Home Il bambino Notizie di cronaca

Staminali: muore Sophia Maria, la bambina affetta da Sma1

di Monica De Chirico - 05.06.2013 Scrivici

manifestazione-per-cellule-staminali
Sophia Maria, la bambina affetta da atrofia muscolare spinale è morta il 2 giugno scorso. Per Davide Vannoni, fondatore del metodo Stamina, la colpa del decesso sarebbe della nuova legge

La piccola Sophia affetta da atrofia muscolare spinale, una delle bambine in lista per essere sottoposte alla cura con il metodo Stamina, è morta il 2 giugno scorso.


LEGGI ANCHE: Inchiesta staminali: Infografica sulla vicenda della piccola Celeste


L'8 aprile scorso la famiglia arebbe vinto un ricorso in tribunale per accedere all’iniezione di staminali d’urgenza a Brescia secondo il metodo Stamina. "La piccola, però, è morta senza essere riuscita a ottenere la cura, perché - sosterrebbe Vannoni - agli Spedali Civili di Brescia non c’era posto e non c’era possibilità di ampliare gli accessi". Secondo il fondatore di Stamina la colpa di questo decesso sarebbe della nuova legge, perché "con il testo precedente, bocciato dal Parlamento, si sarebbe potuto invece ampliare la possibilità di offrire la cure. Ora è tutto sulle spalle degli Spedali Civili di Brescia, che non sono in grado di dare risposte sufficienti e si è creata una lista d’attesa lunghissima". Il papà della bambina, come direbbe Vannoni, avrebbe deciso di far causa "per omicidio volontario" agli Spedali Civili e al ministero della Salute.


LEGGI ANCHE: Staminali cordonali: una risorsa in più per combattere la malattia


"Con il primo testo del Senato - avrebbe spiegato Vannoni - la bambina poteva essere curata subito. Così si sono invece allungati i tempi e speriamo che non sia la prima di una lunga serie".

Sarebbero migliorate invece le condizioni di un'altra bimba, sempre di nome Sofia, affetta da Leucodistrofia, la cui storia è stata resa pubblica anche grazie ad un servizio delle Iene

gpt inread-altre-0