Home Il bambino Sviluppo e crescita

Esami del sangue nei bambini: quando farli e come aiutare i piccoli

di Francesca Capriati - 27.02.2024 Scrivici

esami-del-sangue-nei-bambini
Fonte: shutterstock
Esami del sangue nei bambini: dove farli e quali esami fare. Quando fare le analisi del sangue nei bambini e come preparare i bambini al prelievo

In questo articolo

Esami del sangue nei bambini

In linea di massima non è necessario fare gli esami del sangue nei bambini piccoli, a meno che non vengano prescritti dal pediatra in caso di qualche sospetta malattia o condizione medica che richiede un approfondimento o un monotoraggio nel tempo. Ma come aiutare i bambini a fare il prelievo senza paura? E quando può essere utile fare le analisi del sangue?

Esami del sangue bambini: dove farli

Molte volte, l'ospedale pediatrico rappresenta la scelta migliore, perché offre un ambiente adatto ai più piccoli, con personale specializzato nell'approccio pediatrico: fornisce un contesto rassicurante e professionale per i bambini e i loro genitori durante il prelievo del sangue.

In alternativa è possibile rivolgersi anche ad altri centri medici o laboratori specializzati in pediatria, con personale che ha esperienza nel trattare con i bambini e un ambiente accogliente e adatto alle loro esigenze.

Analisi sangue bambini, quando farle

Le analisi del sangue nei bambini non vanno eseguite con check up periodico - come facciamo noi adulti - ma solo per indagare su eventuali problemi o disturbi, per capirne la causa. 

I primi esami del sangue vanno eseguiti nei neonati entro i primi giorni di vita per verificare la presenza di eventuali problemi di salute congeniti. Dopodichè non verranno richiesti dal pediatra a meno che non vi siano problemi di salute. Ad esempio, se il bambino presenta sintomi persistenti come febbre, affaticamento o perdita di peso non spiegata o anemia.

Quali esami del sangue fare ad un bambino?

Le tipologie di esami del sangue da eseguire su un bambino dipendono dalle esigenze diagnostiche specifiche e dalle condizioni mediche sospette. Tuttavia, ci sono alcuni esami comuni che possono essere prescritti dai medici in diversi contesti:

  • Emocromo completo: questo esame fornisce informazioni importanti sulla conta dei globuli rossi, dei globuli bianchi e delle piastrine nel sangue, permettendo di diagnosticare anemie, infezioni o disturbi della coagulazione.
  • Profilo metabolico: questo include esami per valutare la funzionalità di organi come fegato e reni, misurando livelli di enzimi e sostanze chimiche nel sangue.
  • Dosaggio di specifiche sostanze: in base ai sintomi e alle condizioni del bambino, il medico potrebbe richiedere esami per misurare specifiche sostanze nel sangue, come zuccheri, ormoni o vitamine.

Come preparare i bambini al prelievo del sangue?

Il prelievo del sangue può essere un'esperienza spaventosa per i più piccoli, ma possiamo fare qualcosa per renderla meno stressante.

Ecco alcuni consigli utili per preparare i bambini al prelievo del sangue:

  • Spiegare in modo semplice: prima dell'esame, spieghiamo al bambino in modo chiaro e semplice cosa aspettarsi, evitando di utilizzare parole che possano generare ansia.
  • Mantenere la calma: i bambini possono percepire l'ansia dei genitori, quindi è importante rimanere calmi e tranquilli durante il prelievo del sangue per trasmettere loro sicurezza.
  • Distrazione: portiamo con noi giocattoli, libri o dispositivi elettronici per distrarre il bambino durante l'esame.
  • Premiare il coraggio: dopo il prelievo, elogiamo il bambino per il suo coraggio e offriamo una piccola ricompensa per incoraggiare un comportamento positivo in futuro.
gpt inread-altre-0

Articoli correlati

Ultimi articoli