Nostrofiglio.it
1 5

18 maggio Giornata Internazionale dei Musei: perché portare i bimbi al museo

/pictures/2019/05/15/18-maggio-giornata-internazionale-dei-musei-perche-portare-i-bimbi-al-museo-3783270755[980]x[409]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-bambino
Il 18 maggio è la Giornata Internazionale dei Musei: i pediatri della SIPPS ci spiegano perché è importante portare i bimbi al museo sin da piccoli

Giornata Internazionale dei Musei

Il 18 maggio è la Giornata Internazionale dei Musei e possiamo cogliere l'occasione per portare i nostri bambini  a visitare uno dei musei cittadini. La SIPPS (Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale) sottolinea l'importanza di visitare musei, pinacoteche e Gallerie d'arte fin dalla più tenera età perché oggi i musei stimolano la fantasia e fanno sentire viva la storia.

Il Dottor Giuseppe Di Mauro, Presidente SIPPS, spiega:

Da semplice e polverosa esposizione di reperti recuperati dalla memoria dei tempi  il museo è diventato un sottile e forte tramite non solo con il passato ma anche e soprattutto con il presente e il futuro. Non più, insomma, il luogo dove ammirare soltanto com’era il mondo di una volta ma anche una macchina del tempo che consente di proiettarsi in scenari diversi della nostra era, sviluppare consapevolezza della realtà con le sue innumerevoli minacce e contraddizioni e vivere simulazioni realistiche di quanto potrebbe creare o distruggere l’uomo

Insomma, oggi più che mai il museo è uno spazi vivo e attuale sempre più coinvolgente: il bambino non è solo uno spettatore passivo ma un protagonista attivo  di un percorso conoscitivo unico e irripetibile. E la conferma arriva anche dai tanti eventi e laboratori per bambini che vengono regolarmente organizzati all'interno dei musei italiani.

Giornata Nazionale delle famiglie al museo

Perché portare i bambini al museo

Il dott. Di Mauro spiega che il museo stimola la fantasia e la curiosità, fa sentire viva la storia:

aiuta a comprendere lo stile di vita, la sofferenza e le disillusioni dei nostri antenati, ma sensibilizza anche al rispetto del nostro patrimonio culturale, artistico e ambientale

Inoltre, come chiarisce il dott. Piercarlo Salari, pediatra responsabile del Gruppo di lavoro per il sostegno alla genitorialità della SIPPS, il museo:

è un terreno fertile che invita ciascuno a preservare e coltivare i valori fondanti la civiltà, a prendere consapevolezza del lungo e tortuoso cammino che ci ha portato fino a oggi e al tempo stesso a evitare di ripetere alcuni errori che intere città o popolazioni hanno pagato con il prezzo della vita.

Portare i bambini al museo, quindi, è un modo per far conoscere ai più piccoli la nostra storia e le nostre radici, vivendo viaggi nel passato grazie ad opere d'arte e dipinti, ma anche sfruttando le moderne tecnologie che oggi arricchiscono i musei di tutto il mondo e che coinvolgono visitatori di ogni età.

Per approfondire

gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0