Home Il bambino Sviluppo e crescita

Perché la montagna fa bene ai bambini

di Penelope Greco - 03.08.2021 Scrivici

montagna-fa-bene
Fonte: shutterstock
Il mare, si sa, fa bene alla salute come una medicina. Ma anche la montagna fa bene, specialmente per i bambini! Vediamo i suoi benefici

La montagna è una meta perfetta nel periodo più caldo dell'estate. È necessario però ricordarsi di proteggere adeguatamente i bimbi dai raggi solari e preferire passeggiate in zone ombreggiate nelle ore più calde della giornata. Chi opta per la montagna ha dalla sua l'aria pura e ricca di ossigeno, che rende tendenzialmente più calmi e che, insieme alle temperature non troppo elevate, agevola il sonno dei bambini più vivaci.

In questo articolo

I benefici della montagna

Il benessere che si trova in montagna lo si percepisce salendo anche poco sopra i 1000 metri.

  • Aria Pulita: ad alta quota l'aria è più pulita. Una vacanza in montagna è quindi l'ideale per i bambini che soffrono di asma, allergie o disturbi respiratori.
  • Rafforza il sistema immunitario dei tuoi bambini
  • Vitamina D: un clima più mite e secco incoraggia i bambini a trascorrere del tempo all'aria aperta, aiutandoli così ad assorbire calcio e fosforo utili per la formazione del tessuto osseo e dei denti.
  • Più globuli rossi: l'aria pulita di montagna aiuta il nostro corpo a produrre più globuli rossi che migliora l'ossigenazione dei tessuti. Perfetto per i bambini anemici
  • Regola il sonno: grazie al clima mite. In montagna, i bambini tendono ad essere più calmi e rilassati, quindi dormono più a lungo e tranquilli.
 

La montagna fa bene ai bambini: accorgimenti

Le passeggiate nella natura, alla scoperta di paesaggi ricchi di vegetazione e di animali, sono in genere molto amate dai più piccoli.
L'unica raccomandazione è quella di evitare le località ad alta quota: non oltre i 1.200 metri per i neonati, da raggiungere possibilmente attraverso una tappa intermedia per evitare una salita troppo brusca, da ripetere anche al momento della discesa. Meglio utilizzare il ciuccio durante la salita, che può aiutare i piccoli a deglutire, contrastando così il fastidio alle orecchie spesso provocato dal cambiamento di pressione.

Proteggersi dal sole anche in montagna!

La crema per il sole non si mette solamente al mare. Anche in montagna è consigliato munirsi di una crema adatta per i più piccoli ed è preferibile scegliere passeggiate all'ombra nelle ore più calde della giornata.

In montagna con i bambini: consigli

  1. Mettere sempre una protezione solare
  2. Utilizzare gli occhiali da sole adatti per i più piccoli.
  3. Vestire i piccoli con un abbigliamento tecnico adeguato. Attenzione alla testa! Coprirla con un cappellino tecnico, che copra anche le orecchie ed eviti possibili otiti.
  4. Portare il neonato in fascia o nel marsupio porta bebè per poter fare delle camminate in libertà e rimanere a contatto con la natura
  5. Usare il ciuccio per evitare il fastidio all'orecchio quando si sale in alta quota
  6. Preferire località di montagna abitate, con un centro di primo soccorso a portata di auto.

Il mal di montagna

Non vi sono precisi fattori di rischio, il mal di montagna può scatenarsi in seguito a un insieme di fattori: altitudine, velocità di raggiungimento della stessa, attività fisica svolta in quota, suscettibilità individuale.

Il mal di montagna si manifesta con il mal di testa, questa può associarsi a: 

  • fatica
  • vertigini
  • senso di stordimento
  • insonnia
  • irritabilità
  • perdita di appetito
  • nausea
  • vomito

In caso di lievi manifestazioni, l'unica cosa da fare è portare il malato ad altitudini più basse, in genere poche centinaia di metri possono essere sufficienti. 

I limiti della montagna

Ci sono delle regole generali che si possono seguire quando si decide per una vacanza ad alta quota con i bambini.

  1. Fino all'anno, mai salire sopra i 1200 metri
  2. Osservate le reazioni del piccolo
  3. Dopo l'anno si può arrivare anche fino a 2500 metri

Fonti articolo: Humanitas, Fondazione Veronesi, Fondo Assistenza e Benessere

gpt inread-altre-0

articoli correlati