Home Il bambino Pianto e sonno

Magnetoterapia: come si utilizza per far dormire di più i bambini

di Elena Berti - 26.01.2022 Scrivici

magnetoterapia
Fonte: shutterstock
La magnetoterapia è un trattamento usato per curare disturbi, in particolare dai fisioterapisti, e può essere utile per i problemi di sonno dei bebè.

Magnetoterapia per aiutare i bambini a dormire

Uno dei principali pensieri delle coppie che si apprestano a diventare genitori è: dormiremo ancora? Si sa che i neonati dormono poco e male, e spesso fare qualche ora di sonno di fila sembra un'utopia. Ci sono però delle strategie per provare a migliorare il sonno dei piccoli. Oggi parliamo della magnetoterapia per aiutare i bambini a dormire

In questo articolo

Che cos’è la magnetoterapia

La magnetoterapia è una pratica non convenzionale che utilizza il potere dei magneti per aiutare i bebè a dormire meglio. Questo principio sfrutta i campi magnetici pulsati per curare diverse patologie, prodotti attraverso delle macchine che emettono onde piuttosto deboli che hanno potere terapeutico. È utilizzata in diversi ambiti e con molti studi a supporto, per esempio per curare l'artrosi, il mal di schiena, alcune malattie croniche o ancora la depressone. 

Come funziona la magnetoterapia

In pratica, si utilizzano due tipi di magnete: quelli statici e quelli pulsati. I primi sono più diffusi e hanno un campo magnetico stabile; i secondi ne hanno uno più variegato, e hanno un apparecchio che permette di cambiare la frequenza delle onde. Sono questi, di solito, che si usano nella magnetoterapia

Si tratta di una terapia ampiamente utilizzata dai fisioterapisti, perché permette di trattare molte patologie. 

Nella pratica, i magneti vengono messi a contatto col corpo del paziente, così da poter iniziare a infondere il campo magnetico grazie all'energia prodotta dal computer e trasportata attraverso i cavi. La frequenza, poi, dipende dalla patologia da trattare. 

L'energia riattiva le cellule, che riprendono a funzionare adeguatamente e permettono al corpo di ristabilirsi. 

Usare la magnetoterapia per far dormire i bambini

Nel caso di disturbo del sonno nei bambini, anche piccoli, la magnetoterapia può essere utile non tanto per aiutare a dormire, quanto per risolvere i problemi che, alla base, impediscono al bebè di dormire bene.

Per esempio il male ai denti perché spuntano, il mal di pancia, il reflusso, o ancora uno stato di agitazione generalizzato dovuto a fattori ignoti. 

Esistono due modi per aiutare il sonno dei bambini con la magnetoterapia: 

  • consultare un fisioterapista che la pratichi
  • acquistare un apparecchio autorizzato per usarlo a casa

Attenzione: qualora sceglieste questa seconda opzione, assicuratevi che si tratti di un apparecchio valido e che sia adatto ai bambini sotto una certa età.

Per dormire meglio, l'apparecchio andrebbe posizionato sotto il materasso del bambino al momento di dormire. Verificate prima a che frequenza va regolato, di solito è molto bassa, tra gli 0 e i 20 hertz, ma in caso di dubbio chiedete a uno specialista. 

Di solito bastano pochi minuti per calmare il piccolo e fare in modo che si addormenti, al massimo una ventina a seconda della macchina. 

La magnetoterapia è un tipo di trattamento utilizzato in particolar modo dai fisioterapisti per alleviare diverse problematiche, come tendiniti, artriti, mal di schiena. È utile anche per disturbi psichiatrici come la depressione perché agisce sul benessere complessivo dell'organismo. Per i bambini può essere utile per calmare tutti quei disturbi che impediscono un sonno riposato e prolungato, ma ricordatevi che si tratta di una terapia che non ha ancora trovato un riconoscimento scientifico. Come si dice, però, tentar non nuoce!

gpt inread-altre-0
Continua a leggere

articoli correlati