Home Il bambino Sviluppo e crescita

Come gestire l'aggressività nei bambini

di Monica De Chirico - 16.07.2013 Scrivici

non-ragionare-con-un-bambino
Alcuni bambini presentano dei comportamenti aggressivi e violenti che i genitori non riescono sempre a capire e gestire. Ecco una guida su come aiutarlo a controllare le sue emozioni e mantenere la calma

Alcuni bambini presentano dei comportamenti aggressivi e violenti che i genitori non riescono sempre a capire e gestire. Sbalzi d'umore, morsi, calci o graffi rappresentano spesso una reazione del bambino a emozioni che non riesce a controllare. Dietro questi atteggiamenti aggressivi spesso si nascondono paure o richieste di attenzione o ascolto.



LEGGI ANCHE: L'aggressività e la rabbia nei bambini


Un certo livello di aggressività è normale nei primi anni di vita dei più piccoli, ma come affrontarla? Ecco una guida con 10 consigli su come gestire i comportamenti violenti di vostro figlio e come aiutarlo ad imparare altri modi per esprimere le sue emozioni.

Prima di tutto fagli capire che accetti e comprendi le sue paure, ma non le sue reazioni violente (LEGGI). Come sostiene Tovah Klein, direttore di un centro di sviluppo per bambini a New york, il bambino deve sentirsi rassicurato che non considerate i suoi sentimenti strani o incomprensibili, ma deve capire che ci sono altri modi per gestire le sue emozioni forti.

Evitate di chiedere a vostro figlio, "Come ti sentiresti se qualcuno lo facesse a te?". I bambini non hanno la maturità mentale o emotiva per provare empatia, dice Klein. Meglio far capire loro le conseguenze dei loro gesti (LEGGI): se colpisce qualcuno al parco giochi, tornate a casa. Se morde un altro bambino perchè non vuole che prenda il suo giocattolo, fate sparire l'oggetto della contesa.

Insegnate al vostro piccolo dei trucchetti per gestire le sue emozioni e mantenere la calma (LEGGI). Invece di dirgli che cosa non fare, suggerite cosa può fare in alternativa. Invece di ordinargli: " non devi alzare le mani" potrete invitarlo a incrociare le braccia e stringerle a sè quando ha voglia di spingere o colpire un altro bambino.

GUARDA QUI GLI ALTRI CONSIGLI SU COME GESTIRE L'AGGRESSIVITA' NEI BAMBINI

gpt inread-altre-0

articoli correlati