Home Il bambino Sviluppo e crescita

Il neonato dorme troppo, ci si deve preoccupare?

di Simona Bianchi - 11.01.2023 Scrivici

il-neonato-dorme-troppo-ci-si-deve-preoccupare-
Fonte: shutterstock
Il neonato dorme troppo e molti genitori si chiedono se la cosa sia normale o meno. Di quante ore hanno bisogno e cosa sapere sul sonno dei bambini

In questo articolo

Il neonato dorme troppo: quando preoccuparsi

I bambini appena nati hanno necessità di dormire molte più ore degli adulti, secondo la Sleep Founfation hanno bisogno anche di 14-15 ore di sonno. Alcuni genitori, però, tendono a preoccuparsi se il piccolo è troppo calmo nel suo lettino. In realtà, dormire è necessario ai neonati per attivare l'abilità mentale e le funzioni neuronali. Alcuni studi avrebbero dimostrato che i bimbi che dormono di più acquisiscono abilità cognitive superiori rispetto ai bebè che dormono meno. Gli esperti ritengono quindi che non ci si debba preoccupare nel vedere il proprio figlio sonnecchiante per la maggior parte del tempo, a meno che non si svegli neanche per manguare e non segua gli stimoli a cui viene sottoposto. È assolutamente normale anche che il neonato si addormenti durante la poppata.

Di quanto sonno hanno bisogno i bambini da 1 a 3 mesi

L'ospedale Bambino Gesù segnala che per il lattante tra 1 e 3 mesi, il sonno è un momento molto importante, e dura normalmente tra le 15 e le 20 ore al giorno. Che il piccolo dorma molti non è quindi così preoccupante, piuttosto ci si dovrebbe domandare quali sono le cause se si sveglia spesso nel corso della giornata. Il pianto, non significa automaticamente che ha voglia di mangiare, perciò, prima di attaccare il bambino al seno o di ricorrere al biberon, bisognerebbe tentare di intuire cosa sta provocando il disagio. Per rendere equilibrato il sonno del neonato è consigliabile tranquillizzarlo con la voce e il contatto fisico e adottare una ritualità di comportamenti che lo rassicuri e lo conforti creando così i presupposti per l'organizzazione di un processo di autoregolazione degli stati comportamentali del sonno e della veglia.

Quando consultare il medico per un eccesso di sonno

A provocare un eccesso di sonno nel piccolo può essere anche un ambiente troppo caldo o troppo freddo, per questo motivo si consiglia di valutare la temperatura ambientale e vestire e coprire il bambino in modo adeguato.

Può invece valere la pena consultare un pediatra se il neonato, oltre a dormire tutto il giorno, mostra i seguenti sintomi:

  • Urina di colore scuro, labbra e lingua secche, pianto senza lacrime, occhi infossati, meno pannolini bagnati: tutti sintomi di disidratazione
  • Estrema letargia quando sono svegli
  • Problemi di alimentazione
  • Pianto estremo
  • Febbre alta che non accenna ad abbassarsi

Alcuni bambini possono dormire troppo perché soggetti a itterizia o perché non mangiano abbastanza. Un neonato che soffre di itterizia avrà la pelle di colore giallastro e un ombra gialla nel bianco degli occhi.

Come svegliare il bambino per allattarlo

Se il piccolo dorme molto ed è necessario svegliarlo per farlo nutrire, ci sono alcuni trucchi per evitare di irritarlo e farlo scoppiare in una crisi di pianto:

  • Per prima cosa bisogna scoprirlo piano, l'esposizione all'aria fresca lo porterà ad aprire gli occhi
    oppure si può provare a cambiare il pannolino, i movimenti leggeri aiuterannoa. Svegliarlo con dolcezza
  • Se il piccolo tende ad addormentarsi mentre si allatta, un utile metodo per tenerlo sveglio è massaggiarlo sulla schiena
  • Ultimo metodo: spostarlo dalla superfice morbida della culla su una un po' più dura come il tappetino da gioco. Il cambiamento di sensazione lo porterà a svegliarsi senza stress

Come farlo dormire al sicuro e in quale posizione

Per far dormire il neonato serenamente e al sicuro, invece, si puà usare una culla portatile da posizionare in camera dei genitori per far stare il bambino vicino alla mamma. Usare un materassino rigido e un lenzuolo che aderisca bene e non mettere nulla nel lettino. Sconsigliato far dormire il bebè nel letto dei genitori perché aumenta il rischio di morte in culla. Per quanto riguarda la miglior posizione per far dormire il piccolo, numerosi studi hanno dimostrato che la posizione supina, sul dorso, è efficace per prevenire la SIDS, Sindrome della morte improvvisa del bambino.

Se si sospetta un reflusso gastroesofageo. Si può inclinare eventualmente il piano del letto di circa 30°.

gpt inread-altre-0
Continua a leggere

Approfondimenti