gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Guida ai regali di Natale per aiutare i bambini a parlare

/pictures/2017/12/19/guida-ai-regali-di-natale-per-aiutare-i-bambini-a-parlare-3314978436[4413]x[1841]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-bambino

Regali di Natale per aiutare i bambini a parlare: i consigli della logopedista

Regali di Natale per aiutare i bambini a parlare

Molti dei bambini che seguo hanno già ben chiaro che regali vogliono per Natale. I più timorosi aggiungono alla fine un…se Babbo Natale me lo porta! La maggior parte dei bambini vuole naturalmente giocattoli, quelli molto pubblicizzati, quelli che hanno i loro amici e i loro compagni di scuola. A volte sono giochi che vanno, per così dire, di moda ma non hanno uno scopo educativo e non richiedono abilità, però, tra i tanti giochi in commercio se ne trovano spesso anche di interessanti, capaci di stimolare la creatività, l’attenzione, la concentrazione, il rispetto dei turni, il linguaggio e molto altro ancora.

gpt native-middle-foglia-bambino

In tutto questo grande universo di plastica e colori cos’è meglio regalare ad un bambino? Molte volte la domanda scaturisce da parenti o amici di famiglia che ci tengono a fare un regalo utile ma non conoscono a fondo i desideri e le necessità del bambino come i genitori.

Regali per Natale per sviluppare le abilità linguistico, cognitive e comunicative dei bambini

Il gioco e il linguaggio vanno di pari passo. Il gioco è un modo per i bambini di imparare. Attraverso il gioco, infatti, si stimolano l'attenzione, le capacità di ascolto del bambino, la coordinazione occhio-mano, lo sviluppo fisico, sociale, emotivo, verbale e linguistico e soprattutto i bambini imparano a conoscere il mondo che li circonda.

  • Casa di bambole, bambole e bambolotti, cucina giocattolo, servizio da tè, set di treni, garage per macchinine, città miniatura: questi giochi offrono l'opportunità di utilizzare un gran numero di suoni e parole. Aiutano il bambino a imparare le abilità di interazione sociale, recitando scene di gioco con le bambole o fingendo di essere un cuoco dietro la cucina. Questo tipo di giocattoli favoriscono il gioco simbolico e la capacità di comprendere le cose dal punto di vista di un'altra persona, inoltre, si può facilitare lo sviluppo di un gran numero di abilità linguistiche fornendo un commento su ciò che sta accadendo durante il gioco. È preferibile utilizzare frasi brevi e semplici e un tono di voce animato e divertente. Indica e nomina i diversi oggetti (posate, veicoli, edifici e così via). Si possono inoltre nominare e dimostrare praticamente le azioni che compiono i personaggi durante il gioco.
  • Giochi di compere, negozi: questi giochi aiutano a migliorare la memoria, l'attenzione e le capacità di ascolto, e nell’eseguirli occorre seguire i tempi giusti e inibire l’impulsività. Di solito di svolge almeno in due e ci si alterna nei diversi ruoli. Migliorano il gioco simbolico, la conoscenza dei numeri e l’abilità a contare, l’alternanza dei turni comunicativi e abitua all’utilizzo di parole di cortesia e di registri linguistici differenti in base al ruolo scelto. Aiutano a capire i pensieri e i sentimenti altrui e in che modo potrebbero differire dai loro.
  • Giochi da tavolo, giochi a due giocatori: questi tipi di giochi stimolano la memoria, l’attenzione, la concentrazione, l’ascolto. Favoriscono il rispetto di regole, dei turni, la costruzione di strategie e risoluzioni di problemi. Sono particolarmente indicati per bambini che hanno già un certo livello di attenzione e riescono a rimanere concentrati in un’attività almeno per 10, 15 minuti.
  • Giocattoli a molla, giochi di bolle, giochi in legno e strumenti musicali: questi giochi favoriscono l’attenzione, il contatto visivo, l’inseguimento visivo, si possono utilizzare con un: “pronto, via” per attirare l’attenzione. Si possono usare anche bolle o palloncini, aspettando il contatto visivo e “via” prima di far esplodere le bolle o far esplodere il palloncino. Dagli strumenti si possono ricavare tantissimi giochi diversi di ritmo e linguaggio, ascolto e perché no ballo!
  • Bowling, Basket, giochi di calcio: questi giochi aiutano i bambini a imparare come comunicare o interagire con gli altri, a stabilire abilità sociali, ad aspettare. Implicano anche il condividere oggetti ed accettare l’alternanza continua e rapida di sconfitte e vittorie. Indicato particolarmente per bambini che hanno un minimo di competenza motoria e che non amano impegnarsi in giochi statici.
  • Blocchi, costruzioni  giocattolo, giochi in legno: giocattoli come blocchi di legno, lego, magneti, incoraggiano il gioco costruttivo e possono essere usati in vari modi per supportare il gioco indipendente e collaborativo. Sviluppano la creatività, la logica, l’organizzazione, la concentrazione e le abilità manuali. Poi il fascino di montare e smontare per i bambini non finisce mai!
  • Pongo, plastiline, play doh: la manipolazione di pasta gommosa, attraverso il martellamento, l’arrotolamento, la frantumazione fornisce un profondo input sensoriale e costruisce abilità motorie. L'utilizzo di una varietà di materiali artistici supporta anche lo sviluppo di abilità motorie fini, il riconoscimento, la scelta di colori, azioni, forme, numeri, dimensioni. Questi giochi stimolano anche l’abbinamento di più elementi e l’apprendimento di una varietà di nuove parole.
  • Animali, fattorie, savana: il gioco degli animali si configura come zoo, fattoria o creature del mare e può portare a una varietà di schemi di gioco, tra cui nutrire gli animali, fare la loro casa, assumendo il ruolo di veterinario o fingendo di essere uno degli animali. Ciò incoraggia tra le altre cose le capacità di prendere decisioni e aumenta il vocabolario. Gli animali, inoltre, sono molto amati dai bambini e un gioco interessante può riguardare gli elementi che costituiscono i diversi ambienti in cui vivono gli animali.
  • Memory, tombole, libri: adatti per tutti i bambini, stimolano memoria e attenzione. Data la grande varietà in commercio si può scegliere la tipologia più adatta ai gusti e alle caratteristiche di ogni singolo bambino. La magia dei libri permette un sacco di spunti e occasioni di apprendimento, può essere una storia da condividere o da leggere da soli e per i più creativi e amanti della drammatizzazione la storia può prendere vita!
  • Puzzle, labirinti, rompicapi, incastri: i puzzle sono utili perché favoriscono lo sviluppo di competenze analitiche, risoluzione di problemi ma possono offrire anche lo stimolo per una conversazione se lo si fa insieme.
  • I biglietti per spettacoli per bambini: un’idea carina può essere anche regalare dei biglietti per spettacoli per famiglie, questo consentirà a genitori e bambini di godere un momento speciale insieme. Queste uscite promuovono l'interazione familiare, la conversazione e il legame. Inoltre, visite a parchi a tema e a musei favoriscono l’apprendimento e la condivisione.
  • Giochi sensoriali: favoriscono appunto la stimolazione sensoriale, la comprensione, concetti di uguale-diverso.  Aiutano la memoria, l’attenzione, la conoscenza del mondo e lo sviluppo di tutti i 5 sensi. Per i neonati sono importanti anche per lo sviluppo delle competenze buccali.
L'importanza del gioco libero nei bambini

Suggerimenti durante il gioco

I bambini imparano con l'esempio. I bambini imparano le parole sentendo che gli altri le usano. Imparano cosa significa la parola vedendo la persona che indica o usa l'oggetto di cui sta parlando. I bambini rispondono usando le stesse parole quando hanno bisogno di chiedere quell'oggetto, quando vogliono che lo guardiate o per attirare l’attenzione. Quindi, per aiutare un bambino a capire le parole e, a sua volta, usare le parole, dobbiamo dimostrare chiaramente le parole a cosa corrispondono, usando frasi brevi e semplici, mostrando al bambino ciò che stiamo nominando o parlando con molta ripetizione soprattutto con i più piccini!

Ripeti tutte le parole che dice il bambino, aggiungi una parola o due in più per chiarire e ampliare ciò che viene detto, dai una leggera enfasi a qualsiasi parola che il bambino non ha detto chiaramente. Incoraggiate il bambino per ogni tentativo di emettere un suono o dire una parola, indipendentemente da quanto chiaramente l’abbia detta, ad esempio se un bambino dice "deno", l'adulto potrà risponde "sì guarda, un treno!!!"

Da evitare:

  • indicare vari oggetti/immagini e chiedere a tuo figlio di nominarli, dicendo, ad esempio, "Che cos'è?".
  • Pronunciare una parola e chiedere a tuo figlio di ripeterla dopo di te.
  • Correggere tuo figlio dicendo "no, è un treno" o "no, non deno, treno"

Il gioco non deve trasformarsi in una richiesta continua e il bambino non deve sentirsi sotto pressione, deve divertirsi, apprendere senza rendersene conto.

Ricordiamoci che tutti i giochi possono essere affrontati con maschietti e femminucce, i problemi solitamente se li fanno più gli adulti, il più delle volte i giochi che riescono meglio sono svolti insieme da più bambini. Cercate di regalare ai bambini anche giocattoli secondo i gusti specifici di quel bambino, il regalo sarà molto più apprezzato e quindi utilizzato.

Ricordiamoci infine che non tutti i bambini sono uguali; una bambina l’altra volta a terapia mi ha detto: “anche io finalmente ci ho pensato, per Natale vorrei tanto… un altro fratellino!”

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0