Home Il bambino

Le migliori poesie sulla fine della scuola

di Viola Stellati - 20.05.2024 Scrivici

poesie-sulla-fine-della-scuola
Fonte: shutterstock
Dedicare poesie sulla fine della scuola ai propri insegnati è un gesto molto bello e sempre apprezzato: abbiamo selezionato le migliori

In questo articolo

Poesie sulla fine della scuola

Si avvicina sempre di più il momento in cui suonerà la campanella di fine anno scolastico. Per i nostri figli è certamente un momento importante, perché per loro iniziano le vacanze ma anche perché devono lasciare compagni e insegnati per qualche mese, oppure per incontrarne di nuovi. Per questo motivo, abbiamo raccolto le migliori poesie sulla fine della scuola che i nostri figli possono dedicare ai loro docenti per ringraziarli del lavoro svolto e dei momenti passati insieme.

Poesie sulla fine della scuola dell'infanzia

Una delle migliori poesie sulla fine della scuola dell'infanzia è una delle tante scritte da Jolanda Restano, una mamma che ha lanciato sito di filastrocche dedicato ai più piccoli. L'opera che abbiamo scelto si chiama Ciao maestre!:

Ciao, ciao maestre, noi dobbiamo andare,
ma prima volevamo passarvi a salutare.

Per anni ci avete tenuti per mano,
e il vostro lavoro non è stato vano.

Ora siam grandi, sappiam camminare:
andiamo dritti alla scuola elementare!

Ci spiace lasciarvi, ma andiamo contenti
sapendo che voi sarete presenti

per sempre racchiuse dentro al cuore
che vi ricorderà con affetto e amore!

Ciao maestre! Ricordatevi di noi:
torneremo a trovarvi, prima o poi.

Sempre di Jolanda Restano è molto carina anche È finita!:

È finita! Non più spola:
scuola-casa, casa-scuola!
Ora inizia la vacanza
con l'estate che s'avanza!

Via i quaderni e le cartelle;
uno sguardo alle pagelle
e poi mare, spiagge, sole,
tuffi e tante capriole,

monti, gite, scorpacciate
di amicizia e di risate;
rilassarsi oltremisura
e studiare con misura.

Poi gelati, viaggi, amici,
giorni allegri e assai felici;
tanti giochi, tante danze:
viva, viva le vacanze!

Poesie sulla fine della scuola primaria

Tra le migliori poesie sulla fine della scuola primaria c'è una opera scritta da Jolanda Colombini Monti, che per un quarto di secolo è stata la scrittrice d'infanzia più letta in Italia: ha scritto 200 libri in rima, illustrati e tradotti in inglese, francese, tedesco, spagnolo e portoghese.

La poesia che abbiamo scelto si intitola Alla Signora Maestra:

Signora Maestra, noi dirle vogliamo
che grati le siamo
per quanto ci ha detto, spiegato, insegnato
nell'anno di scuola
insieme passato.

Signora Maestra, c'è ancora una cosa
un poco spinosa
per noi! Ce la insegna la buona creanza:
e chiederle scusa
per ogni mancanza.

Ma, creda, talvolta nell'irrequietezza
non c'è svogliatezza:
c'è solo il bisogno di moto, di brio
che tutti sentiamo…
che sento pure io.

Signora Maestra, per tanta indulgenza,
per tanta clemenza
da lei dimostrate nell'anno di scuola,
son qui a dirle grazie
col nodo alla gola.

Filastrocca del mese di giugno di Gianni Rodari

L'ultima delle poesia sulla fine della scuola che abbiamo scelto è di Gianni Rodari, scrittore, pedagogista, giornalista e poeta italiano e anche l'unico scrittore italiano ad aver vinto il Premio Hans Christian Andersen. Le opere da lui pubblicate sono davvero tantissime, sia quando era in vita che dopo la sua morte. Scegliere una poesia da dedicare ai docenti non è quindi stato facile, ma senza ombra di dubio la Filastrocca del mese di giugno è perfetta per l'occasione:

Filastrocca del mese di giugno,
il contadino ha la falce in pugno:
mentre falcia l'erba e il grano
un temporale spia lontano.

Gli scolaretti sui banchi di scuola
hanno perso la parola:
apre il maestro le pagelle
e scrive i voti nelle caselle…

"Signor maestro, per cortesia,
non scriva quel quattro sulla mia:
Quel cinque, poi, non ce lo metta
sennò ci perdo la bicicletta:
se non mi boccia, glielo prometto,
le lascio fare qualche giretto".

gpt inread-altre-0

Articoli correlati

Ultimi articoli