Home Il bambino Shopping

Cosa serve per la didattica a distanza e come aiutare i bambini

di Francesca Capriati - 29.04.2020 Scrivici

cosa-serve-per-la-didattica-a-distanza-e-come-aiutare-i-bambini
Fonte: Shutterstock
Cosa serve per la didattica a distanza? Materiali, tablet, accessori da comprare online e i suggerimenti per le migliori risorse in Rete e organizzare il lavoro

Cosa serve per la didattica a distanza

La scuola, in questo periodo storico caratterizzato dalla pandemia, è cambiata e ha dovuto, per forza di cose, riscoprire il valore e l'utilità dei dispositivi digitali. Come lo smart working anche la didattica a distanza ha permesso alle persone di restare in contatto con professori e compagni, di andare avanti con i programmi ministeriali e di evitare quel 6 politico che non sarebbe piaciuto alla grande maggioranza delle famiglie. Cosa serve per la didattica a distanza e quali sono i dispositivi (e dove comprarli online) , i software e i programmi che possono rivelarsi estremamente utili?

Tablet

I tablet sono utilissimi per i bambini di qualsiasi età per scaricare app per la formazione e le lezioni a distanza, per fare compiti, inviarli ai docenti e anche per restare in contatto con i compagni.

HUAWEI T5 Mediapad - Tablet con Display da 10.1"

HUAWEI MediaPad T5 10 ha un design simmetrico in un corpo unibody in metallo, leggero e piacevole al tatto. E' dotato di un display da 10,1" che permette la visione in ogni singolo dettaglio: lo schermo da 16:10 è ideale per guardare film, programmi TV e navigare in Rete.

PRO: i 3 Giga di RAM permettono di utilizzarlo a lungo senza affaticarlo, ha un prezzo molto competitivo e, secondo le recensioni dei clienti Amazon, è leggero e compatto.

CONTRO: è un tablet senza pretese.

4G LTE Tablet con Display 10" YOTOPT Android

Lenovo TAB M10 Tablet, Display 10,1" Full HD IPS

Cuffie

Uno degli accessori più richiesti dai bambini e dai ragazzi sono le cuffie. Generalmente le utilizzano per chattare con gli amici e videogiocare, ma mai come in questo periodo diventano indispensabili per riesegui le video lezioni, soprattutto se ci sono più bambini in casa che devono collegarsi contemporaneamente.

Cuffie per bambini, Mpow CH6, limite di volume di 85 dB

Queste cuffie over ear sono progettate proprio per i bambini fino ai 16 anni. Hanno un limite di volume regolabile per adattarsi meglio ai diversi ambienti, sono allargate, più morbide e ispessite per proteggere le orecchie dei bambini, sono dotate di una fascia regolabile e un microfono HD incorporato che supporta le chiamate in vivavoce con amici o famiglia.

PRO: secondo quanto leggiamo nelle recensioni queste cuffie garantiscono un audio perfetto, un ottimo controllo del volume e sono robuste e resistenti. Inoltre hanno un prezzo davvero conveniente.

CONTRO: secondo alcuni non sono adatte a bambini troppo piccoli.

Sony MDR-ZX310 Cuffie On-Ear, Blu

Mpow H7 Cuffie Bluetooth, Cuffie Over Ear

Mouse

Anche se i tablet sono touchscreen, se si ha in dotazione un laptop o un PC è molto più pratico utilizzare un mouse possibilmente senza fili per la massima praticità.

Logitech B100 Mouse USB Cablato, 3 Pulsanti

Logitech M220 Mouse Wireless

PC portatile

In questa occasione, invece di un tablet, potremmo scegliere di  acquistare un laptop per tutta la famiglia: ce ne sono di tutti i prezzi e per tutte le necessità.

HUAWEI MateBook D 15.6" Laptop

HP – PC 15s- eq0021nl Notebook

Router

Se non avete la rete Wi-Fi a casa potete utilizzare un router e hotspot per collegarvi ad Internet. Questi dispositivi consentono di collegarsi alla Rete attraverso la SIM card di diversi operatori di telefonia mobile.

TP-Link TL-MR6400 Router 4G LTE

Huawei Mobile Wi-Fi 3s 4G LTE CAT4

Dove scaricare materiale digitale

In questa situazione di emergenza anche i docenti sono stati chiamati a mettere in atto una straordinaria rivoluzione. Il Ministero dell'Istruzione ha messo a disposizione degli insegnanti una serie di risorse utili che sono confluite in questo contenitore.

E ancora:

  • Google ha messo a disposizione delle scuole e dei docenti alle prese con le classi virtuali diverse applicazioni nell'ambito di Google Suite for Education che aiutano i professionisti ad organizzare le lezioni, gestirle, mettere in piedi la DAD e le classi.
  • Zoom è un altro applicativo che abbiamo imparato a conoscere in questo periodo. Permette di organizzare meeting virtuali, e quindi anche le lezioni, con decine di partecipanti. Con Zoom è possibile stabilire sia una comunicazione unidirezionale che far interagire tutti i membri partecipanti.
  • Edmodo è una delle App più utilizzate dalle scuole. Si tratta di un sistema che consente di dialogare, come un vero social network, docenti e studenti, inviare compiti, link a video, materiale grafico e fotografico e scambiarsi messaggi privati.
  • School Education Gateway  è molto ricco di indicazioni per perfezionare e migliorare la didattica a distanza.

Oltre a queste app che aiutano i docenti e gli studenti a restare in contatto esistono anche diverse possibilità e risorse che possono coadiuvare nello studio, permettere di approfondire e studiare anche  in modo più autonomo. Non c'è dubbio che l'approccio allo studio, alle valutazioni da parte degli insegnanti e le modalità di svolgimento delle attività vanno riviste e bisogna cercare approcci diversi, più interattivi, per fare lezione, apprendere  anche per fare le verifiche. E allora via libera a test a tempo, attività da fare sulle chat per simulare situazioni complesse, visione di film, video e documentari. E a questo proposito vale la pena di ricordare che il Ministero dell'Istruzione e RAI  hanno stretto uno straordinario accordo per essere dalla parte delle scuole.

  • Ad esempio Rai Scuola propone le nuove lezioni di “La Scuola in Tv”, della durata di 30 minuti e realizzate direttamente da docenti e insegnanti indicati dal Ministero dell’Istruzione.
  • E su Scuola a casa RAI tantissime risorse e suggerimenti utili per migliorare la didattica a distanza.

Vademecum della didattica a distanza

Come possiamo aiutare i nostri figli a seguire la didattica online? Come organizzare la gestione delle videolezioni e dei compiti? Ecco alcuni consigli pratici.

  • Stabilite un orario di sveglia: intorno alle 8.30/9 sarebbe l'orario ideale per svegliare con calma i ragazzi e i bambini che dovranno seguire delle lezioni online nel corso della mattinata. Così potranno fare colazione, prepararsi e sistemare il materiale utile
  • fate fare una breve pausa tra una videolezione e l'altra
  • non intervenite durante la videolezione
  • nel pomeriggio stabilite un orario in cui fare i compiti per il giorno successivo
  • non fate i compiti al posto loro con l'intenzione di velocizzare le cose
  • aiutate i bambini nella gestione delle App per comunicare con i docenti e inviare i compiti
  • create un programma settimanale che potrete stampare dove riporterete, come una vera e propria agenda, gli impegni giornalieri, tra videolezioni e compiti da svolgere.

***Contenuto sponsorizzato: PianetaMamma.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, PianetaMamma.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificate disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati***

gpt inread-altre-0

articoli correlati