Home Il bambino Notizie di cronaca

Siria: un milione i bambini profughi

di Monica De Chirico - 23.08.2013 Scrivici

siria-un-milione-bambini-rifugiati
Secondo le due agenzie dell'Onu, l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) e l’Unicef, il numero di bambini profughi siriani, usciti dai confini del loro paese, avrebbe raggiunto il milione

E' di qualche giorno fa la notizia e le immagini scioccanti dalla Siria di tantissimi cadaveri in fila. Secondo la denuncia dei ribelli siriani (subito smentita da Damasco) sarebbero 1300, uccisi dalle truppe di Assad con il gas nervino in un bombardamento del regime di Bashar el Assad.


LEGGI ANCHE: Conflitto nella striscia di Gaza: è strage di bambini


Tra i corpi c'erano molti bambini, le prime vittime di questo conflitto in Siria entrato ormai nel terzo anno. Ai tanti cadaveri si aggiunge anche il drammatico numero di piccoli rifugiati fuggiti dalla guerra che avrebbe raggiunto la soglia di un milione.

Altri due milioni di bambini siriani avrebbero abbandonato le loro case e si troverebbero sparsi per la Siria. Le due agenzie dell’ONU, l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) e l’Unicef hanno definito la situazione come “una vergognosa pietra miliare” del conflitto siriano. Secondo le stime delle due agenzie ONU i bambini rappresenterebbero circa la metà di tutti i rifugiati siriani, e la maggior parte di loro avrebbero meno di 11 anni. Molti dei bambini scappati dalla Siria si trovano ora in Libano, Giordania, Turchia, Iraq ed Egitto, e sempre più siriani hanno iniziato ad andare in Nord Africa ed Europa.


LEGGI ANCHE: Notizie di cronaca sui bambini


Le risorse di UNHCR e Unicef sono però molto limitate rispetto alla situazione di emergenza in Siria, e questo si riflette anche sulla capacità dell’ONU di prestare assistenza. Si tratta di bambini che avrebbero bisogno prima di tutto di aiuto e sostegno psicologico, ma purtroppo non è sempre semplice intervenire. E dei tanti rifugiati, solo 118 mila hanno potuto ricevere una qualche forma di istruzione e solo un quinto ha ricevuto un'assistenza e consulenza psicologica.

I bambini e minorenni rifugiati sono inoltre esposti a minacce quali il

lavoro forzato, il matrimonio precoce e lo sfruttamento sessuale

. Come spesso accade è l'infanzia a pagare il prezzo più alto!

gpt inread-altre-0