gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-bambino-0
1 5

Zanna Bianca, la Recensione del primo film d'animazione basato sul romanzo di Jack London

/pictures/2018/10/01/zanna-bianca-la-recensione-del-primo-film-d-animazione-basato-sul-romanzo-di-jack-london-3658774033[1192]x[498]780x325.jpeg Ufficio Stampa
gpt native-top-foglia-bambino

La Redazione di PianetaMamma è stata invitata all'anteprima nazionale di "Zanna Bianca" a Cinecittà Worl, nuovo film d'animazione, con la voce narrante di Toni Servillo ispirato al romanzo di Jack London, perfetto per far scoprire un grande classico ai bambini

Zanna Bianca, recensione del film del 2018

Era, in lui, un’eredità selvaggia, la paura del colpo e della trappola che gli aveva provocato l’impulso panico di evitare i contatti. E ora col padrone d’amore, quel suo insinuarsi e premere era un deliberato atto di abbandono e di impotenza; un’espressione di fiducia perfetta, di dedizione assoluta. Come se avesse detto: “Sono nelle sue mani. Fai di me quello che vuoi

Zanna Bianca è uno dei più bei romanzi di formazione, scritto da Jack London e pubblicato per la prima volta nel 1906, romanzo speculare all'altro grande capolavoro ambientato nel freddo Nord dei cercatori d'oro e dei cani da slitta, Il richiamo della foresta.
Di questa meravigliosa storia di coraggio, crudeltà e redenzione sono state fatte, negli anni, molte trasposizioni cinematografiche, ma mai era stato tentata la via dell'animazione. 
Fino ad oggi, dato che Alexandre Espigares si è voluto prendere la briga di tentare l'impresa facendone un film d'animazione "per bambini grandi".

Zanna Bianca: Sinossi del film

Zanna Bianca è un fiero e coraggioso cane lupo, con un quarto di sangue di lupo nelle vene, nato nelle fredde regioni canadesi. Dopo essere cresciuto negli spazi innevati e ostili del Grande Nord allevato con amore dalla coraggiosa madre Kiche (non si fa riferimento al padre, ma dal romanzo lo sappiamo morto dopo un combattimento con una lince), viene raccolto dal capo indiano Castoro Grigio che vive con la sua tribù. Un giorno Castoro Grigio porta con sè Zanna Bianca in città dove va regolarmente a vendere oggetti prodotti dalla sua gente, ma un cane bello e fiero come Zanna Bianca non manca di essere notato da crudeli figuri come Smith Bellezza, un raccappricciante omuncolo che vuole farne un cane da combattimento.
Zanna Bianca, dopo un periodo di botte e combattimenti, viene salvato dallo sceriffo e da sua moglie, e grazie a loro imparerà a controllare il suo istinto selvaggio, diventando loro compagni amato e fedele
Focus Wild e Zanna Bianca ti portano a giocare e a imparare con il tuo cane

Come apprendiamo dalle parole dello stesso regista questo non è il solito film d'animazione bello e buono. "Il mio primo pensiero è stato quello di farne un western all’italiana. Essendo un grande fan di questo genere, intravedevo l’opportunità di percorrere questa strada. Per una volta tanto gli animali non parlavano e non cantavano. La logica era quella di seguire l’animale nella natura, senza dialoghi; un presupposto che ho voluto preservare a qualsiasi costo. Anche quando si passava vicino agli esseri umani non volevo che ci fossero troppi dialoghi. Un film, secondo me, deve raccontarsi prima di tutto attraverso le immagini, non attraverso le parole. Senza voler criticare nessuno, ritengo che i film di animazione spesso abbiano la tendenza a spiegare eccessivamente la trama, a voler prendere troppo lo spettatore per mano. Soprattutto i bambini, perché spesso  si teme che non riescano a capire tutto; cosa su cui io non sono assolutamente d’accordo".

Questo Zanna Bianca di Espigares, a metà tra documentario e storia, non è un film per bambini ma piacerà molto ai bambini (tutti quelli presenti all'anteprima erano assolutamente partecipi ed entusiasti) perchè guardandolo non è piccoli che si sentono, non sono spinti a imparare jingle e canzoncine nè a spezzare la visione di una storia che è molto poco musical, con i balletti. Qui gli animali sono quelli a cui siamo abituati e quindi non parlano pur provando ed esprimendo emozioni in altri modi, ma sono gli umani a parlare con loro.

Anche il design dei personaggi non è "da bambini" anzi. Il design è particolarmente realista ed esagerato, spesso duro e caricaturale, i cattivi poi sono brutti davvero, quasi repellenti, maschere tragiche e crudeli in ogni smorfia e ruga.
I fatti sono lì, nudi e crudi, raccontati da una voce narrante che e' quella, in italiano, di Toni Servillo, e che ci parla della crudeltà del Nord dei cercatori d'oro e delle riserve indiane, della lotta per la sopravvivenza, della crudeltà di chi uccide per un pugno di dollari. 

Le differenze tra il romanzo di Jack london e il film d'animazione del 2018

Il film è chiaramente ispirato e tratto dal romanzo di Jack London Zanna Bianca, ma nel film, vuoi per mancanza di tempi, vuoi per difficoltà di rendere determinati passaggi, alcuni punti sono stati trattati diversamente rispetto alla scrittura originale. 

La storia del libro non con due lupi, mamma e cucciolo come nel film, ma con due uomini che cercano di attraversare la foresta con una slitta trainata da sei cani per trasportare il corpo di un morto,  tallonati da un branco di lupi guidati da una lupa. Tutto il branco si batte per accoppiarsi con quella femmina dominante ma la spunterà il Guercio e i due avranno 5 cuccioli, tra cui, appunto Zanna Bianca, ma la carestia invernale fa strage. Morirano quasi tutti i cuccioli tranne uno e morirà pure il Guercio in un combattimento con una lince (scena che viene riproposta nel film, ma qui sarà la madre a combattere).

Allevato dalla coraggiosa e fiera madre un giorno il lupetto si imbatte in un gruppo di indiani, capitanati da Castoro Grigio che riconosce in Kiche, la madre una sua vecchia cagna da slitta: si impossessa della madre e del cucciolo, dando a quest'ultimo il nome di Zanna Bianca per le zanne bianchissime e molto rare che possedeva.
Kiche viene venduta, Zanna Bianca dovrà farsi rispettare dagli Husky e crescerà forte ma solitario. 
Come nel film, anche nel libro, Castoro Grigio lo  porterà con sè a Fort Yukon a vendere guanti in pelle e lì Smith Bellezza, un orrendo figuro losco, cercherà e riuscirà a sottrarglielo per farlo combattere contro altri cani.
I modi sono diversi tra film e libro, dato che in quest'ultimo sarà l'alcolismo a costringere il capo indiano a separarsi dal cane lupo. 
Dopo innumerevoli combattimenti Zanna Bianca che è stato un campione è ora stanco e terrorizzato dal bastone ma verrà salvato da Weedon Scott, giovane e ricco commerciante californiano nel libro, sceriffo nel film.
Da questo punto i fatti tra libro e film sono spesso dissimili ma uguali nel concetto. Weedon e la moglie resituiscono speranza e amore a Zanna Bianca che non mancherà di farsi valere aiutando Weedon a rimettere in carcere un pericoloso assassino. Siamo in California nel libro, mentre nel film non ci si allontana mai dal Canada e anche il finale sarà diverso, seppur bellissimo in entrambi i casi.
Non vi resta che scoprirli entrambi!

Gli altri film ispirati al libro Zanna Bianca

1973: Zanna Bianca, con Franco Nero, Virna Lisi e Fernando Rey
1974: Il ritorno di Zanna Bianca, con Franco Nero, Virna Lisi, sequel del film del 1973
1974: Zanna Bianca alla riscossa, regia di Tonino Ricci 
1974: I figli di Zanna Bianca, regia di Maurizio Pradeaux 
1975: Zanna Bianca e il cacciatore solitario di Alfonso Brescia 
1977: Zanna Bianca e il grande Kid, regia di Vito Bruschini con 
1991: Zanna Bianca - Un piccolo grande lupo (White Fang) di Randal Kleiser con Klaus Maria Brandauer, Ethan Hawke e Seymour Cassel
1994: La leggenda di Zanna Bianca (White Fang 2: Myth of the White Wolf) di Ken Olin con Scott Bairstow, Ethan Hawke e Alfred Molina, sequel del film del 1991

Informazioni sul film

Il trailer di Zanna Bianca

 

gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0