Home Il bambino Notizie di cronaca

Circoncisione: perchè la si pratica?

di Emanuela Cerri - 25.10.2013 Scrivici

neonati15
Nella cronaca sono vari i casi di bambini neonati morti in seguito ad una circoncisione casalinga fatta per motivi religiosi, ma a cosa serve realmente questa pratica, dove si svolge e chi vi si deve sottoporre?

La cronaca è piena, purtroppo di casi di bambini morti per una circoncisione fatta male. A Bari, qualche anno fa, un bambino di due mesi e mezzo, di origini spagnole e figlio di una donna nigeriana di 24 anni, è morto al pronto soccorso del Policlinico di Bari, dopo essere stato portato d’urgenza da un mezzo del 118. Il piccolo è morto dissanguato. Sembra che il piccolo presentasse una circoncisione al glande.


 La circoncisione nel bambini è pericolosa?


In quel caso la polizia ha arrestato un nigeriano con l'accusa di aver praticato, senza le necessarie conoscenze mediche, la circoncisione che ha ucciso il piccolo connazionale di 2 mesi. Sono state invece denunciate a piede libero la madre e una sua amica, proprietaria della casa in cui si sono svolti i fatti. L'uomo fermato si chiamava Eghaghe Eraborebi ed era un clandestino nigeriano di 28 anni, che nel suo paese lavorava come cacciatore. Secondo la sua versione dei fatti, la madre della vittima gli avrebbe offerto 100 euro per praticare l'intervento, in un contesto privo delle più normali norme igeniche, utilizzando una lametta da barba come bisturi e dell'olio di palma e cocco come disinfettante.

Quando la madre si è insospettita di fronte alla fuoriuscita di sangue, il nigeriano ha proseguito affermando che era "tutto normale", intascando così il compenso pattuito di 100 euro. Solo dopo svariate ore il piccolo è stato portato in una vicina farmacia. E' stato proprio il titolare dell'attività a chiamare il 118 intorno alle 4 di notte. La corsa verso il Policlinico di Bari si è rivelata però inutile.





Anche a Treviso c'è stato un caso di un bambino nigeriano di appena due mesi, Evidence Obosee Prince Aseh, morto per un'emorragia causata da una circoncisione il giorno dopo l'intervento praticato da una donna nigeriana di 43 anni, indagata per omicidio preterintenzionale, reato per cui sono stati indagati anche i genitori, ed esercizio abusivo della professione medica. Agli investigatori avrebbe detto di aver praticato molte circoncisioni rituali.

Riallacciandoci a queste terribili vicenda, proviamo a far luce su una pratica che forse molti conoscono solo per sentito dire, ma che invece è diffusissima sia per motivi religiosi che medici che di carattere igienico e viene praticata sia su neonati che su uomini adulti

Cos'e' la circoncisione 
La circoncisione è un  piccolo intervento chirurgico che rimuove il prepuzio totalmente o parzialmente, determinando quindi la scopertura (totale o parziale)  permanente del glande. Il prepuzio è infatti la pelle che normalmente ricopre il glande quando il pene non e' in erezione. Spesso  insieme alla circoncisione vera e propria viene contestualmente eseguita anche la frenuloctomia cioè la rimozione del frenulo o il suo prolungamento. E' un intervento che in genere viene eseguito in day-hospital cioè senza necessita' di ricovero, può essere svolto ambulatoriamente.
In Italia  non e' diffuso il rito della circoncisione per motivi religiosi  o culturali e la maggioranza delle operazioni sono effettuate come cura medica alla fimosi (congenita o acquisita) e al frenulo corto. Sebbene sia effettuata in genere in giovane età la circoncisione puo' essere fatta anche da adulti. 
 


Maschietti e igiene del pisellino, cosa fare e cosa no



Un pò di storia 
Nota fin dai tempi degli antichi egizi la circoncisione e' praticata  nel mondo in modo non uniforme  con una diffusione influenzata da fattori culturali  e religiosi. Per i musulmani la circoncisione ha un significato simbolico di purificazione spirituale e viene praticata sui bambini dai 5 ai 10 anni.
Negli Usa viene praticata nei primi giorni di vita degli infanti. Gli ebrei circoncidono i propri bambini all'ottavo giorno di vita, nell'immaginario collettivo europeo è di frequente ricollegata alla cultura ebraica. Se ne parla anche nella Bibbia: Gesù stesso, secondo quanto riportato, venne circonciso ritualmente. In U.S.A. la diffusione della circoncisione è cresciuta enormemente a partire dal 1900 , attualmente la maggioranza degli statunitensi maschi  è circoncisa, in alcuni stati degli USA il 90% dei bambini vengono circoncisi da piccolissimi. In questo caso non è la religione ad aver alimentato la diffusione della circoncisione ma piuttosto il diffondersi tra medici  e genitori della convinzione degli effetti benefici di tale pratica sulla futura salute del figlio.  

In alcune religioni è prevista dal codice di comportamento: forse nell'antichità le infezioni all'apparato urinario erano frequenti (e forse endemiche in alcune particolari popolazioni) e, per prevenirle, si arrivò a incorporare questa tecnica nelle norme religiose. Tra i significati più diffusi ricordiamo:
- sacrificio religioso o segno di appartenenza ad un gruppo religioso. In questo senso è in uso presso le comunità ebraica.
- segno di passaggio all'età adulta
- rituale magico di aumento della virilità
- intervento di ispirazione culturale sul piacere sessuale, per sopprimerlo o aumentarlo
- richiamo erotico degli uomini nei confronti delle donne
- scoraggiamento della masturbazione nei periodi storici e nelle culture in cui questa era particolarmente proibita
- castrazione simbolica
- dimostrazione della capacità di resistere al dolore
- come risposta maschile alle mestruazioni o al taglio dell'imene nelle donne
- ausilio igienico laddove una detersione del glande non fosse possibile regolarmente


 L'igiene del neonato in semplici mosse


Circoncisione Neonatale 
Se ci sono pochi dubbi sull'utilita' di un intervento di circoncisione su un individuo adulto con fimosi, esistono invece correnti di pensiero opposte riguardo l'opportunita' di circoncidere i neonati sin dai primi giorni  o mesi di vita. I conservatori si oppongono poiche' non giustificata da alcun evidente vantaggio e perche' rivendicano l'importanza del prepuzio nel proteggere il glande da irritazioni e infezioni durante l'infanzia. Gli interventisti invece adducono a sostegno dell'intervento precoce, studi sulla prevenzione di malattie veneree, migliore igiene, prevenzione delle infezioni urinarie. Ultimamente sono stati pubblicati studi sul ruolo della circoncisione nel prevenire la diffusione dell'Aids.

gpt inread-altre-0