Home Il bambino Sviluppo e crescita

Neonato a 10 mesi: sviluppo, gioco, alimentazione e sonno

di Francesca Capriati - 13.07.2020 Scrivici

neonato-a-10-mesi-sviluppo-gioco-alimentazione-e-sonno
Fonte: Shutterstock
Una guida sullo sviluppo e la crescita del neonato a 10 mesi: sonno, alimentazione, gioco

Neonato a 10 mesi

A 10 mesi si arriva ad un punto di svolta nella crescita del neonato: si muove sempre più autonomamente, impara a stare in piedi e a spostarsi appoggiandosi alle mani di mamma e papà o alla spalliera del divano, mangia cose nuove e interagisce molto in casa.

Per quanto riguarda le tappe della crescita del neonato, a 10 mesi, la maggior parte delle bambine pesa in media 7,2-11,2 Kg, mentre i maschietti pesano tra i 7,7-11,5 Kg. La lunghezza è rispettivamente di 65-77 cm e 68-78 cm.

Comportamento

I 10 mesi sono un'età incredibilmente divertente: il bambino ama coccolarsi ancora tra le braccia della mamma, sorride, ride a crepapelle per cose anche banali, è di compagnia, si muove molto e comincia a voler camminare e fare i primi passi accompagnato dalla mamma o dal papà.

Neonati a 10 mesi carattere

A 10 mesi comincia anche a manifestarsi la sua personalità: magari è più intraprendente e curioso e vuole stare in movimento, andando ad esplorare l'ambiente che lo circonda; oppure può essere più timido e si spaventa ancora quando entra in contatto con persone che non conosce.

Cosa fa un neonato a 10 mesi

Siamo, quindi, arrivati ad una fase straordinaria: il bambino sta sveglio un po' più di tempo durante il giorno, parlotta, si sposta, è curioso, vuole giocare. E ancora riconosce i volti familiari, richiama la loro attenzione con dei suoni, pronuncia parole semplici, ama giocare e interagire.

Sviluppo psicomotorio

Ecco quali sono le caratteristiche dello sviluppo motorio e cognitivo di un neonato a 10 mesi:

Dal punto di vista fisico:

  • Si sposta dalla posizione a pancia sotto a quella seduta
  • Si alza in piedi dal pavimento, usando i mobili come presa
  • Steso sulla pancia si sposta sul pavimento usando le braccia
  • Si alza senza bisogno di aiuto o supporto
  • Cammina e fa dei passi
  • Va verso gli oggetti che desidera
  • Afferra il cibo con le mani e si nutre da solo
  • Balbetta, ripete le consonanti e imita le parole
  • Riconosce le parole semplici come Mamma, Papà, Cacca e le ripete
  • Risponde al Ciao

Dal punto di vista cognitivo, il bambino a 10 mesi:

  • Riesce a distinguere bene i colori
  • Sviluppa preferenze specifiche per gusti e consistenze
  • Mostra curiosità ed esplora l'ambiente circostanti e gli oggetti che trova in casa
  • Può manifestare ansia da separazione
  • Mostra nuovi tratti della sua personalità
  • Associa il significato alle parole
  • Comprende semplici frasi o richieste di una sola parola
  • Ama la musica

Linguaggio di un neonato a 10 mesi

Si perfeziona la fase della lallazione che rappresenta un’attività molto importante ai fini dell’interazione comunicativa tra il bambino e i suoi genitori ed è caratterizzata da una vera e propria ripetizione di sillabe con una consonante. Arrivati a 10 mesi la lallazione diventa più complessa e prelude alle prime, vere parole: il bambino comincia ad utilizzare due o più consonanti differenti.

Uno dei modi più importanti per prendersi cura di un bambino di 10 mesi è giocare con lui e stimolare il suo sviluppo con attività adatte alla sua età. In questo periodo è molto importante ripetere i suoni che il bambino produce per stimolarlo a produrne sempre di più, così come è fondamentale leggere dei libri illustrati indicando l'oggetto e ripetendo il suo nome.

Qualche gioco da fare insieme ad un bambino di 10 mesi:

  • il cuc-settete continua ad essere importante per aiutarlo a comprendere il significato di “permanenza dell'oggetto”: la mamma non scompare solo perché lui non la vede
  • impilare insieme dei blocchi colorati
  • giocare a rispondere al telefono o farsi dei regalini
  • cantare canzoncine e ballare
  • rotolare la palla avanti e indietro.

Cosa mangia un neonato a 10 mesi

Arrivati a 10 mesi, il bambino riesce a mangiare consistenze e sapori sempre diversi, mangia con le mani e si nutre da solo, beve dalla borraccia o dal bicchiere con il beccuccio e sta finalmente seguendo un regime alimentare completo che include:

  • frutta;
  • verdura;
  • cereali;
  • latte e latticini;
  • yogurt;
  • carne;
  • pesce;
  • legumi.

Attenzione a tagliare i cibi nel modo corretto per ridurre il rischio di soffocamento.

A 10 mesi non parla, cosa fare?

Non tutti i bambini seguono le stesse tappe dello sviluppo linguistico. Ognuno ha i suoi tempi: fermo restando che sarà il pediatra a valutare, con regolari controlli e i bilanci della salute, come sta procedendo la crescita del bambino, è bene preoccuparsi solo se accanto all'assenza del linguaggio ci sono altri segni di un ritardo nello sviluppo.

A 10 mesi, alcuni bambini possono iniziare a fare solo un lungo pisolino pomeridiano, facendo a meno di quello della mattina: è comunque importante non interferire con i pisolini quotidiani perché favoriscono un migliore sonno notturno. La maggior parte dei bambini di questa età dorme bene tutta la notte, e solo le malattie o la dentizione può causare un'interruzione del sonno.

Dai 9 mesi e anche fino al compimento del primo anno di vita il bambino generalmente, quindi, dorme tutta la notte ininterrottamente, tuttavia è molto soggettivo ed è normale attraversare periodi in cui il sonno sembra più agitato. L'eruzione dei denti, i brutti sogni, eccessivi stimoli durante la giornata, piccoli malanni di stagione possono causare i risvegli notturni. E anche l'ansia da separazione e le paure legate alla crescita possono provocare notti più agitate rispetto al solito. E' importante mantenere la solita routine che prelude al sonno notturno con bagnetto, pappa, coccole e attività rilassanti per conciliare la nanna e rasserenare il piccolo.

Neonato da 1 a 12 mesi

gpt inread-altre-0

articoli correlati