Home Il bambino Svezzamento

Colazione nello svezzamento: cosa proporre?

di Francesca Capriati - 30.06.2022 Scrivici

colazione-svezzamento
Fonte: shutterstock
Colazione svezzamento: Quando si introduce la colazione nello svezzamento e cosa dare per colazione, alternative al latte e idee ricette

Colazione svezzamento

Quando iniziamo lo svezzamento siamo abituate a focalizzarci soprattutto sulla preparazione delle pappe e sulla loro organizzazione dell'arco della giornata, mentre la colazione sembra essere l'ultimo dei pensieri. Eppure sappiamo bene che la prima colazione è il pasto più importante della giornata e lo è sin dalla prima infanzia. Quindi eccoci con qualche idea sulla colazione nello svezzamento, alternative al latte e prime ricette.

In questo articolo

Quando si introduce la colazione nello svezzamento?

Al risveglio al mattino, a partire dai 6 mesi, quando si inizia con la prima pappa, il bambino ovviamente ha fame e il modo migliore per iniziare la giornata è una buona colazione. Il latte resta uno degli alimenti principali: il bambino ne ha ancora bisogno, che sia materno o artificiale, e in genere fa due poppate al giorno, una la mattina e una la sera (tre se nel primo mese di svezzamento introduciamo solo una pappa).

Quindi il biberon di latte è la più comune e apprezzata colazione dei bambini in fase di svezzamento, e per la maggior parte di loro lo resterà per tutta la vita.

Colazione svezzamento 6 mesi

Quindi a sei mesi, quando si inizia con lo svezzamento, la mattia il bambino beve abitualmente il latte: o materno oppure in formula. In media il bambino a questa età assume 250 grammi di latte ad ogni poppata. La mattina quindi possiamo preparare un biberon con 250 ml di latte e possiamo scioglierci due o tre biscotti granulati o prima infanzia. Agitiamo bene ed ecco preparata la più gradita delle prime colazioni!

Colazione neonato 8 mesi

Questa idea di prima colazione prosegue anche a 7 e 8 mesi, quando avremo introdotto la seconda pappa. A questo punto lo schema alimentare giornaliero del nostro bambino prevede:

  • un pasto a base di latte (250ml con biscotti),
  • una pappa,
  • una merenda o snack,
  • la pappa della sera,
  • eventualmente un'altra poppata prima di andare a dormire (250ml con preferibilmente senza biscotti).

Idee colazione bambini 1 anno

Intorno ai 10 mesi possiamo anche cominciare a diversificare la prima colazione proponendo, ad esempio:

  • pappa lattea;
  • yogurt con piccoli cereali;
  • frutta;
  • una fettina di pane con miele o marmellata;
  • spremuta.

La prima colazione deve apportare il 20% della quota calorica giornaliera, quindi - secondo i dati LARN - circa 200-280 kcal.

Questa quota si raggiunge facilmente con soli 250 ml di latte, quindi se vogliamo aggiungerci anche cereali o biscotti possiamo leggermente diminuire la quantità di latte.

Cosa dare a colazione ai bambini al posto del latte?

Cosa proporre se i bambini non gradiscono troppo il latte? Prima di elencarvi qualche alternativa è fondamentale sottolineare quanto sia importante abituare i bambini a fare la prima colazione sin da piccolissimi. Molti bambini, arrivati in età scolare, non fanno la colazione e vanno a scuola praticamente digiuni: una circostanza che arriva a pregiudicare non solo le abilità fisiche, ma anche quelle cognitive e di concentrazione.

Vediamo alcune idee di colazione senza latte:

  • fetta di pane tostato con marmellata e spremuta di arancia;
  • yogurt alla frutta e cereali;
  • frullato di latte con banane e fragole con pane tostato;
  • una fetta di torta fatta in casa come la torta margherita o torta alle mele, con un bicchiere di spremuta di arancia;
  • pancake con frutta o marmellata o un velo di crema alla nocciola;
  • toast con leggera farcitura e spremuta.

Se vogliamo continuare a proporre il latte a colazione possiamo provare anche a cambiargli il sapore: aggiungiamo un cucchiaino di cacao solubile oppure di miele.

Porridge svezzamento

Il porridge, la classica zuppa d'avena, è l'alimento principale delle prime colazioni inglese (breakfast). Possiamo prepararlo seguendo questa ricetta di Giallozafferano versando fiocchi d'avena in un pentolino insieme a latte e acqua, aggiungiamo sale e miele e cuociamo a fuoco dolce per un paio di minuti. Possiamo poi abbinarlo a frutta, al coccolato, alla confettura.

gpt inread-altre-0

articoli correlati