Home Il bambino Pianto e sonno

Mio figlio dorme bene? Ecco come capirlo

di Elena Berti - 05.02.2022 Scrivici

bambino-dorme-bene
Fonte: shutterstock
Come capire se il bambino dorme bene: numero di ore di sonno, attività durante il giorno, concentrazione, stanchezza, irritabilità.

Come capire se il bambino dorme bene

Il sonno dei bambini è un argomento che interessa molto i genitori, addirittura prima della nascita. Ma se la domanda più comune che si fanno mamma e papà è quanto dormirà il bebè o quando inizierà a fare "tutta una tirata", con gli anni potrebbero chiedersi come capire se il bambino dorme bene, se è riposato e se il sonno che fa gli basta. Vediamo insieme. 

In questo articolo

Quante ore deve dormire un bambino

Iniziamo con la questione principale: il numero delle ore di sonno varia in base all'età del bambino, diminuendo via via che cresce ma, attenzione, non arrivando al tempo che serve agli adulti per riposarsi, cioè circa 7-8 ore. In linea di massima, tenendo conto che poi dipende dalle esigenze del singolo, dal carattere e dal modo di essere, le ore che un bambino dovrebbe dormire sono: 

  • tra le 12 e le 16 ore per i piccoli fino a un anno, ma anche molto di più per i bebè di poche settimane, spalmate tra il giorno e la notte
  • tra le 11 e le 14 ore per i bambini tra uno e due anni
  • tra le 10 e le 13 ore i bambini tra i tre e i cinque anni
  • tra le 9 e le 12 ore i bambini tra i sei e i dodici anni
  • tra le 8 alle 10 ore gli adolescenti fino a diciotto anni

Si fa presto a intuire quindi che soprattutto quando i bambini vanno a scuola e si svegliano presto è fondamentale che vadano a letto a un'ora adeguata per poter dormire abbastanza ore e svegliarsi riposati. 

Come si fa a capire quando un bambino dorme bene

Ma non è solo il numero di ore a contare per il riposo dei bambini e dei ragazzi: è fondamentale infatti che il sonno sia di buona qualità e che quindi il risveglio non sia difficoltoso e non ci siano problemi di rendimento, attenzione o stanchezza durante la giornata. 

Il primo elemento su cui potete basarvi è appunto il numero di ore dormite: se in base all'età vostro figlio dorme un numero sufficiente di ore, sapete come muovervi per capire se dorme abbastanza e bene. 

Una volta appurato che la quantità di sonno corrisponde a quello previsto per la sua fascia d'età e quindi potete escludere che dorma poco, potete passare ad altri punti. 

Il risveglio

Vostro figlio fatica a svegliarsi improvvisamente? Alcuni bambini, proprio come gli adulti, non si alzerebbero mai: ma se il bambino o ragazzino a un tratto non vorrebbe mai alzarsi, non risponde quando lo chiamate e si trascina potrebbe non aver dormito bene. 

La stanchezza

Vi sembra che vostro figlio sia stanco, abbia le occhiaie, sia in difficoltà nello sport? Potrebbe essere un segnale che non dorme abbastanza bene. Parlatene col pediatra, potrebbe prevedere degli esami del sangue e, nel caso sia tutto a posto, la causa potrebbe essere la scarsa qualità del sonno.

Si addormenta quando non dovrebbe

Addormentarsi in classe, davanti alla tv o in altri momenti (tranne in auto, dove soprattutto ai più piccoli capita spesso!) sono indizi della scarsa qualità del sonno. 

Irritabilità

Come succede per gli adulti, dormire poco e male compromette l'umore perché non permette di ricaricarsi. Se vedete che vostro figlio è particolarmente irritabile, proprio come succede coi neonati che vorrebbero riposare ma non riescono e piangono, potrebbe essere a causa del cattivo sonno

Mancanza di concentrazione

Il rendimento scolastico è peggiorato, fatica a studiare? Anche in questo caso, la causa potrebbe essere la mancanza di un riposo adeguato

Come migliorare il sonno dei bambini

Se pensate che vostro figlio abbia uno o più di questi problemi e che la causa sia una scarsa qualità del sonno, provate a mettere in pratica questi consigli per tentare di migliorare la situazione. 

  • anticipate la messa a letto, creando una routine specifica (anche per i più grandi)
  • fate in modo che vostro figlio faccia sempre un po' di attività fisica tutti i giorni
  • cenate presto e in maniera leggera, per non appesantire lo stomaco
  • eliminate qualsiasi dispositivo elettronico, tv compresa, a partire da almeno due ore prima della messa a letto
  • areate regolarmente la stanza in cui dorme, se ci ha passato il pomeriggio anche prima di andare a dormire
  • verificate che la temperatura non sia troppo alta o l'aria troppo secca
  • utilizzate un umidificatore, eventualmente
  • coi bambini può essere utile un massaggio, un bagno caldo o altre attività rilassanti prima di coricarsi
  • leggete un libro insieme o, per i più grandi, date loro qualcosa da leggere che concili il sonno

Capire se un bambino dorme bene non è difficile, e dipende dal numero di ore dormite e dal comportamento durante la giornata. Se sospettate che la qualità del sonno di vostro figlio sia scarsa, mettete in atto alcuni accorgimenti e, se non si risolve, parlatene col pediatra. Potrebbe essere utile anche un integratore di melatonina adatto all'età.

gpt inread-altre-0

articoli correlati