Home Il bambino Sviluppo e crescita

Il neonato a 3 mesi: crescita, sonno, giochi e progressi

di Maurizio Alagna - 03.05.2019 Scrivici

il-neonato-a-3-mesi-crescita-sonno-giochi-e-progressi
Fonte: Shutterstock
Cosa accade al neonato a 3 mesi? Il pediatra ci guida alla scoperta di questa fase di grande sviluppo e crescita per il nostro bambino

Neonato a 3 mesi

A tre mesi il bambino sta diventando sempre più grande e consapevole, ogni giorno di più. A questa età, il piccolo potrebbe essersi stabilizzato nei ritmi di sonno e veglia dando, quindi, la possibilità alla neomamma di riposare di più. Vediamo quali sono le principali tappe della crescita del neonato a 3 mesi.

Poppate

L’alimentazione del lattante di 3 mesi, con i suoi ritmi, con le sue quantità di latte e gli orari, varia a seconda che l’allattamento sia esclusivo al seno oppure con latte artificiale (formula lattea). Esiste anche l’allattamento chiamato “complementare” che consiste nell’offrire il latte artificiale al piccolo a completamento del seno, cioè subito alla fine della poppata.

Ma andiamo per ordine:

  • Allattamento al seno esclusivo: sarà il vostro piccolo a decidere gli orari e quindi il ritmo delle poppate; non esiste MAI una regola poiché ogni lattante è diverso dall’altro ed ogni mamma è diversa dall’altra. Alcuni lattanti a questa età chiedono il seno ogni 3 o 4 ore ma esistono anche alcuni altri che lo chiedono ogni 1 o 2 ore. E di notte? Di notte le più fortunate fra voi allatteranno solo una volta la sera e poi la successiva al mattino presto. Ma anche per le poppate notturne non esiste una regola.  La buona notizia però è che il sonno notturno inizia ad allungarsi. E come farete a capire che il vostro piccolo sta mangiando a sufficienza? La prova di certezza che il vostro lattante si sta alimentando bene è che la sua crescita sia giudicata dal pediatra nella curva di percentile “normale”. In pratica quando il pediatra inserisce il peso e l'età di 3 mesi in un apposito grafico, la sua crescita si pone nella cosiddetta “curva percentile di normalità”.
  • Allattamento artificiale (con formula lattea): qui c'è una piccola regola da rispettare, nel senso che fra le poppate passano minimo 2 ore. Anche in questo caso però esistono differenze fra lattanti. All'età di 3 mesi la maggior parte  fa poppate ogni 3 o 4 ore, una minor parte ogni 2 o 3 ore. Ma visto che ci sono queste differenze volete sapere un metodo per  essere sicure che vostro figlio sta mangiando bene? Esiste una regola pratica per capire se il vostro piccolo sta assumendo quantità di latte adeguate nelle 24 ore. La regola è: moltiplicare il peso del piccolo per 150 ed avrete il quantitativo di latte che deve assumere nelle 24 ore per crescere bene. Facciamo un esempio: se pesa 3.200 gr dovete moltiplicare 3,2 x 150 = 480 cc di latte nelle 24 ore.
  • Allattamento complementare (latte al seno + latte artificiale): qui la quantità di latte artificiale che viene offerta dopo l’allattamento al seno è sempre variabile. Il latte artificiale viene dato in aggiunta, al termine della poppata al seno, e la quantità dipende ovviamente dall’appetito del piccolo.  

Sviluppo psicomotorio

A 3 mesi il vostro piccolo inizia a socializzare, ed arrivano grandi soddisfazioni per voi e progressi per lui, nel senso che ad esempio sorride e vocalizza con gli estranei. Il pianto non è più il mezzo di comunicazione principale, a questa età potrebbe piangere al massimo per un'ora al giorno. Finalmente inizia a comunicare anche con lo sguardo e con i movimenti del capo.

E’ pronto per iniziare a relazionarsi con i genitori ed infatti fra il terzo ed il quarto mese il piccolo sorride con il preciso intento di stimolare il sorriso di mamma e papà. Diventa insomma più partecipe del mondo e più comunicativo. Anche il suo sguardo diventa più attento, riesce a seguire un oggetto mobile fino al 180 gradi.

Inizia a prendere coscienza del suo corpo, in particolare delle sue mani, le apre, le guarda e ci gioca. Messo in posizione a pancia sotto, riesce a sollevare la testa oltre i 45 gradi.

Giochi per un lattante di 3 mesi

In questo periodo la vista, l’udito ed il tatto sono sensi che il piccolo inizia ad utilizzare enormemente. Inoltre è pronto per sviluppare la coordinazione occhi-mano-bocca e quindi è importante stimolarlo e favorire tutto ciò che aiuta la sua sperimentazione.

Prendete ad esempio un sacchettino di cotone con all’interno un po' di carta di uovo di cioccolato: questo piccolo giocattolo darà al piccolo un insieme di stimoli visivi, tattili ed uditivi e lo divertirete sicuramente.

I bambini, proprio a questa età, iniziano ad essere molto attratti dai volti umani: riconoscono quello dei genitori e ne osservano le espressioni. Allora vi invito a giocare alle “facce”: sedetevi comodamente su una poltrona con il vostro bambino in braccio o disteso sulle vostre gambe. La posizione deve facilitare il guardarvi dritti negli occhi. Ora sorridete, fate le linguacce, emettete piccoli suoni o schiocchi con la lingua.  Molto presto il bambino comincerà a reagire e a seguire la posizione del vostro viso.

Un'altra mia proposta è giocare e allo stesso tempo stimolare le abilità motorie del piccolo. Ad esempio distendendolo “a pancia sotto”, e sotto la vostra stretta osservazione, su una spessa coperta morbida, come una trapunta o un tappetone-gioco, posizionata in un angolo luminoso della stanza. Da questa posizione (ma attenzione poiché non tutti i bambini gradiscono, è bene dirlo) il piccolo è portato naturalmente a tenere alzata la testa, rinforzando così i muscoli del collo. E nel frattempo potete intrattenerlo in questi brevi momenti parlandogli, facendo suonare un carillon, o muovendo di fronte a lui piccoli pupazzi sonori.
Diciamo che è un gioco/ginnastica gradito alla maggior parte dei piccoli di questa età.

Peso del lattante a 3 mesi

  • Il peso dei maschi a questa età varia da 5,1 kg a 7,7 kg con una media di 6,2 kg.
  • Il peso delle femmine varia da 4,8 kg a 6,9 kg con una media di 5,7 kg.

Terzo mese del lattante: il sonno

Dopo i 3 mesi, il bambino inizia gradualmente ad adattare i propri ritmi a quelli esterni e, influenzato dall’alternarsi di luce e buio, inizia a dormire un pochino di più nelle ore notturne: è questa una tappa fondamentale nello sviluppo del bambino.

Verso il terzo mese il bambino dorme infatti circa 16/17 ore al giorno, ma con un ritmo diverso dai mesi precedenti perché è in grado di trascorrere più ore senza pasti, e concentrando maggiormente il sonno durante la notte.

Purtroppo per mamma e papà solo verso i 6 mesi è possibile che dorma di notte per 6-7 ore, per un totale di circa 16 ore al giorno.

Occhio del lattante a tre mesi: cosa vede?

Cosa vedono i bambini a 3 mesi? A questa età il campo visivo del neonato si estende a 30-40 cm, anche perché la testa ha raggiunto maggiore mobilità. Il bambino è attratto dai colori forti come il rosso (ecco perché molti dei giochi per neonati sono di colore rosso), il blu, il verde e dalle luci intense.

Vedendo a distanza di 30 cm, ruota meglio la testa e quindi riesce a seguire gli oggetti in movimento. Riconosce nei volti anche il naso e la bocca e distingue il volto della mamma.  La coordinazione dei movimenti di entrambi gli occhi diventa sempre più stabile, permettendogli così di fissare a lungo i volti.
In questo stesso periodo il bambino sviluppa anche la capacità di coordinare i movimenti degli occhi con quelli delle mani. Vedendo più chiaramente, il piccolo è stimolato a migliorare le relazioni sociali: a tre mesi il bambino segue gli spostamenti degli adulti in uno spazio più ampio e richiama la sua attenzione con vocalizzi sempre più articolati. Diventa tutto sguardi, movimenti del tronco e balbettii. Il bambino ora è in grado di seguire con gli occhi un oggetto che si muove nello spazio: ne segue la traiettoria e, quando esce dal suo campo di azione, volge la testa verso la sua direzione.

I traguardi del lattante a 3 mesi

Volendo riassumere i traguardi raggiunti dal vostro piccolo a questa età possiamo dire che:

  • Inizia ad essere più consapevole del mondo che lo circonda.
  • Inizia a cercare un canale di comunicazione con mamma e papà.
  • Le poppate si diradano e, specie di notte, potrebbe trascorrere più tempo fra una poppata e l’altra.
  • A livello motorio muove gambe e braccia in maniera più coordinata e sostiene da solo il capo ed il collo per alcuni secondi.
  • A livello visivo mette correttamente a fuoco fino a 30–40 cm di distanza e segue meglio con lo sguardo oggetti in movimento.
  • Gli intervalli di tempo fra le poppate possono iniziare ad allungarsi e la quantità di tempo di sonno notturno inizia ad aumentare.  

Neonato da 1 a 12 mesi

gpt inread-altre-0

articoli correlati