Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-ros-0-0
gpt
gpt strip1_gpt-ros-0-0
1 5

Pannolini per bambini: come scegliere i migliori per neonati o per bimbi oltre i 30 kg

/pictures/2018/02/16/pannolini-per-bambini-la-guida-completa-4272333513[972]x[406]780x325.jpeg Shutterstock
gpt

La guida completa ai Pannolini per Bambini, le migliori marche, i prezzi, come scegliere quello giusto in base al peso e all'età

Pannolini per Bambini

Sederino, addome e interno coscia che si irritano, costo considerevole, ingombro nella borsa e gran bella grana quando è il momento di abituare il nostro bambino a farne a meno: i pannolini per bambini accompagnano le prime fasi della crescita dei nostri figli, fino a quando non verrà il momento dello spannolinamento e di passare al vasino, e per qualche anno rappresenteranno una considerevole voce di spesa nel nostro budget mensile.

Ma come scegliere il pannolino giusto, quali sono le migliori marche in commercio? Ecco una guida completa sull'argomento, con i consigli per l'acquisto e quelli per usare i pannolini nel modo corretto, ma anche qualche alternativa ecologica ai classici pannolini usa e getta.

Classifica migliori pannolini per bambini

In commercio troviamo tante marche di pannolini, alcune certamente conosciute, altre meno note ma più economiche che vale la pena di provare. Ecco una classifiche delle migliori marche:

  • Pampers Progressi: il top della gamma Pampers, propone tre tipologie di pannolini in base al peso e quindi all'età (nasce, cresce, corre). Con l'esclusivo filtrante a fori larghi "Cattura Pupù liquida" per i neonati. Costo: circa 8 euro
  • Pampers Baby Dry: una perfetta via di mezzo tra il Progressi e il Sole Luna, hanno un'ottima tenuta e capacità di assorbimento e sono ideali per la notte. Costo: da 7 a 4,50 euro
  • Pampers Sole Luna: un pannolino per tutte le ore, sia per il giorno che per la notte, di una fascia di prezzo media. Consigliato quando il bambino è un po' più grande. Costo: circa 4 euro
  • Huggies Bebè: la linea specifica per il neonato, con un materiale poroso di rivestimento che aiuta a prevenire le irritazioni della pelle, il sistema Pupù Stop che garantisce protezione dalla pupù liquida e la barriera cattura pupù sul retro trattiene le fuoriuscite anche da sdraiato. Costo: circa 6 euro
  • Huggies Bimbo e Bimba: progettato per rispondere alle esigenze del maschietto e della femminuccia, nel primo caso ha uno speciale strato assorbente blu posizionato più frontalmente per catturare la pipì proprio dove lui la fa, nel secondo caso lo strato assorbente è posizionato più centralmente. Costo: circa 5 euro
  • Huggies Unistar: il pannolino più economico perfetto per i bimbi un po' più grandi. Consentono un'intera notte di protezione, fino a 12 ore di assorbenza, e hanno una eccellente vestibilità. Costo: dai 3 ai 4,50 euro
  • Chicco Veste Asciutto: i pannolini con una forma sottile e la massima capacità di assorbenza. Costo: circa 4 euro
  • Chicco Dryfit Advanced: il nuovo pannolino Chicco che garantisce comodità e protezione grazie a uno strato ultra assorbente e due barriere laterali extra contenitive. Costo: dai 5 ai 6 euro.
Il cambio del pannolino per lui

Misure pannolini

Come capire quale pannolino è adatto a nostro figlio? Sui pacchi sono indicate le misure in termini di peso. E' così che va scelto il pannolino giusto. In genere le misure sono così divise:

  • Misura 1: sono le taglie MINI per neonati. Sono realizzate in materiali delicati per rispettare la delicata pelle del neonato, hanno in genere speciali filtri per la pupù liquida e fasce elastiche che non stringono. Nonostante questa sia la misura per il neonato evitate di frane grande scorta prima della nascita perché il bambino in capo a qualche settimana dovrà passare alla misura successiva
  • Misura 2: è la misura per la fascia 3-9 (o 6 chili) ed anche questa è più indicata per i neonati nelle prime settimane
  • Misura 3: peso 4-10 chili, quindi leggermente più grande della misura precedente
  • Misura 4: è quella che userete più a lungo. Indicata fino a 14-17 chili si adatta alla crescita del bambino e ha una buona tenuta e capacità di assorbimento
  • Misura 5: da 11 a 20-25 chili, perfetta per i bimbi più grandi, che camminano e corrono, hanno una buona vestibilità e sono comodi;
  • Misura 6: fino a 30 chili, sono la misura perfetta per i bambini che si stanno avviando verso lo spannolinamento.

Pannolini lavabili ed ecologici

Lo smaltimento dei pannolini è una questione che non va sottovalutata, sono realizzati con materiali molto inquinanti. Un pannolino impiega quasi cinquecento anni per degradarsi nell'ambiente e se pensiamo che ogni bambino nei primi tre anni di vita utilizza circa 4500 pannolini possiamo ben immaginare che impatto ambientale abbia questo prodotto industriale.

I genitori più ‘verdi’ ma anche quelli i più attenti al portafoglio spesso scelgono di abbandonare i pannolini usa e getta in favore dei pannolini ecologici, completamente biodegradabili, oppure dei pannolini lavabili. Sono i classici ciripà con cui le nostre nonne avvolgevano i bambini: si tratta di pannolini di stoffa che possono essere lavati e riutilizzati più volte.

I diversi modelli in commercio di pannolini lavabili soddisfano una ampia gamma di esigenze e sono, a detta dei più, una soluzione che garantisce risparmio pur perdendo qualcosa in praticità dal momento che bisogna impiegare tempo per smacchiarli, lavarli in lavatrice (considerando, quindi, anche un indubbio consumo di elettricità) e asciugarli. Tuttavia i vantaggi, elencati da chi li ha usati, sono diversi:

  • le irritazioni da pannolino si riducono notevolmente, visto che la stoffa è molto più confortevole sulla pelle del nostro bambino;
  • il bambino tende a togliere il pannolino molto prima;
  • si fa una spesa unica all'inizio e quindi si risparmia molto.

Marche e prezzi online pannolini per bambini

Indubbiamente l'acquisto dei pannolini rappresenta una spesa considerevole per i neogenitori.

Considerando che il bambino indosserà i pannolini per circa 3 anni e che ogni pacco costa in media 3-4 euro, la voce da inserire nel budget mensile è notevole. Si può risparmiare comprando pacchi formato maxi risparmio oppure cercando di cogliere al volo offerte nei gruppi di acquisto o nei grandi negozi specializzati, anche online.

Considerate che nei primi tempi il pannolino va cambiato molte volte, anche sei/otto volte al giorno e che bisognerà scegliere un pannolino delicato, specifico per la delicata pelle del neonato e questo tipo di pannolini costa indubbiamente di più (anche 8 euro a pacco). Passati i primi mesi, però, potremmo optare per un tipo di pannolino più economico, che può costare tra i 4 e i 5 euro a pacco.

Qualche link per comprare i pannolini:

  • su Amazon basta fare una ricerca per i pannolini e troveremo tante offerte di pacchi risparmio o pannolini provenienti da altri Paesi europei che hanno un prezzo inferiore a quello italiano (e con Amazon prime la spedizione è gratuita)
  • Windeln: un negozio tedesco di puericultura dove si trovano pannolini Pampers a prezzi più competitivi e pacchi scorta in offerta.

Pannolini per bambini allergici

La dermatite da pannolino è spesso causa di disagio e irritazione nel neonato. La delicata pelle del bebè soffre stando a stretto e prolungato contatto con feci e urina e ambiente umido che si crea all'interno contribuisce alla proliferazione di germi e micosi. Come prevenire questi problemi?

  • Cambiare il pannolino regolarmente appena si sporca;
  • usare solo acqua tiepida per lavare la pelle ed evitare le salviette detergente e imbevute;
  • asciugare attentamente la zona dopo il lavaggio;
  • applicare una crema specifica per la zona pannolino che crea una barriera difensiva tra l'urina e la pelle.

Esistono dei pannolini specifici per bambini allergici? In realtà dobbiamo innanzitutto provare vari tipi di pannolino e marche diverse per riuscire a capire quale sia quello più tollerato dal nostro bambino. Iniziamo ovviamente con le marche più conosciute (e anche costose) e dai pannolini di misura 1 specifici per i neonati, ma se anche in questo caso la pelle si irrita si può provare un pannolino diverso che magari è realizzato con materiali che la pelle del nostro bimbo tollera di più.

In farmacia esistono i Penaten Chix, che sono dei prepannolini che si mettono all'interno e che difendono la pelle dal contatto diretto con il pannolino.

Pannolini per bambini grandi (oltre i 30 kg)

Pampers, Huggies ed altre aziende prevedono nella loro linea anche dei pannolini per bambini più grandi che pesano più di 30 chili. Servono? E in quale caso? Può capitare che il bambino, soprattutto i maschietti, impieghino più tempo per riuscire a trattenere la pipì tutta la notte senza bagnarsi. L'enuresi notturna nei bambini è piuttosto frequente e indossare un pannolino, generalmente a forma di mutandina assorbente, può farli sentire più sicuri e sereni.

E' comunque importante assicurarsi che il pannolino non stringa troppo: sul pancino non devono comparire rossori e irritazioni e bisogna sempre accertarsi che due dita passino facilmente tra il bordo del pannolino e la pancia.

Pannolini a mutandina per bambini

Quando decidiamo che è giunto il momento di togliere il pannolino, i pannolini Pull Up rappresentano uno strumento utile e prezioso: sono comunque assorbenti, ma hanno una bella vestibilità, sono colorati e con i personaggi più amati della televisione, si indossano facilmente e altrettanto facilmente possono essere sfilati dal bambino steso quando sente i bisogno di andare in bagno. Sono realizzati in materiale leggero e assorbente con fasce elastiche sui lati e in vita per permettere che possono anche essere facilmente staccate se dobbiamo cambiare il bambino se si è sporcato.

  • Huggies Pulls-Up: sono elastiche in vita, sottili e assorbenti. Hanno una perfetta vestibilità e si tirano su e giù come vere mutandine. Hanno un filtrante che rallenta di qualche secondo l’assorbimento della pipì rispetto a un normale pannolino, così che il bambino possa percepire una leggera sensazione di umidità e capire di aver fatto la pipì. Inoltre le mutandine assorbenti Pull-Ups sono dotate di indicatore di pipì, i decori esterni della mutandina scoloriscono quando il bimbo fa pipì!
  • Pampers Easy Up: traspirante e con granuli assorbi pipì, si indossa e si toglie facilmente
  • Libero Up&Go: è il pannolino a mutandina ideale da indossare durante il gioco, perché pratico e comodo, con una sgambatura che non intralcia i movimenti del bambino. E' realizzato in materiale morbido, traspirante e superassorbente

gpt

Torta di pannolini, cos'è

La torta di pannolini è uno dei simboli più conosciuti del Baby Shower, il party per la futura mamma durante il quale vengono regalati tanti oggetti utili per il neonato. Possiamo trovare tanti tutorial che ci spiegano come realizzare una torta di pannolini (diaper cake).

Servono certamente almeno 30 pannolini, nastri colorati, una base sulla quale realizzare la torta, decorazioni per rendere la diaper cake divertente e romantica.

Cambio del pannolino. I consigli delle mamme

Come cambiare il pannolino

Se nostro figlio emana odori sgradevoli, ma anche se piange insistentemente senza motivo, è probabile che sia necessario cambiare il pannolino. Con la pratica, come per tutte le altre cose, si imparerà a capirlo semplicemente tastandolo o inserendo delicatamente un dito all’interno per testarne l’umidità.

Per evitare la dermatite da pannolino che spesso si manifestano sulle aree della pelle che sono toccate dal pannolino, bisogna assicurarsi che sia sempre asciutto quindi, cambiarlo nei tempi giusti ed asciugare bene il bambino dopo la pulizia. Nel caso l’eritema si sia già manifestato bisognerà applicare una pomata lenitiva, o isolante, così da non far sfregare nuovamente la pelle.

Il pannolino va cambiato con pochi, semplici gesti:

  1. sistemare il bambino sul fasciatoio delicatamente,
  2. aprire entrambe le fascette del pannolino e aprire il pannolino,
  3. se il bimbo ha fatto solo la pipì basta pulire con un po' di acqua tiepida la zona genitale, se ha fatto la cacca passare prima un dischetto inumidito con acqua tiepida per ripulire e poi detergere con la spugnetta e sapone delicato per neonato,
  4. asciugare con cura insistendo delicatamente nella zona delle pieghette,
  5. applicare un velo di crema specifica,
  6. prendere un pannolino pulito e aprirlo,
  7. alzare le gambine unite e passare sotto al sederino il pannolino allargando bene le fascette,
  8. chiudere le fascette accertandosi che non sia troppo stretto ma nemmeno troppo largo 8basta vedere se si riesce a infilare l'indice nel bordo all'altezza dell'ombelico,
  9. sistemare le cuciture esterne e il bordo posteriore lungo la schiena: il pannolino deve essere ben sistemato sia per far star comodo il bebè che per evitare che ci siano fuoriuscite.

Infine una considerazione sull'occorrente da avere a portata di mano sul fasciatoio. Cosa non deve mai mancare nella postazione che utilizziamo per il cambio?

  • Scorta di pannolini,
  • vaschetta con l’acqua calda,
  • spugnetta e dischetti di grandi dimensioni,
  • creme e lozioni,
  • asciugamano,
  • un giochino per intrattenere il bambino durante il cambio in modo che l’operazione risulti più facile anche per voi.

Ricordate di non allontanarvi mai nemmeno per qualche secondo lasciando il bambino sul fasciatoio.

gpt
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt