Home Il bambino Pianto e sonno

Torna l'ora legale: gli svantaggi per i bambini

di Barbara Leone - 23.03.2020 Scrivici

bimbi-dormono-05
Fonte: iStock
Nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo tornerà l'ora legale, un cambiamento che può creare qualche problema ai ritmi dei bambini. Ecco come aiutarli a dormire bene

Cambio ora legale per i bambini

Ci siamo: nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo tornerà l'ora legale. Si devono quindi mettere avanti di un'ora le lancette dell'orologio. Questo vuol dire che durante il giorno avremo più luce. Ma il cambio dell'ora legale può portare, soprattutto nei primi giorni, qualche problema a grandi e bambini, oltre a quelli che già stiamo vivendo in questi giorni. Un'ora sembra poca, ma è in grado di modificare i ritmi di tutti.

E quindi nei primi giorni ci si può sentire un po' "sfasati". L’organismo necessita di cinque sei giorni circa per recuperare. Aumenta pero’ la stimolazione luminosa in primavera, quindi anche la relativa stanchezza viene in parte compensata, come spiega Lino Nobili, responsabile del centro di medicina del sonno dell'ospedale Niguarda di Milano. E mentre gli adulti si abituano più facilmente al passaggio all'ora legale, per i bambini può essere più complicato. E possono apparire più nervosi per diversi giorni. Oppure possono soffrire di sonnolenza e malumore. Quindi armiamoci di pazienza, cari genitori! 

Gestire i bambini durante una quarantena non è facile, e se dovessimo vederli ancora più nervosi, sappiamo il perché e cerchiamo di prevenire o quantomeno prepararci.

I bambini, più di tutti, infatti, sono abitudinari. Ed il ritorno all'ora legale può causare nel loro organismo e nei loro ritmi gli effetti di un vero e proprio jet-leg. Ed i problemi principali possono esserci la sera dopo il cambio dell'ora, perché i bambini potrebbero non voler andare a dormire. Se ad esempio sono abituati a dormire alle 21:00, col cambio dell'ora per il loro organismo le 21:00 corrispondono alle 20:00. Quindi potrebbero fare fatica ad addormentarsi. Una soluzione potrebbe essere quella di farli stancare un po' di più la domenica.

Un'altra soluzione è invece quella di iniziare da subito a modificare gli orari dei bambini, in modo che fino a domenica si siano un po' abituati al passaggio. Tutti i bambini hanno bisogno di riadattare i propri ritmi al nuovo orario, altrimenti faranno più fatica ad addormentarsi la sera e si sveglieranno prima la mattina.

Se non riuscirete a farli abituare sin da questa settimana, per sabato il consiglio è di mandarli a letto un po' più tardi e poi recupererete un po' di orario nei giorni successivi per tornare ai ritmi normali.

gpt inread-altre-0

articoli correlati