Home Il bambino Sviluppo e crescita

Dal dottore: quali sono le principali paure dei bambini

di Francesco Orlando - 12.06.2013 Scrivici

come-sta-la-mia-giraffa
Per aiutare a fondo i bambini e le bambine, è importante capire quali sono i timori che li assalgono al momento della visita dal dottore

a cura di Parlare con i bambini

Il

timore delle visite mediche

è un po' il filo conduttore di questa rubrica: affrontiamo il

tema della comunicazione medico-paziente

in parte proprio per sconfiggere questo timore sul nascere, come abbiamo detto nel primo articolo. Per questo, è importante che gli adulti, medici e genitori, siano consapevoli di come si può creare tra medico e piccolo paziente una relazione attiva, consapevole e non timorosa.

LEGGI ANCHE: Dal dottore, la comunicazione che fa bene alla salute

Per aiutare a fondo i bambini e le bambine, è importante

capire quali sono i timori che li assalgono

, al momento della visita. Un'indagine attenta del loro punto di vista, infatti, può aiutarci a prevenirle e a dare le risposte adeguate senza limitarci ad un generico (e inefficace) “Ma di cosa hai paura?! Non fa niente, non è niente.”

I bambini temono la separazione dai genitori

: se è necessario che questo avvenga, è bene rassicurarli sulle motivazioni e sul fatto che potranno ritrovarsi presto. In base all'età, può essere consigliabile che una persona faccia loro da punto di riferimento durante i momenti da soli. Ricordo che da piccola ho subito un piccolo intervento e che l'infermiera che mi ha fatto salutare la mia mamma, in sala operatoria mi ha tenuto in braccio durante l'anestia e mi ha aiutata a fare con lei il conto alla rovescia.

La paura di provare dolore è un'altra fonte di preoccupazione

: è importante che gli adulti spieghino ai bambini cosa sentiranno. A volte, può essere utile simulare un piccolo pizzico per preparare i bambini più piccoli alla sensazione di un'iniezione.

LEGGI ANCHE: Dal dottore, affrontare la visita senza paura

La

figura del medico in camice bianco

è di per sé fonte di ansia, specialmente se non è il medico di fiducia già conosciuto dai bambini. Inoltre, la fretta, la concitazione del personale, in certe situazioni, può essere dai bambini come disinteresse o antipatia. E' importante spiegare ai bambini che il contesto spesso induce questi comportamenti e che i medici si stanno prendendo cura di loro. A volte, anche

piccoli segnali di attenzione da parte dei medici

possono essere di grande aiuto: non si deve mai dimenticare che il bambino deve essere 'al centro' della sua relazione di cura.

I bambini temono l'ignoto

che vedono insinuarsi dietro una situazione che non capiscono del tutto: possono immaginare che la loro malattia sia più grave di quanto è stato loro detto, oppure che dovranno affrontare interventi o restare in ospedale. Alcuni possono iniziare a temere che la situazione sia tanto grave da non avere soluzioni.

LEGGI ANCHE: Preparare i bambini alla visita medica

E' davvero importante che

non ci limitiamo, di fronte alla paura dei bambini, a rassicurarli in modo generico o a ridicolizzarli per timori che a noi possono sembrare futili

: la cura non è solo un momento, un episodio, ma un insieme di pratiche e situazioni che accompagneranno i bambini nel loro percorso.

Iniziare in modo fiducioso e rispettoso il rapporto con il medico significa anche imparare ad avere un buon rapporto con la propria salute e affrontare le cure nel modo migliore.  

Una pagina Facebook ed una E-mail per stare in contatto

Parlare con i bambini: ll gruppo Facebook per restare aggiornati e scambiarci opinioni

Se volete inviarci racconti, video o fotografie, scrivete a: parlareconibambini@gmail.com

Link di approfondimento:

Dal Dottore: cosa fare per migliorare il rapporto tra medico, genitori e piccoli pazienti

Dalla rabbia all'im-pazienza: la comunicazione tra bambini, genitori e medici

gpt inread-altre-0

articoli correlati