Home Il bambino Notizie di cronaca

Maltrattamenti all'asilo a Bologna: scoperti dalle telecamere

di Emanuela Cerri - 13.01.2011 Scrivici

L'inchiesta è stata messa in moto dalle denunce dei genitori di tre bambini, che avevano riferito di essere stati rinchiusi in uno sgabuzzino e che uno dei tre era stato legato ad una sedia con lo scotch dalle maestre

Ancora indignazione, ancora rabbia, ancora orrore e maltrattamenti, consumati su bambini inermi e innocenti da parte di maestre 'orche' che non sono degne della professione che dicevano di svolgere. Questa volta siamo a Bologna, un'altra civilissima e ricca città del nord, dove, tra le mura colorate di un asilo si consumavano maltrattamenti su bambini di quattro anni, tutti documentati da riprese video.
A incastrare le due insegnanti, alle quali l'avviso di fine indagine è stato notificato nello scorso dicembre, sono state le telecamere nascoste nella scuola dai carabinieri. Il 16 novembre una delle due maestre indagate della materna comunale Manzini, R.S., «scuoteva energicamente» un bimbo di quattro anni «quindi lo afferrava per le guance e lo faceva sedere violentemente». L'indomani l'altra maestra, L.G., «tirava con la forza per la maglia» lo stesso bambino. Il 19 L.G. «trascinava per la maglia, spingendolo a sedere» un altro bambino di quattro anni anni. Il 22 sempre L.G. «sollevava da terra un bambina - ancora non identificata - che durante l'ora del pasto si rifiutava di mangiare o

bad-teachercomunque mangiava troppo lentamente, quindi tenendola per la maglia la isolava dal resto della classe ponendola in punizione dietro una colonna e apostrofandola con l'espressione 'brutta mostra».
E ancora il 25 novembre la maestra R.S. colpiva il primo bambino di quattro anni con due energici schiaffi e il 29 con un calcio.

Dalle terribili scene riprese dalle telecamere si vede che i bambini, giustamente, piangono terrorizzati. Il 25 novembre una delle maestre, riferisce il brogliaccio dei carabinieri, «improvvisamente si alza e si avvicina ad un bambino sferrando due energici schiaffi sul capo, lo rimprovera e prendendolo per mano lo fa sedere al suo fianco, per poi mimare il gesto compiuto con un'altra bambina che si trova di fronte». Il bambino piange tutto il tempo. Nel video del 29 «si osservano i bambini giocare, uno di loro gioca sdraiato sul pavimento. Ad un tratto una delle maestre entra nell'inquadratura si avvicina al bambino che alza il busto da terra rimanendo con le ginocchia piegate, attendendo l'arrivo della maestra. La donna sferra un calcio con la pianta del piede al piccolo spingendolo, probabilmente sul petto del bambino, il quale cade a terra portandosi le mani al petto. La maestra copre il bambino nel momento in cui sferra il calcio, per cui non è possibile stabilire se il calcio lo abbia dato sul petto o al volto. La scena prosegue con la maestra che pronuncia qualche parola poi si allontana. Una bimba si avvicina al compagno come per sincerarsi come stesse».
L'inchiesta era stata messa in moto dalle denunce dei genitori di tre bambini, che avevano riferito anche di essere stati rinchiusi per punizione in uno sgabuzzino e che uno dei tre era stato legato ad una sedia con lo scotch dalle maestre

gpt inread-altre-0