Home Il bambino Sport e tempo libero

Dreambuilders , la fabbrica dei sogni: dal 10 settembre al cinema

di Francesca Capriati - 04.09.2020 Scrivici

dreambuilders-poster-del-film-2
Fonte: ufficio-stampa
Dreambuilders la fabbrica dei sogni: il film d'animazione è un'ottima occasione per tornare al cinema dopo tanto tempo. In uscita il 10 settembre 2020

Dreambuilders, la fabbrica dei sogni

"Mamma andiamo a cinema?", è stata una delle domande più frequenti che i mie figli mi hanno posto in questi mesi di lockdown e di vacanze estive. I cinema finalmente stanno riaprendo e se anche voi siete in astinenza da un rilassante pomeriggio in sala in compagna dei bambini, il 10 settembre è la data da annotare in agenda. E' il giorno in cui nelle sale cinematografiche italiane uscirà DREAMBUILDERS – LA FABBRICA DEI SOGNI, un delizioso film d'animazione danese che fa ciò che promette: ci regala un ritorno al cinema sereno, emozionante, divertente.

Noi lo abbiamo visto in anteprima e ve lo presentiamo con piacere.

La trama del film

Mina vive in una grande casa in campagna insieme a suo padre e al suo amato criceto Viggo Mortensen. Sua madre ha lasciato la famiglia per dedicarsi alla sua carriera di cantante e Mina trascorre una vita serena insieme a suo padre. Tutto cambia il giorno che in casa si trasferiscono Helen, la fidanzata del papà, e sua figlia Jenny, una coetanea di Mina molto diversa da lei.

Jenny vive perennemente attaccata al suo smartphone, scatta selfie in continuazione e racconta tutto ai suoi numerosi follower sui social network.

La tranquillità della vita di Mina viene completamente stravolta da questo cambiamento e la famiglia che suo padre ha voluto ricostruire non è propriamente un paradiso per la giovane. Finché una notte, mentre dorme, Mina scopre l'esistenza di un vero e proprio mondo di "costruttori di sogni" che, con tanto di regista, sceneggiature, scenografie, attrezzi e operai, mettono in scena i sogni di ciascuno di noi. E Mina decide di prendere in mano la situazione e provare a cambiare quello che non le piace usando proprio i sogni...ma non tutto andrà come si era aspettata.

Il film

DREAMBUILDERS – LA FABBRICA DEI SOGNI è l'opera prima da regista di Kim Hagen Jensen, con una lunga esperienza nel mondo della produzione di lungometraggi di animazione.

Come spiega il regista la forza del film sta nel fatto che la protagonista fa qualcosa di sbagliato per salvare se stessa e in fondo ne è ben consapevole. Affronta, quindi, una sorta di dilemma morale che molti dei nostri bambini si trovano ad affrontare in diversi momenti della loro vita: posso fare qualcosa di sbagliato per raggiungere un mio scopo personale? Sarò in grado di assumermi la responsabilità delle mie azioni? C'è un altro modo per riuscire ad ottenere ciò che voglio e che è meglio per me?

Nel film Mina si accorge ben presto che le sue manipolazioni sono rischiose e mettono in pericolo l'intera serenità familiare. Capisce che le sue azioni hanno sortito effetti negativi e ad un certo punto fa di tutto per rimediare.

Alla fine Mina riesce ad accettare Jenny per come è e ad accoglierla nella sua casa e nella sua famiglia, trovando una sorella diversa ma complementare e diventando più forte e più matura.

Cosa ne pensiamo

DREAMBUILDERS – LA FABBRICA DEI SOGNI è l'occasione perfetta per tornare finalmente al cinema con i bambini.

Certamente lontano dalla magnificenza dei film di animazione cui siamo abituati, resta comunque un film piacevole, avvincente sia per i grandi che per i bambini ed è una piccola perla nel mondo dei lungometraggi di animazione europei. Senza troppi schiamazzi, la storia procede in modo fluido, per trasportarci nel mondo dei sogni e lasciar intravedere quello che a volte tutti noi ci domandiamo: sogno o sono sveglio? Ciò che vivo nei miei sogni è il riflesso di ciò che ho visto oppure una risposta a ciò che desideriamo con tutte le nostre forze? L'inconscio che parla durante la nostra vita onirica ci spinge a compiere delle azioni concrete dopo il risveglio?

Queste domande sovvengono a noi adulti, mentre ai più piccoli resta la sensazione di essere ancora più vicini alla comprensione di ciò che il sogno rappresenta: da un lato una vita parallela, più bella o più spaventosa di quella reale, dall'altro i desideri più autentici e profondi che prendono vita per lasciarci intravedere la possibilità di cambiare le cose dopo il risveglio.

Ma la lezione più importante che possiamo trarre dal film è che ciò che è diverso da noi può diventare un prezioso elemento complementare alla nostra vita per arricchirla, a patto di riuscire a capirne il valore e ad accettarlo.

Clip esclusiva di Dreambuilders

Ecco una clip del film Dreambuilders in esclusiva per PianetaMamma

Il trailer del film

Info sul film

  • DREAMBUILDERS – LA FABBRICA DEI SOGNI
  • di Kim Hagen Jensen prodotto da Nynne Selin Eidnes per First Lady Film
  • al cinema dal 10 settembre 2020 distribuito da Bim Distribuzione
gpt inread-altre-0

articoli correlati