gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Benefici del massaggio Tuina per i bambini

/pictures/2018/02/02/benefici-del-massaggio-tuina-per-i-bambini-284100946[1233]x[515]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-bambino

L'importanza del massaggio per i bambini, i benefici per la crescita e lo sviluppo. La pediatra ci parla delle caratteristiche del massaggio Tuina e Shantala

Il massaggio Tuina per i bambini

Nutrire i bambini con il contatto,
donando cibo alla loro pelle
è importante come riempire il loro stomaco…
(Leboyer 1977)

Il "massaggio del bambino" è un'antica tradizione presente nella cultura di molti Paesi Orientali. Ideatrice del massaggio del bambino è Vimala Mc Clure (Colorado - USA). Nel 1981 nasce l'I.A.I.M. ( International Association Infant massage). In Italia il massaggio del bambino arriva tramite Benedetta Costa, di Genova, primo Trainer italiano. Nel 1989 nasce l'Associazione Italiana di Massaggio Infantile "Obiettivo dell'Associazione è incoraggiare il contatto e i rapporti umani durate il periodo di crescita del bambino, promuovere ricerche e corsi di preparazione e di istruzione in modo che i genitori, operatori della prima infanzia e bambini siano amati, valorizzati e rispettati dalla Comunità Mondiale".

I vari tipo di massaggio al neonato

L'importanza del massaggio per i bambini 

Il massaggio è un'antica arte praticata in molte tradizioni culturali, in particolare in Asia e Africa, come parte naturale, speciale e propria della cura del neonato, da tramandare a ogni madre generazione dopo generazione, mentre nel mondo occidentale, sempre più tecnologico e sempre più coinvolto nella comunicazione verbale, il contatto appare tralasciato se non trascurato e a volte chiaramente dimenticato.

Nel ventre materno il bebè è massaggiato continuamente su tutto il corpo, vive in un mondo ristretto, ma caldo, in una totale sicurezza fisica fino a quando non sopravviene quello sconvolgimento che è la nascita, quando si ritrova in un mondo nuovo e immenso. Questo è il momento del panico! Inizia ad adattarsi e per questo ha bisogno di tempo e di un contatto stretto per farlo!.

In molti paesi il massaggio è regolarmente offerto ai propri figli subito dopo la nascita, di solito finisce per essere la regola del quotidiano per divenire a richiesta, verso i 6 mesi, quando il bimbo fiero delle sue nuove forze può rigirarsi sul ventre e sulla schiena stimolandosi da solo, con i suoi propri movimenti. Questo è il momento in cui la madre accetta lo stacco e la scoperta vera e propria del suo bimbo.

La capacità della pelle di un neonato di percepire tutte le sfumature, gli stimoli e tutti i significati emotivi è davvero formidabile. L’amore che lega un figlio alla propria madre, per quel contatto di pelli, è una vera e propria estasi simbiotica. Ogni carezza non è fatta solo di contatto, ma anche di tempo, di tempestività, del momento giusto, della durata opportuna, di quel tanto che basta a far capire al piccolo più cose di quelle che potrebbero far capire parole o altro. Il contatto cutaneo, le carezze sono in questo periodo tanto necessarie quanto il cibo.

Massaggio per rilassare il neonato, VIDEO

La pelle ha “fame” di carezze, di affettuosità e di sicurezza. In realtà di “contatto cutaneo” abbiamo bisogno tutti anche noi adulti, soprattutto in questa società dove le relazioni e i contatti tra i propri simili sono sempre così “veloci e superficiali”. Diversi sono i tipi di massaggio, tutti sono importanti e di effetto se eseguiti con amore e cura, dedicando il tempo necessario al proprio bambino, ma senza dubbio i più utilizzati e suggeriti anche dalla classe medica sono TUINA e SHANTALA, massaggi che si perdono nelle notti del tempo…

Cos'è il massaggio Tuina

Si tratta di un massaggio pediatrico che risale all’epoca della dinastia dei Ming, 1368-1644, quando la sua pratica viene introdotta come materia di insegnamento e di pratica presso la Reale Scuola di Medicina. Durante questo periodo ZHOU YUFAN scrive il libro Xiaorer tuina mizhi, "Messaggi segreti del massaggio per i bambini". L’autore suddivide il corpo del bambino in 12 parti o aree che possono essere stimolate distintamente nel corso di malattie acute, al fine i ottenere e ottimizzare il processo di guarigione. Il suo studio evolve, nel corso degli anni, grazie all’impegno e all’incessante studio per la ricerca della salute e del benessere dell’uomo. Si individuano, nel 1605, altre aree o punti, come per esempio quelli nella mano che sono descritti come efficaci nel trattamento di molte malattie acute. Nel libro "Xiaorer Tuina mijue, Trattamento segreto del massaggio tuina nei bambini", sono descritte nei minimi particolari le modalità, le indicazioni dei singoli punti e dei singoli trattamenti.

Per noi occidentali, al fine di utilizzare al meglio e con il miglior rendimento questa pratica di massaggio, è d’obbligo conoscere i concetti della medicina cinese: dello Yin e dello Yang, della legge dei 5 Elementi e il rapporto dell’Uomo con essi. Secondo Zhu Xi, filosofo cinese , 1130-1200 d.C., yin e yang compaiono per la prima volta nel V secolo a.C. nel Libro dei Canti, in cui viene spiegato e affermato che tutto ciò che è sulla terra è composto da yin e yang. Yang è luce, colore, chiaro, calore, azione, movimento, dinamicità, tutto ciò che sta sopra il cielo, Yin è scuro, buio, staticità, freddo, quiete, assenza di movimento, tutto ciò che sta sotto la terra. Ma Yin e Yang proprio perché opposti e contrari si completano e sono necessari ambedue per avere equilibrio nella vita, nella psiche dell’uomo, nel mondo e in ambito medico l’analisi dei singoli Yin e Yang è fondamentale per poter fare una diagnosi e la giusta terapia.

I 5 elementi sono direttamente collegati ai mutamenti e poiché universo e uomo sono costituiti di questi stessi elementi: legno, fuoco, metallo, aria, acqua, un loro squilibrio genera una perturbazione che si manifesta come malattia. Questi elementi sono regolati da fenomeni di distruzione e di produzione e poiché questi elementi compongono ogni singola cosa vivente nell’universo questa allo stesso modo si comporta.

Sulla base di questo concetto la medicina cinese introduce e spiega il concetto di energia e le correlazioni energetiche che intercorrono nei singoli corpi umani. Ecco dunque che si parla dei 5 elementi, di cinque organi, di cinque visceri. Per la medicina cinese esistono due tipi di organi detti propriamente visceri e classificati secondo la legge Yin e Yang e pertanto ogni loro modificazione, ogni fenomeno energetico, ogni funzione biologica collegata a Yin e Yang viene valutata e, nel caso sia richiesto, trattati rispettando i principi dello Yin e dello Yang.

A questo punto si inseriscono le i bagang, che sono otto, ovvero i criteri guida per poter fare una diagnosi. In questo modo si valuta se il disturbo è superficiale o profondo, se è pieno o vuoto, se la patologia è calda o fredda e in base a questo è facile individuare i punti di agopuntura efficaci a muovere il qi, l’energia vitale, il respiro. In medicina cinesi ci sono diversi qi:, uno tra i più importanti è il weiqi: corrisponde all’energia immunitaria, è l’energia che difende il corpo umano dagli influssi esterni, è l’energia che difende la superficie del corpo.

Per la medicina cinese i bambini non sono come gli adulti e pertanto i punti e i canali dell’energia non combaciano tra loro. I bambini hanno una energia che è in piena e costante trasformazione e i Zang Fu, punti dei visceri e degli organi del bambino, sono distribuiti lungo le mani e i piedi. Le funzioni interne del corpo si riflettono sulla superficie esterna del corpo del bambino e così è semplice stimolare delle aree anche molto profonde semplicemente stimolando specifiche zone superficiali. Tutto ciò è possibile perché i bambini sono Yang puro, energia pura e vivace, energia che permette ai bimbi non solo di crescere velocemente, ma anche di reagire alle singole terapie molto più velocemente che le persone adulte. Ecco quindi spiegato perché il massaggio eseguito in età pediatrica agisce positivamente, perché apporta benefici, perché è terapeutico.

Entro i primi tre anni di vita del bambino è possibile utilizzare, come metodica diagnostica, l’ispezione della mano, Hu kou san guan zhimai, ovvero Vena delle tre barriere della bocca della tigre. Attraverso questa disamina è possibile esaminare e differenziare la localizzazione, la natura, l’evoluzione delle malattie. L’esame si esegue strofinando il dito indice sul lato palmare della mano sinistra, se maschi, della mano destra , se femmina. Il dito è diviso in tre falangi o barriere che corrispondono alla barriera del vento, fengguan, alla barriera del qi, qiguan, alla barriera della vita, mingguan. Si procede sfregando con il pollice dal basso verso l’alto e si valuta la presenza della venula sottocutanea: si valuta la sua lunghezza, la sua localizzazione. La prima barriera indica una patologia superficiale acuta che si risolve con poche sedute, il tratto intermedio richiede invece un numero maggiore di trattamenti poiché coinvolge il qi, il terzo, che corrisponde all’ultima falange, richiede un approfondimento in quanto la patologia è più complessa e richiede trattamenti diversi.

In età pediatrica, specie quella dei sei anni, le malattie maggiori sono le malattie dell’apparato orofaringeo, le gastroenteriti che, secondo la medicina tradizionale cinese, sono legate al caldo e al freddo, pertanto agopuntura e tuina sono le terapie che riequilibrano l’organismo.

"La carezza che cura, Massaggio Tuina per bambini"

Per approfondire le vostre conoscenze sul massaggio Tuina, vi consigliamo un bellissimo libro, con 360 illustrazioni: "La carezza che cura, Massaggio Tuina per bambini"di Germana Mamone, edizione Mediterranee. Un manuale per le madri, i padri e tutti coloro che hanno a cuore la salute e lo sviluppo armonico del bambino. 

Fragile, delicato e potente, il bambino è come un germoglio in rapida crescita e trasformazione, sia in condizione di salute – o equilibrio delle funzioni vitali degli organi – che in condizione di squilibrio o malattia. Attraverso una consapevole e attenta osservazione della naturale realtà di salute e malattia del bambino, il massaggio cinese per bambini – tuina – si propone come sostegno di straordinaria efficacia.

Manovre del massaggio Tuina 

I punti del massaggio tuina corrispondono all’agopuntura classica cinese, sono almeno una ottantina e trattano con buon esito le maggiori patologie comuni. La cute va attentamente ispezionata e nel caso in cui ci si trovi di fronte a escoriazioni della cute, a importanti dermatiti o insulti cutanei queste sono delle controindicazioni al trattamento. Frizione, spinta, impastamento, pressione sono le tecniche applicate. Si applicano con il pollice e l’indice e si ripetono almeno tra le 50 e le 100 volte per trattamento, e nel caso in cui si stia trattando un caso acuto si ripetono quotidianamente. Ricordo che è molto importante che queste manovre siano effettuate da personale specializzato.

La manipolazione può causare un fastidioso e doloroso arrossamento della cute, per evitare questo è possibile usare un presidio che prevenga il fastidioso arrossamento e il dolore.

  • Tui: è una manovra di spinta, può essere eseguita in vari modi e a seconda della zona da trattare.
  • Pingui: è la spinta lineare, si esegue con i polpastrelli dell’indice e del pollice o con il taglio della mano. Si applica dalla periferia verso il centro, lungo una linea monodirezionale.
  • Fentui: si esegue con i polpastrelli dei due pollici e li si avvicina e li si allontana dal punto che si vuole trattare. Solitamente si applica sulla fronte, sul torace, su aree vaste.
  • Xantui: è una manovra di spinta circolare che si applica descrivendo dei cerchi attorno a un punto o in una area vasta del corpo.
  • Rou: è una manovra di impastamento che si esegue facendo dei piccoli movimenti circolari con i polpastrelli del pollice o dell’indice su uno specifico punto.
  • An: si applica una pressione perpendicolare con i pollici o con il palmo della mano su punti specifici o su diverse zone del corpo.
  • Mo: si produce uno strofinamento con i pollici delle dita o con il palmo delle mani della zona da trattare. È utile per trattare zone molto ampie.
  • Na: il pollice e l’indice pinzano la cute o il tessuto del punto da trattare. Si applica per trattare le spalle e il collo.
  • Qia: il termine vuol dire “premere con l’unghia”, pertanto risulta molto simile all’azione esercitata dall’ago utilizzato dall’agopuntura. Si pratica premendo per breve tempo e in modo energico su punti e tratti specifici dell’agopuntura. È una manovra molto energica, pertanto usata nelle patologie acute e quando sia necessario rianimare.

Massaggio Shantala

La pratica del massaggio indiano Shantala ha origini lontane, nella regione del Kerala. È una delle più antiche e tradizionali arti indiane che si basa sui principi della Medicina Ayurvedica e che ancora oggi si tramanda da madre in figlia. È uno dei metodi più naturali, dolci, rassicuranti, assolutamente non costosi che si pratica attraverso l’esclusivo uso delle mani, per comunicare al neonato sensazioni di sicurezza, benessere, rilassamento. Questo massaggio per neonati, come si rileva dai testi antichi, nacque dall’esigenza di fornire al neonato una esperienza nella quale si potesse prolungare il contatto intimo del bebè con la madre, in un continuum tra vita uterina e vita esterna. Il massaggio si esegue al mattino presto o al tramonto, in quanto momenti di grande pace e tranquillità, al riparo dai rumori, dalla luce forte, dal vento, con il bimbo a stomaco vuoto. Al neonato servono 10 minuti che aumentano con la crescita del piccino così che a 6 mesi servono 30 minuti e all’anno 1 ora. Una delle condizioni maggiori da rispettare è il ritmo sonno veglia del bimbo, poi se farlo prima o dopo il bagno e quando viene fatto prima del bagno, l’acqua prenderà il posto delle mani materne al fine di distendere il bebè. Importante è avere la mani ben calde, libere da anelli, unghie lunghe, bracciali e pendagli, indumenti a maniche lunghe che possano intralciare e interrompere il massaggio. È importante assumere una posizione comoda, di modo che il massaggio iniziato non si interrompa. Gli oli per il massaggio sono tipici della tradizione Ayurvedica come anche gli Oli Alchemici Valgelata della tradizione alchemica italiana. I primi propongono olio di cocco, rinfrescante e delicato per l’estate, olio di senape riscaldante nella stagione fredda, olio di sesamo come optimum per il miglior massaggio, olio di mandorle dolci per nutrire e ammorbidire la pelle del bambino. L’olio va delicatamente riscaldato e deve anche riscaldare le mani della mamma. I secondi sono Zeabel, Zecalm, Zeol e tengono in considerazione la parte più nobile ed intima del bebè.

Benefici del massaggio sui neonati

Sono 4 i benefici del massaggio neonatale:

  1. stimolazione
  2. rilassamento
  3. conforto
  4. interazione

Studi condotti da Field nel 1996 hanno rivelato come il massaggio nei neonati si accompagni a alte curve di cortisolo, di conseguenza i bimbi:

  • piangono di meno
  • hanno una veglia migliore
  • dormono bene
  • dopo 1 mese di massaggio migliorano il proprio umore e la socievolezza.

Lo scopo e gli effetti del massaggio:

  • Riequilibrio energetico-emozionale
  • Miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica
  • Idratazione cutanea e bonificazione muscolare
  • Stitichezza o diarrea
  • Coliche gassose
  • Insonnia e nervosismo
  • Superamento di traumi affettivi
  • Un miglioramento del ritmo del sonno
  • Normalizzazione del tono muscolare e aumento della flessibilità
  • Miglioramento dei meccanismi di adattamento e degli stati comportamentali
  • Capacità di autoconsolazione
  • Riduzione di ormoni dello stress. Miglioramento dei livelli di ormoni di rilassamento, maggiori livelli di dopamina
  • Minore iperattività e Minore ipersensibilità
  • Sollievo da fastidi della dentizione
  • Eccesso di muco
  • Ipersensibilità al tocco
  • Tensione fisica e psicologica
  • Irritazioni cutanee

.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0