Home Il bambino Sport e tempo libero

Portate i bimbi a passeggio anche in inverno

di Redazione PianetaMamma - 23.01.2009 Scrivici

Stare a contatto con la natura ha effetti particolarmente positivi sui bambini. I risultati si una ricerca dicono che questo aiuterà il bambino a non avere problemi di comportamento quando sarà grande ma anche a concentrarsi meglio

Secondo un articolo riportato all’interno (che riporta i risultati di una ricerca) della rivista

Primi Anni

, stare a contatto con la

natura

ha delle influenze particolarmente positive per i bambini. I risultati della ricerca, infatti, dicono che questo aiuterà il bambino a

non avere problemi di comportamento quando sarà grande ma anche a concentrarsi meglio

.

Quindi, anche se le temperature sono ancora piuttosto fredde

cercate di ritagliare un po’ di tempo per una bella passeggiata

nel parco e nel bosco, con qualche accortezza in più di cui parlerò tra pochissimo.

Inoltre, vi ricordo che per le neo mamme

uscire e camminare potrà rivelarsi una vera e propria palestra

: vi aiuterà  a bruciare calorie, a migliorare la circolazione sanguigna, a fare nuove conoscenze e quindi a tornare in forma in breve tempo.

Sappiamo anche quanto siano importanti

i raggi del sole per la crescita delle ossa dei bambini.

Qualche semplice ma fondamentale consiglio da tenere sempre presente prima di uscire:

1) Mentre le mamme camminano e sentono meno il freddo, i vostri figli immobili nel passeggino potrebbero infreddolirsi: cercate quindi di non prolungare per più di un’ora la vostra passeggiata

2) Scegliete le ore centrali della giornata mentre evitate (se non necessario) la sera e la mattina presto

3) Cercate di non coprire troppo i vostri bambini, altrimenti la loro pelle non riuscirà a respirare correttamente (optate per un

abbigliamento “a cipolla”

e non dimenticatevi mai di fargli indossare un cappuccio e di coprire sempre i piedini)

4) Ovviamente cercate di evitare le zone trafficate: l’inquinamento non fa bene a nessuno, figuriamoci a dei bambini

Martina Braganti

gpt inread-altre-0