Home Il bambino Svezzamento

Come iniziare lo svezzamento: schemi e consigli

di Francesca Capriati - 27.05.2021 Scrivici

come-iniziare-lo-svezzamento
Fonte: shutterstock
Come iniziare lo svezzamento: schemi dei pasti all'inizio dello svezzamento. Quando dare la frutta. Come capire quando iniziare lo svezzamento

Come iniziare lo svezzamento

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità il neonato andrebbe allattato al seno in modo esclusivo per i primi sei mesi di vita e solo dopo si può partire con lo svezzamento, con frutta e dalla pappa. Ma come iniziare lo svezzamento e da quali alimenti partire?

In questo articolo

Come iniziare lo svezzamento a 4 mesi

A 4 mesi in genere il pediatra può consigliare di cominciare ad introdurre una frutta semplice, dal gusto e dalla consistenza gradevole e facilmente digeribile come:

  • mela;

  • pera.

Possiamo optare per un omogeneizzato di frutta oppure per un frutto frullato. Ricordate che la frutta non sostituisce nessun pasto a base di latte, quindi a 4 mesi l'alimentazione resta composta da almeno 4 pasti a base di latte, in formula o materno, e la frutta può essere proposta come spuntino a metà pomeriggio. Non bisogna forzare il bambino a mangiarla e per facilitare l'accettazione del cucchiaino è consigliabile utilizzare un cucchiaino in silicone, che per materiale e morbidezza è certamente più gradito di uno in acciaio o plastica.

Svezzamento schema dei pasti

In linea di massima, anche se le linee guida più recenti non danno limiti o impostazioni fisse e vincolanti, i genitori procedono in questo modo:

  • a 4 mesi la frutta;
  • a 5 mesi la prima pappa e 3 pasti a base di latte;
  • dai 6 mesi in poi due pappe e due pasti a base di latte. 

I primi alimenti da introdurre sono:

  • cereali e farine a base di riso, mais e tapioca in crema;
  • omogenizzato a base di carne bianca e formaggino;
  • olio extravergine d'oliva;
  • passato di verdure (all'inizio patata, carota e zucchina, in seguito si pososno aggiungere anche altre verdure).
  • una spruzzata di parmigiano grattugiato.

Il sale non va mai utilizzato. Per quanto riguarda le allergie le nuove indicazioni non prevedono particolari tempistiche o restrizioni. Come spiega il Ministero della Salute non c'è bisogno di introdurre gradualmente i cibi allergizzanti, ma si può procedere come si preferisce.

Come iniziare lo svezzamento con la frutta

Come dicevamo la frutta è il primo alimento che può essere proposto al bambino durnate lo svezzamento. Si inizia con un frutto dolce e dalla consistenz agradevole come la mela, la pera o la prugna. Dopo il 5 mese si può aggiungere anche banana, e poi progressivamente gli altri frutti come le albicocche o le pesche. 

Possiamo sia preparare un frullato di frutta sia optare per gli omogeneizzati. 

Come capire quando iniziare lo svezzamento

Come possiamo capire che il nostro bambino è pronto per iniziare lo svezzamento e passare da un'alimentazione a base esclusivamente di latte ad una che preveda anche dei cibi semi solidi? Gli esperti spiegano di valutare tre elementi importanti:

  1. Il bambino in grado di stare seduto da solo?
  2. Il bambino mostra interesse verso il cibo?
  3. Il bambino ha raddoppiato il peso dalla nascita?

Se le risposte a queste domande sono affermative allora possiamo ritenere che sia giunto il momento di iniziare lo svezzamento.

Ad ogni modo non esistono tempi uguali e ogni bambino ha le proprie esigenze i personali ritmi di crescita. L'OMS ribadisce che il lattante a 6 mesi è pronto a ricevere cibi solidi perché si è completata la maturazione intestinale e il bambino è in grado di afferrare, masticare e deglutire i cibi semisolidi.

Autosvezzamento come iniziare

Definito "alimentazione complementare a richiesta", l'autosvezzamento è ormai una pratica piuttosto diffusa, soprattutto da quando i pediatri hanno abbandonato schemi di svezzamento molto rigidi e lasciato più libertà di scelta nell'introduzione degli alimenti nello svezzamento. In cosa consiste e come iniziare?

Si inizia a partire dai 6 mesi, quando il bambino riesce a star seduto da solo sul seggiolone, mi mostra curioso nei confronti del cibo e ha perso il "riflesso di estrusione", cioè quello che gli fa "tirare fuori la lingua se si stimola la bocca, necessario per la suzione al seno"
I bambini vengono guidati all'avvicinamento ai cibi solidi in modo tale da lasciarli liberi di assaggiare, mangiare tutto ciò che viene proposto in tavola insieme al resto della famiglia, mangiando con le mani.

Chi sostiene l'autosvezzamento ritiene che i bambini sono in grado di autoregolarsi e di mangiare quello di cui hanno bisogno. Durante il pasto con i genitori, il bambino potrà assaggiare quello che mangiano tutti, in modo da scoprire cosa gli piace. E' un ottimo modo per modificare in meglio le abitudini alimentari dell'intera famiglia dal momento che è importante sempre offrire al bambino cibi sani.

gpt inread-altre-0

articoli correlati