Home Il bambino Notizie di cronaca

Aborto a 22 settimane: dopo il feto respirava ancora

di Redazione PianetaMamma - 26.04.2010 Scrivici

È morto il feto di 22 settimane sopravvissuto ad un intervento per l'interruzione di gravidanza compiuto nell'ospedale di Rossarno. La donna aveva abortito perchè il feto era malformato

È morto il feto di 22 settimane sopravvissuto ad un intervento per l'interruzione di gravidanza compiuto nell'ospedale di Rossarno, in Calabria. La donna aveva abortito perchè il

feto era malformato.

Il feto di 22 settimane ha continuato a vivere anche dopo diverse ore dall'espulsione, nonostante fosse stato sistemato in un fagottino senza ricevere cure e assistenza. È stato il cappellano dell'ospedale ad accorgersi che respirava ancora, quando si è avvicinato per pregare. Il feto era affetto da una malformazione, per questo la famiglia aveva deciso per l'interruzione di gravidanza.

Dopo la scoperta il corpicino era stato trasferito nell'ospedale di Cosenza dove i sanitari, secondo quanto si è appreso, hanno tentato di tenerlo in vita con una serie di cure e interventi medici ma non c'è stato nulla da fare. Gli agenti del commissariato di Rossano hanno già acquisito la cartella clinica e nelle prossime ore saranno sentiti i medici che hanno effettuato l'intervento di interruzione di gravidanza e soprattutto il personale medico, che avrebbe dovuto accertarsi del decesso subito dopo l'interruzione di gravidanza

gpt inread-altre-0