Home Il bambino Shopping

Maschere di Carnevale tra tradizione, fascino e fai da te: alla scoperta delle più belle

di Francesca Demirgian - 04.02.2020 Scrivici

maschere-di-carnevale-tra-tradizione-fascino-e-fai-da-te-alla-scoperta-delle-piu-belle
Fonte: Shutterstock
Le migliori maschere di Carnevale per bambini da acquistare per il 2020: dai grandi classici alle più particolari. Ecco tutti i costumi da non lasciarsi scappare online

Maschere di Carnevale

Il Carnevale è alle porte e tutti i bambini sono alle prese con la scelta della loro maschera. Ogni anno, questa festa porta allegria, ed è un vero divertimento andare alla ricerca del costume preferito o realizzare una maschera fai da te, seguendo tutorial o ispirandosi ai grandi classici della tradizione. Oggi vi portiamo alla scoperta di un variegato mondo di maschere di carnevale da acquistare online o da fare in casa...

Se, a volte, è possibile realizzare un costume di Carnevale con gli indumenti che già si hanno nell'armadio o con degli avanzi di stoffa presenti in casa, la realizzazione della maschera per il viso può dare del filo da torcere. Per questo abbiamo selezionato alcune maschere dei personaggi più amati dai bambini, economiche e di grande effetto:

Maschere supereroi adulti e bambini

Iniziamo con una serie di maschere dei supereroi in feltro, perfetti per bambini (maschietti e femminucce) e anche per gli adulti. Si tratta di accessori venduti in confezioni da 32 pezzi, ideali per far sentire il vostro bambino, ogni giorno, un supereroe diverso o - magari - per regalarle ad ogni bambino in occasione di una festa di Carnevale. Semplici, economiche e ben fatte. Faranno furore!
PRO: prodotto di ottima fattura, visto anche il prezzo. Le mascherine sono ben fatte, resistenti e sono molto piaciute ai bambini. Ideali anche come gadget a fine festa di compleanno.
CONTRO: non ci sono recensioni negative sul prodotto

Maschera Spiderman

Che soddisfazione realizzare una maschera di Carnevale fai da te! Certo, occorrono pazienza, stoffa, cartoncino o altri materiali e qualche segreto che, ormai, potrete facilmente reperire online. Con i numerosi tutorial presenti in Rete e sui social, ottenere un soddisfacente risultato sarà un gioco da ragazzi, o quasi. 

Maschera fai da te con piatti di carta

Una maschera fai da te può essere realizzata con pochi e semplici materiali, come nel caso della maschera colorata a originale realizzata con piatti di carta.

Cosa occorre: piatti di carta, cannucce, colla, cartoncini colorati, una foratrice, una forbice, una fustella a cerchio

Come procedere: tagliare il piatto a metà, scegliere se decorare la parte già colorata del piatto o andare a pitturare il retro. Piegare leggermente a metà il piatto (non troppo) per avere un punto di riferimento. Con la fustella rotonda ritagliare lo spazio per gli occhi. Con il cartocino è possibile realizzare delle decorazioni a piacere (nel video vedrete realizzate delle piume colorate). Terminate ed incollate le decorazioni, incollare una cannuccia sul retro con un pezzo di nastro adesivo. La vostra maschera sarà pronta, originale e rigorosamente fai da te. 

Tutti i dettagli nel video di seguito:

Maschere di Carnevale, elenco e regione d'appartenenza

Ecco ora un elenco delle principali maschere di Carnevale della tradizione italiana, alle quali ispirarvi se avete intenzione di vivere - e di far vivere ai vostri bimbi - un Carnevale tradizionale, ricco di storia, fascino e italianità.

Tutte le Maschere del Carnevale italiano e la regione di provenienza:

  • Arlecchino: nata in Lombardia, conosciuta per il suo vestito variopinto. Il suo abito è così colorato, perché essendo molto povero, gli amici gli regalarono pezzi di stoffa avanzati dai loro costumi, nel giorno di Carnevale
  • Beppe Nappa: maschera della Commedia dell'arte, originaria di Messina, caratterizzata da un abito ambio azzurro, un berretto in feltro bianco e grigio. E' una maschera pigra e golosa.
  • Brighella: maschera originaria di Bergamo. Antagonista di Arlecchino, personaggio astuto, attaccabrighe, chiacchierone, imbroglione. Brighella indossa la "livea" ossia calzoni e giacca bianchi, listati di verde, mantello bianco, berretto a sbuffo e mezza maschera.
  • Burlamacco: simbolo del Carnevale di Viareggio. Si tratta di un pagliaccio, che indossa una tuta a scacchi bianchi e rossi, un ponpon, una gorgiera bianca, un cappello e un mantello nero.
  • Meneghino: maschera originaria dalla Lombardia, tipica di Milano. Caratterizzata dal cappello a tre punte, la parrucca con codino alla francese, giacca di velluto, calzoni corti, con calze a righe rosse e bianche.
  • Meo Patacca: è la maschera d Carnevale tipicamente romana, insieme a Rugantino. Il suo nome viene da "patacca", la paga del soldato. Il costume si realizza con pantaloni stretti al ginocchio, giacca di velluto e una sciarpa in vita (come fosse una cintura) in cui è nascosto il pugnale. A caratterizzare Meo Patacca, infine, il ciuffo che esce dalla retina in cui sono raccolti i capelli.
  • Pantalone: una maschera veneziana, che rappresenta un vecchio mercante avaro e brontolone. Veste con pantofole ai piedi, un camicione e una calzamaglia rossi e un mantello nero e ha una maschera sul viso.
  • Pierrot: maschera nata in Italia verso la fine del Cinquecento. Personaggio della Commedia dell'arte, uno dei primi Zanni, solitamente con abito metà bianco e metà nero, pon pon sul petto e sul cappello e lacrima nera disegnata sul viso
  • Pulcinella: maschera con due gobbe e naso adunco, che rappresenta il borghese napoletano. Maschera che si è diffusa in tutta Europa, assumento le varie caratteristiche nazionali. Casacca e pantaloni bianchi, maschera con naso adunco nera e cappello.
  • Rugantino: altra maschera romana, personaggio del teatro popolare. Indossa pantaloni al ginocchio, una fascia intorno alla vita, una casacca e un fazzoletto intorno al collo.

Maschere veneziane

Le maschere veneziane sono una vera opera d'arte. Indossare una delle maschere artigianali, lavorate, luminose e preziose, aggiunge al Carnevale quella nota elegante, misteriosa e anche sensuale. Un'antica tradizione, portata avanti da artigiani che un tempo erano chiamati maschereri e che hanno reso le maschere veneziane famose in tutto il mondo. Di seguito alcuni esempi di maschere veneziane da poter acquistare:

Maschera del teatro di Carnevale di Venezia

Maschera diamante elegante

Una maschera di Carnevale realizzata con materiale di alta qualità, resistente e di grande effetto. Un design curato e molto sexy. Una maschera che non dà fastidio, da indossare intorno agli occhi, non troppo piccola, ma neanche eccessivamente coprente. In stile veneziano questa maschera nera si adatta a qualunque forma del viso.
PRO: maschera leggera, perfetta, di metall nero lucido, con punti luce luminosi. Ideale per Carnevale, ma anche per Halloween o altre feste a tema
CONTRO: un utente non ha avuto una piacevole esperienza, la maschera non ha rispecchiato le sue aspettative, è arrivata piegata e i brillantini si sono staccati poco dopo.

Maschere di Carnevale da colorare

Che ne dite di stampare delle simpatiche maschere di Carnevale da far colorare ai bambini. In Rete si trovano facilmente siti dove scegliere maschere divertenti da stampare, per mettersi all'opera con i più piccoli. Trovate tante idee sul sito di MaestraMary , su Pinterest e su www.mascheredicarnevale.fun

Maschere di Carnevale da colorare con la sabbia

In alternativa, se volete vivere con i vostri bambini, un'esperienza diversa dal solito, a Carnevale, ecco un album di maschere da colorare con la sabbia. Originale no?

Maschere di Carnevale femminili

Nell'elenco delle Maschere di Carnevale della tradizione italiana, sopra riportato, mancano le donne. Le figure femminili che dal '500 ad oggi hanno scritto la storia del nostro Carnevale. Ecco di chi si tratta:

  • Corallina: serva maliziosa, molto furba e un po' civetta, come è usanza nella Commedia dell'Arte. Nata a Parigi, è una ragazza bella, con capelli biondi, innamorata di Florindo. 
  • Colombina: Moglie di Arlecchino, serva furba, adulatrice, complice della sua padrona Rosaura. Maschera originaria di Venezia, che trova le sue radici nelle opere di Plauto e che si è affermata nel '500.
  • Rosaura: Figlia di Pantalone, Rosaura ha al suo servizio Colombina (di cui vi abbiamo aprlato sopra). Rosaura è una ragazza benestante, che vive in un bellissimo palazzo che affaccia sul Canal Grande di Venezia.

gpt inread-altre-0

articoli correlati