Home Il bambino Sviluppo e crescita

Pi Greco Day e l'effetto ''Covid Slide''

di Penelope Greco - 14.03.2021 Scrivici

pi-greco-day
Fonte: shutterstock
Pi Greco Day, l'effetto ''Covid Slide'' ha ridotto del 50% le capacità matematiche degli studenti. Ecco come sconfiggere la "Matofobia"

Il 14 marzo si festeggia il Pi Greco Day, una ricorrenza dedicata alla costante matematica pi greco. La scelta è ispirata dal formato della data mese-giorno, in uso negli Stati Uniti, in base al quale si indica prima il mese (3) e poi il giorno (14), ottenendo così il numero "3,14", grafia che indica l'approssimazione ai centesimi di pi greco. Inoltre alcuni celebrano la ricorrenza dalle ore 15, in modo da adeguarsi all'approssimazione 3,1415. La data coincide anche con la giornata mondiale della matematica. Scopriamo la storia di questa festa.

In questo articolo

La nascita del Pi Greco Day

L'idea è nata nell'Exploratorium di San Francisco, il grande Museo della Scienza, che da alcuni anni celebra il numero più famoso e misterioso del mondo matematico, con giochi, gare, musiche, filmati ed altre iniziative. Il Pi Greco Day si celebra ogni anno il 14 marzo, perché nel sistema anglosassone la data si scrive 03/14 come le prime tre cifre del Pi Greco, e inoltre coincide con il compleanno di Albert Einstein.

La prima festa è stata celebrata nel 1988 su iniziativa del fisico Larry Shaw e da quel giorno è diventata un appuntamento annuale. La prima celebrazione ha visto i partecipanti marciare intorno a un grande cerchio e consumare torte di tutti i gusti perché PI e Pie (torta in inglese) hanno lo stesso suono, ma anche perché la torta è rotonda ed è quindi correlata al Pi Greco. 

L'effetto "Covid Slide"

Gli effetti dannosi del Covid sul livello di apprendimento degli studenti si sono fatti sentire dal punto di vista educativo e scolastico e sono sempre più impattanti: sono infatti molti gli studi scientifici che hanno evidenziato un peggioramento di rendimento e competenze nell'ultimo anno, un fenomeno ribattezzato con il nome di "Covid Slide" in un recente approfondimento dell'autorevole testata americana Education Week

Stando all'ultimo rapporto dei ricercatori della Northwest Evaluation Association riportato da CNBC, gli studenti, per via della chiusura delle scuole, rischiano di apprendere solo la metà del programma stilato dagli insegnanti, perdendo quindi il 50% delle abilità matematiche. Rispetto, per esempio, alla letteratura, le cui perdite ammontano circa al 30% delle abilità, la matematica si apprende meglio in aula anche per via delle difficoltà dei genitori di aiutare i figli nello svolgimento dei compiti. Inoltre, lo stress generato dalla pandemia aumenta l'ansia per l'apprendimento delle nozioni scientifiche, già presente in alcuni studenti, e gli insegnanti faticano nelle spiegazioni a causa dei limiti delle piattaforme da remoto.

Nuovi metodi per insegnare e apprendere la matematica

Sull'importanza di apprendere la matematica per ottenere risultati soddisfacenti sia in ambito scolastico sia
dal punto di vista lavorativo, è intervenuto il Dott. Massimo De Donno, ideatore di Genio in 21 Giorni, il
corso di formazione sul metodo di studio personalizzato, e fondatore di GenioNet, distribuito in oltre 50
sedi tra Italia, Spagna, Svizzera, Inghilterra e Stati Uniti. "La matematica è la materia difficile per antonomasia, è l'ostacolo più grande per il 79% degli studenti – ha affermato De Donno – È necessaria un'organizzazione e una pianificazione maggiore rispetto alle altre discipline scolastiche e i nostri istruttori lo sanno bene, sanno che è necessario partire dagli esercizi perché generano incognite/domande a cui bisogna dare una risposta e, proprio per questo motivo, aiutano a capire quali principi teorici devono essere applicati per arrivare alla soluzione finale – ha aggiunto De Donno. Il nostro obiettivo è chiaro: vogliamo aiutare ogni corsista a recuperare le proprie lacune, migliorare il proprio approccio allo studio e perfezionare le proprie skills per raggiungere risultati adeguati, vista la sempre più crescente importanza delle nozioni scientifiche nella realtà educativa contemporanea, soprattutto, in ambito lavorativo".

A proposito di nuovi metodi per apprendere ed insegnare la matematica nella maniera più chiara ed efficace possibile, il National Council of Teachers of Mathematics degli USA e il National Council of Mathematics Supervisors hanno realizzato un documento contenente considerazioni e suggerimenti per insegnare la matematica nel miglior modo possibile anche in questo periodo storico così complicato. Si tratta del "Moving Forward: Mathematics Learning in the Era of Covid-19", documento in cui la pianificazione risulta fondamentale come riportato dall'Observatory of Educational Innovation.

La matematica nel lavoro così come nella routine quotidiana: i punti di incontro sono innumerevoli secondo l'analisi di This is Local London. A partire dalla gestione del tempo, la matematica semplifica la suddivisione e l'organizzazione delle giornate; in questo modo si dedica un quantitativo orario più o meno corretto a tutte le attività che devono essere svolte nell'arco della giornata. Infine, le conoscenze matematiche vengono applicate alla gestione delle finanze e dei risparmi e alla salute del proprio corpo per realizzare le schede nutrizionali o per la palestra.

Fonti articolo: Northwest Evaluation Association, Education Week, National Council of Teachers of Mathematics

gpt inread-altre-0

articoli correlati