gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-bambino-0
1 5

Arte e bambini: perché è importante abituare i bimbi all'arte sin da piccoli

/pictures/2018/02/14/arte-e-bambini-perche-e-importante-abituare-i-bimbi-all-arte-sin-da-piccoli-2701871094[980]x[409]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-bambino

Un viaggio nel complesso legame tra arte e bambini alla scoperta dei tanti benefici dell'educazione artistica sin da piccoli e consigli pratici

Arte e bambini

Stando ad un recente rapporto Save The Children un bambino su 10 tra i 6 e i 17 anni di età nel 2016 non è mai andato al teatro o al museo, non ha visitato mostre, monumenti o siti archeologici. Eppure non ci sono dubbi che l'arte svolga un ruolo importante nello sviluppo e nella crescita dei bambini e che vada stimolata la curiosità e la creatività, in modo da gettare le basi affinché sin da piccoli si apprezzi la bellezza dell'arte e le emozioni che è in grado di suscitare.

Importanza dell'arte per i bambini

Imparare a creare arte ed apprezzare l'estetica visiva è molto importante per lo sviluppo delle nuove generazioni, soprattutto in un contesto sociale in cui si vive molto di fretta e l'universo emotivo è spesso delegato ai social e al virtuale. Offrire ai bambini uno spazio personale per creare, nonché sensibilizzarli all'educazione artistica, vuol dire non solo creare il presupposto affinché sappiano guardare il mondo con occhio critico e consapevole, ma anche donare loro un luogo intimo, segreto e libero all'interno del quale poter manifestare sentimenti ed emozioni senza filtri.

I benefici dell'arte nello sviluppo del bambino

Coinvolgere, quindi, i bambini nelle arti visive (sia lasciando che creino sia portandoli al museo o alle mostre per stimolare la loro educazione artistica) può avere importanti e benefiche ripercussioni sulla loro crescita:

  • capacità motorie: saper tenere un pennello o un pennarello è un'abilità che si affina con la pratica e già a quattro anni i bambini dovrebbero saper disegnare un cerchio con sicurezza e usare le forbici per tracciare una linea. Spesso diamo per scontato che i bambini sappiano disegnare o lo faranno quando andranno a scuola, in realtà mettere in mano colori e pennelli sin dalla tenera età allena le loro capacità di coordinamento;
  • espressione dei sentimenti e sviluppo linguistico: i genitori dei bimbi piccoli possono disegnare degli oggetti, stimolando la curiosità, per poi pronunciare il nome di ogni oggetto; disegnare, invece, per i bambini più grandi vuol dire dare voce e colore a sentimenti che difficilmente si riesce ad esprimere con le parole;
  • educazione visiva: i bambini di oggi sanno bene come accendere ed usare tablet e smartphone, il che dimostra che acquisiscono informazioni visive ben prima di poter leggere. Lavorare l'argilla, infilare perline in un filo, incollare piccoli oggetti su tela o carta, creare e dipingere sono attività molto importanti per aiutare i bambini a conoscere il mondo e riuscire ad interpretare, criticare ed anche utilizzare le immagini visive;
  • consapevolezza culturale: portare i bambini in un museo, parlare con loro di un'opera d'arte approfondendo anche il contesto storico significa dare loro le basi per la costruzione di una coscienza critica e culturale. In questo modo avranno gli strumenti per poter interpretare il mondo che li circonda e distinguere i messaggi contraddittori o negativi;
  • sviluppo delle capacità critica e di risoluzione dei problemi: creare senza limiti o paletti significa sperimentare, esplorare, prendere decisioni e tutto ciò rafforza il pensiero critico e il problem-solving. Inoltre quando i bambini vengono incoraggiati ad esprimersi e ad assumersi dei rischi nella fase di creazione artistica sviluppano una certa capacità di innovare che sarà molto importante nella vita adulta.
I dieci bambini prodigio dell'arte contemporanea

Come coltivare l'amore per l'arte nei bambini

  • Portate i bambini al museo sin da quando sono piccoli: si tratta di luoghi magici, ricchi di colori e oggetti interessanti. Ritornate al museo più volte man mano che i bambini crescono perché scopriranno sempre qualcosa in più e vi faranno domande sempre diverse;
  • sin da piccolissimi mettete a loro disposizione, su un piccolo tavolino o una mensola accessibile, pennarelli, matite, fogli, colori in modo che possano "fare arte", scarabocchiare e colorare ogni volta che lo vorranno;
  • create una scatola dell'arte con perline, forbici, pezzi di stoffa, pietre colorate ed ogni altro strumento che potrebbe servire per “fare arte” e dedicatevi insieme a loro alla realizzazione di un'opera;
  • mettete a disposizione giocattoli adatti: ad esempio su bARTolomeo.education c'è un  gioco digitale per conoscere l'arte attraverso l'osservazione e la storia di cinque famosi capolavori. Grazie a “La ragazza con l’orecchino di perla” di Johannes Vermeer si scopre che ogni elemento ha un significato e nasconde una storia. Con Giuseppe Arcimboldo e “L’imperatore Rodolfo II come Vertumno” s'impara l'osservazione dei dettagli e la lettura dell’insieme; con “Alice” di Amedeo Modigliani s'impara a individuare le forme e i volumi per disegnare un personaggio; con Pablo Picasso e “Uomo con clarinetto” s'impara a scomporre e superare la forma; con l'autoritratto di Vincent Van Gogh si osserva l’uso del colore. La lettura di ogni dipinto costituisce una piccola sfida, uno stimolo alla progressiva comprensione degli elementi che costituiscono il linguaggio visivo.

Libri sull'arte per bambini

Ecco una selezione di libri che possiamo mettere a disposizione dei nostri bambini per stimolare la curiosità nei confronti dell'arte e la loro creatività:

  • Disegna con le impronte chiede di utilizzare solo le dita per creare forme diverse e colorate
  • Pietra dopo Pietra: una scatola contenente un libro, pietre, colori per scoprire le mille possibilità di creare qualcosa di stupefacente solo con quattro pietre grazie alle idee illustrate dal premiato disegnatore Isidro Ferrer.
  • Il gioco dell'arte: è un gioco in cui si collezionano i dipinti e si allestisce una grande mostra. Adatto dai 7 ai 107 anni. Contiene 54 carte da gioco e un libro.
  • Il signor Kandinsky era un pittore: in questo libro si racconta il viaggio, oltre il tempo e lo spazio, di colori e forme e segni e suoni. Come dipingeva e dove cercava l'ispirazione il signor Kandinsky? Come veniva fuori quell'esplosione di colore che caratterizza la sua opera? Con illustrazioni realizzate con collage di diversi materiali, pezzi di carta e legno decorati ad acquarello e incollati su carta.
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0