Home Il bambino Sviluppo e crescita

Fermenti lattici, a cosa servono: tutti i benefici per i bambini

di Francesca Demirgian - 22.01.2021 Scrivici

mal-di-pancia-bambini
Fonte: shutterstock
Una guida all'uso corretto dei fermenti lattici: cosa sono, a cosa servono, quando sono davvero utili e tutti i benefici per i piccoli di casa

Fermenti lattici, cosa sono

Con il termine fermenti lattici si indicano tutti quei batteri capaci di digerire il lattosio (zucchero presente nel latte) attraverso un processo di fermentazione. Non tutti i ceppi batterici appartenenti ai cosiddetti fermenti lattici, però, apportano benefici per l'organismo.

In questo articolo cercheremo di fare chiarezza sul concetto di fermenti lattici, per comprendere bene a cosa servono, quali sono i migliori e quali benefici possono apportare nei piccoli di casa, in caso, ad esempio, di mal di pancia e diarrea.

In questo articolo

Fermenti lattici a cosa servono

I fermenti lattici "vivi" sono quelli in grado di apportare benefici alla flora intestinale. Si tratta di batteri che restano vivi, appunto, all'interno dell'apparato digerente e colonizzano la mucosa intestinale; quest'ultima diventa così più resistente e capace di combattere i microrganismi pericolosi.

I fermenti lattici, in adulti e bambini, sono fondamentali per mantenere un equilibrio intestinale e garantire una migliore salute del nostro organismo. I migliori sono quelli che producono acido lattico in maniera prevalente e altre sostanze in minima parte. Nello specifico, dunque, parliamo di batteri appartenenti ai generi Lactobacillus, Lactococcus, Leuconostoc, Pediococcusm e una specie di Streptococcus.

I fermenti lattici rientrano nell'insieme dei cosiddetti probiotici, anche se i due non sono sinonimi come approfondiremo dopo.

Generalmente  migliori per l'organismo, devono avere particolari proprietà di resistenza. Devono, ad esempio, resistere agli acidi gastrici, per poter arrivare vivi nell'intestino. Devono combattere i batteri nocivi che possono causare infezioni all'individuo.

In caso di malattia e di assunzione di antibiotici, ad esempio, può presentarsi uno squilibrio della flora intestinale. E' questo il momento di assumere fermenti lattici in grado di resistere all'azione dell'antibiotico, così da portare i dovuti benefici all'organismo. 

I benefici dei fermenti lattici

I benefici dei fermenti lattici vivi per l'organismo sono molteplici, vediamoli nello specifico:

  • funzione riequilibrante: in caso di uso di antibiotici, di alimentazione scorretta con conseguente alterazione della flora intestinale, possono presentarsi disturbi quali diarrea, meteorismo, stipsi, problemi di digestione, in questo caso i fermenti lattici sono un tocca sana per riportare l'equilibrio
  • funzione immunitaria: l'assunzione di fermenti lattici agisce anche rafforzando le difese immunitarie intestinali, aumenta la produzione di anticorpi
  • funzione nutritiva: infine i fermenti lattici hanno una loro funzione nutritiva, la loro assunzione, infatti, nutre il micobiota intestinale e aiuta le mucose enteriche a far assorbire tutti i nutrienti

Uso dei fermenti lattici nei bambini

I neonati hanno, sin dalla nascita, un'importantissima fonte di fermenti lattici vivi: il latte materno. In età pediatrica, però, la dentizione, possibili infezioni intestinali e terapie antibiotiche potrebbero provocare disturbi digestivi, diarrea, stipsi o indebolire le difese immunitarie. In questi casi l'apporto di fermenti lattici è fondamentale per riequilibrare il funzionamento delle mucose intestinali.

In età pediatrica l'assunzione di fermenti lattici è consigliata in forma liquida, da aggiungere nel biberon ad acqua o altre bevande che piacciono al bambino e può essere acquistata sottoforma di fiale in farmacia.

E' importante sottolineare, però, che i fermenti lattici si trovano anche in alcuni alimenti fermentati, come lo yogurt, i formaggi fermentati, il kefir, alimenti a base di soia e cereali fermentati.

I fermenti lattici aumentano le difese immunitarie?

L'uso di fermenti lattici vivi è fondamentale per equilibrare la flora batterica. Se quest'ultima è sana, infatti, i germi non riescono a diffondersi e ci sono meno rischi di comparsa di infezioni, malattie intestinali. Per questo i fermenti lattici sono fondamentali per rinforzare le difese immunitarie anche dei più piccoli.

In particolare i probiotici sono fondamentali per supportare il sistema immunitario preservandolo da raffreddore, influenza e patologie più serie. Vediamo di seguito quali fermenti lattici appartengono ai probiotici. 

Cosa sono i probiotici

Solo alcuni fermenti lattici appartengono ai probiotici, si tratta di fermenti lattici di origine umana, resistenti all'azione digestiva e in grado di raggiungere integri l'intestino. 

Questo tipo di potenti fermenti lattici è utilizzato soprattutto per equilibrare le funzioni intestinali, rinforzare le difese immunitarie e contrastare gli effetti collaterali dei farmaci antibiotici. Il loro apporto è fondamentale anche in caso di disfunzioni dell'apparato digerente. Secondo alcuni studi - anche se i pareri sono discordanti - i probiotici potrebbero essere benefici anche in caso di vie respiratorie e urinarie e in caso di sindromi infiammatorie e allergie alimentari.

I fermenti lattici probiotici sono quelli che spesso vengono consigliati anche in pubblicità, ad esempio i seguenti:

  • LC1
  • Lactobacillus gasseri
  • Lactobacillus casei
  • Bifidobacterium
gpt inread-altre-0

articoli correlati