gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-bambino-0
1 5

I ragazzi delle scuole medie di San Donà a rischio scoliosi ed ernia

I genitori di San Donà, in provincia di Venezia, protestano per l'eccessivo peso degli zainetti scolastici che i ragazzini delle scuole medie sono costretti a portare sulle spalle

Zaini scolastici troppo pesanti

Genitori in rivolta a San Donà in provincia di Venezia. Mamme e papà dei ragazzi delle medie protestano perché i propri figli ogni giorno devono portare il peso di uno zaino che varia dai 9,5 agli 11,5 Kg. Cresce la preoccupazione per i rischi di scoliosi e ernie che i ragazzi potrebbero accusare in futuro.

Come scegliere lo zaino per la scuola

Con il tempo pieno e le tante attività da seguire, nello zaino entrano decine di manuali e vocabolari a seconda dei giorni. Come leggiamo sul quotidiano La Nuova Venezia i ragazzini devono sopportare sulle spalle un peso di oltre 9 chili.

Non lo accettiamo più - spiegano un papà e una mamma all’uscita da scuola - perché non è possibile che ogni professore tutti i giorni esiga che siano portati i libri delle sue materie, tutti senza eccezione, a volte anche due. Lo zaino è troppo pesante e lo abbiamo pesato per avere le prove.

In molti fanno presente che ci sono delle direttive ministeriali che troppo spesso non vengono rispettate. Vi riportiamo di seguito una parte della direttiva Ministeriale in merito al peso degli zainetti scolastici:

Il peso dello zaino non deve superare un “range” tra il 10 e il 15% del peso corporeo. E dobbiamo considerare anche altre variabili di rilievo quali la massa muscolare dello studente, la struttura scheletrica, il tempo e lo spazio di percorrenza con il carico dello zaino sulle spalle: vanno valutate caso per caso. E per una proficua prevenzione delle rachialgie in età preadolescenziale e adolescenziale è necessario inserire la corretta gestione del peso dello zaino all’interno di una più ampia educazione alla salute e alla promozione di corretti stili di vita. Sono concetti semplici che vanno tenuti in considerazione.

Il Ministero della Salute aveva inoltre invitato docenti e case editrici a un'educazione all'essenzialità organizzativa del corredo scolastico:

[…] da studi pubblicati risulta esistere una discreta variabilità sul peso trasportato da diversi studenti della stessa classe: questo implica una necessaria educazione all’essenzialità organizzativa del corredo scolastico da parte dei docenti e un maggior impegno in materia da parte delle case editrici di testi scolastici. Le conclusioni di tali raccomandazione che si ritiene utile portare alla conoscenza delle SS.LL. indicano che lo zaino pesa spesso più di quanto dovrebbe con il superamento dei limiti consigliati, che il peso eccessivo è causa di disagio fisico, che influisce sulla postura, sull’equilibrio, sulla deambulazione, anche se non sembra ancora scientificamente provato che influisca in maniera determinante su deformità vertebrali, mentre ci sono aspetti, quali ad esempio le rachialgie dell’età evolutiva, che meritano ulteriori approfondimenti. Infine si sottolinea l’importanza del fatto che lo zaino venga indossato in maniera corretta, facendo sì che il carico venga ripartito simmetricamente sul dorso e non su un solo lato: un carico asimmetrico comporta come noto carico aumentato per il rachide in atteggiamento posturale non fisiologico.

Ricordiamo inoltre che ad agosto, in previsione del ritorno a scuola a settembre, il parlamentare umbro Emanuele Prisco aveva indirizzato una lettera al Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti per lamentare l'eccessivo peso degli zaini scolastici dei bambini delle scuole elementari, medie e superiori.

Tra pochissimi giorni riapriranno le scuole – spiega l’esponente di Fratelli d’Italia a Montecitorio – e anche quest’anno corriamo il rischio di vedere ragazzini che si portano sulle spalle zainetti che possono pesare anche dieci chili. E in quell'occasione il parlamentare aveva suggerito di intervenire adottando testi digitali contenenti il materiale didattico come avviene in diversi paesi europei

 

gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0