, se necessario, rivolgetevi a uno psicologo per provare a individuare insieme la causa dell'infelicità del bambino e, eventualmente, trovare delle strategie per tirarlo su di morale. 

I bambini infelici spesso passano inosservati. Sembrano solo arrabbiati, oppure scontrosi, o ancora pigri. In realtà basta osservare i segnali del piccolo per capire che qualcosa non va e che bisogna intervenire, perché possa arrivare all'adolescenza felice e trascorrere una vita adulta serena.

gpt inread-altre-0

articoli correlati