Home Il bambino Sport e tempo libero

Tappo - Cucciolo in un mare di guai, la recensione

di Barbara Leone - 20.01.2020 Scrivici

tappo-cucciolo-in-un-mare-di-guai-la-recensione
Fonte: Ufficio Stampa
Dal 23 gennaio arriva al cinema Tappo - Cucciolo in un mare di guai: noi lo abbiamo visto in anteprima e vi spieghiamo perché dovreste vederlo insieme ai bambini

Tappo - Cucciolo in un mare di guai

Sulla scia dei film che hanno per protagonisti i nostri animali domestici, Eagle Pictures presenta Tappo - Cucciolo in un mare di guai, il nuovo film di animazione che arriverà al cinema dal 23 gennaio 2020. Il film è diretto da Kevin Johnson, mentre la storia è stata scritta da Jordan Katz, Judah Miller, Rob Muir, John Paul Murphy e Harland Williams. Tra i doppiatori della versione originale del film, c'è anche César Millan, famoso addestratore di cani, conosciuto anche in Italia per il suo programma in cui dava consigli sul rapporto tra padroni e cani.

Se amate le storie che hanno per protagonisti gli animali domestici, non potete perdere questo nuovo film. Una storia semplice, ma che tratta argomenti importanti. E fa capire cosa è veramente fondamentale nella vita.

La trama

Protagonista della storia è Tappo, un cane viziato, abituato a vivere nel lusso, grazie alle cure della sua ricca padrona. Quando la donna muore, il cane si ritrova all'improvviso senza una casa. Charles e Victoria, i figli eredi della donna, infatti, non vogliono saperne niente di Tappo e lo mandano via da casa. Il cagnolino si ritrova così immerso nel mondo reale, molto diverso da quello a cui è abituato. Non ha più un letto comodo per dormire e deve procurarsi il cibo da solo, se vuole mangiare.

Nel frattempo gli eredi della donna, scoprono che nel testamento la madre ha lasciato scritto che tutti i suoi beni andranno a chi si prenderà cura del suo cane. E così, in una lotta contro il tempo, si mettono alla ricerca del cane, prima che il notaio scopra che lo hanno mandato via.

Tappo, da solo nella grande città, si ritrova a dover affrontare varie avventure, finché Zoe, una giovane ed aspirante cantate, decide di accoglierlo a casa sua. Un appartamento, che si trova in un seminterrato ed è quindi molto diverso dalla lussuosa villa a cui Tappo è abituato. Ma la giovane ragazza lo fa sentire amato.

Cosa accadrà quando Charles e Victoria troveranno Tappo e, anche se non sono interessati a prendersi cura di lui, lo riporteranno a casa per cercare di impossessarsi dell'eredità?

Perché andare al cinema a vedere il film

Tappo - Cucciolo in un mare di guai è un bel film, che sicuramente piacerà ai bambini. Anche se all'inizio Tappo è un cucciolo molto viziato, ci si affezionerà facilmente a lui, soprattutto nel momento in cui questo piccolo cane si ritroverà lontano dall'ambiente che ha sempre frequentato e dovrà fare cose che non aveva mai pensato di fare.

Ma sopratutto è un film che ti fa capire l'importanza dei veri sentimenti, dell'amore che un essere umano può dare al proprio cucciolo, indipendentemente dall'aspetto economico. Perché i veri sentimenti non hanno bisogno di soldi per esprimersi. E poi fa capire anche l'importanza dell'amicizia che ti aiuta ad affrontare qualsiasi problema.

Un film che dà una visione della vita ottimistica. Anche quando tutto sembra andare male, può sempre accadere qualcosa che ti cambia la vita e te la migliora. Tutte tematiche importanti che si possono spiegare ai bambini partendo proprio da questa semplice storia.

Ed allora correte al cinema a vedere il film di Tappo dal 23 gennaio!

Tappo, Cucciolo in un mare di guai. Clip in esclusiva

gpt inread-altre-0

articoli correlati