Home Il bambino Sviluppo e crescita

Dal dottore: cosa dire al momento dell'incontro

di Barbara Leone - 19.02.2013 Scrivici

dimmi-dove-ti-fa-male_1
Quando il bambino sta male e si deve andare dal pediatra è importante esporre con chiarezza i sintomi che il piccolo presenta per fargli capire subito cosa potrebbe avere

a cura di Jessica (Parlare con i bambini)

Che cosa succede? Che cos'ha?

La prima domanda di un incontro con il dottore. Poco meno di un anno fa, dopo la prima giornata estiva passata al mare,

mia figlia di 16 mesi aveva la febbre alta

. Ci siamo presentati al pronto soccorso pediatrico con tantissima ansia e preoccupazione, anche perchè indirizzati dalla guardia medica.

LEGGI ANCHE: Come preparare i bambini alla visita medica

Che cosa succede? Che cos'ha la bambina?

Tanta ansia e una risposta che premeva nella mia testa

: “

Un colpo di sole! Siamo stati al mare tutto il giorno!

”. Tanta ansia, ma anche qualche lettura. E la risposta consigliata, suggerita dagli esperti che all'ultimo si fa strada e riesce a farsi pronunciare, sussurrare da me, nonostante me: “

Ha la febbre alta

”.

Niente di più. Solo il sintomo, oggettivo.

Quello che in effetti ci aveva allarmato e fatto telefonare e poi correre all'ospedale.

LEGGI ANCHE: Dal dottore, la comunicazione che fa bene alla salute

Perchè questa risposta semplice viene consigliata dagli esperti?

Perchè, come si dice spesso, la medicina è più arte che tecnica. Prima comunicazione e riflessione e poi tecnica. Perchè il medico, quando viene a conoscenza di un

sintomo

, inizia a riflettere sulle cause e a pensare alle soluzioni, ma se, per timore, ansia, sospetto, mettiamo il medico su una falsa pista, potrebbe poi servire tempo per lui o per lei ritornare indietro, ripartire con il suo percorso e cercare da capo una nuova diagnosi.

La piccola Bibi aveva placche alla gola.

Io ho fatto pace con il mio senso di colpa. Il mare e gli scogli e i piccoli granchi sono stati i nostri amici per tutta l'estate, restando attenti però ai cambi bruschi di temperatura.

Se vi va,

raccontateci anche le vostre storie

, per riflettere e imparare insieme come, da infermieri medici genitori e familiari, possiamo migliorare il rapporto dei bambini e delle bambine con la loro salute.

gpt inread-altre-0