Home Il bambino Notizie di cronaca

Bimba nasce dallo sperma del padre congelato 22 anni prima

di Redazione PianetaMamma - 20.04.2009 Scrivici

Stella Biblis è il nome di una neonata che potremmo senza mezzi termini definire come un miracolo. E’ nata negli Stati Uniti grazie alla crioconservazione, l’ibernazione in azoto liquido dello sperma del padre congelato 22 anni fa

La notizia che sto per raccontarvi sembra fantascienza ma invece è realmente accaduta. Stella Biblis è il nome di una neonata che potremmo senza mezzi termini definire come un miracolo. E’ nata negli Stati Uniti grazie alla crioconservazione, l’ibernazione in azoto liquido dello sperma del padre congelato 22 anni fa.

Facciamo un passo indietro e torniamo al 1986, quando a Chris Biblis un giovane di appena 16 anni venne diagnosticata una malattia terribile, la leucemia. Poiché la malattia lo costrinse a lunghe cure, tra cui una radioterapia che lo rese sterile, la madre del ragazzo disperata al pensiero di non poter diventare nonna fece espressa richiesta affinché il seme del figlio venisse congelato (in molti lo considerarono un gesto disperato).
Tre anni dopo venne dichiarato guarito.

Secondo i medici che hanno effettuato la fecondazione in provetta si tratta di un caso da Guinness per l’arco di tempo in cui lo sperma è rimasto congelato prima dell’uso. Nel giugno del 2008 lo sperma del ragazzo è stato scongelato in una clinica americana per la fertilità ed è stato usato per fecondare un ovulo della moglie di Chris, Melodie. Così, lo scorso marzo è nata la piccola Stella che gode di ottima salute.

Senza dubbio la scienza in questo caso ha compiuto passi da gigante. Pensate solo al fatto che la procedura usata per far nascere Stella non esisteva quando lo sperma del papà fu congelato. Il metodo dell'iniezione di sperma intracitoplasmica che permette di selezionare una cellula di sperma sana e inserirla in un ovulo in laboratorio venne testato per la prima volta con successo solo nel 1992.

Secondo voi, il gesto fatto da Chris a soli 16 anni è stato impulsivo?

Martina Braganti

gpt inread-altre-0