Home Il bambino Nido, asilo e scuola

Scuola e taglio agli organici: a rischio gli insegnanti di sostegno

di Monica De Chirico - 12.06.2013 Scrivici

Nonostante la scuola sia finita, le proteste degli istituti di Roma non chiudono per ferie. Tagli agli organici in aumento e saranno soprattutto i disabili ad essere lasciati senza sostegno

Nonostante la scuola sia finita, le proteste degli istituti di Roma non chiudono per ferie. I tagli agli organici sono sempre più rilevanti, nonostante il netto aumento di alunni iscritti. A farne le spese sono soprattutto i ragazzi che rientreranno a settembre in classi stracolme, a causa di mancanza di docenti.


LEGGI ANCHE: Orca, il cane baby-sitter che aiuta una mamma disabile


E il dato più allarmante è che saranno soprattutto i disabili ad essere lasciati senza sostegno. "Una vergogna – denuncia Domenico Montuori del Coordinamento delle scuole elementari di Roma – giovedì saremo al Ministero di viale Trastevere per un presidio-merenda attrezzati con fischietti, cucchiai di legno, coperchi e strumenti musicali. Chiediamo di essere ascoltati". Analizzando i dati, forniti dal coordinamento classe per classe, il risultato dei tagli è impressionante: nelle scuole elementari di Roma e provincia gli alunni diversamente abili iscritti all’anno scolastico 2013-14 saranno 7.302 e i docenti di sostegno 1.989, con un rapporto di quasi un insegnante ogni 4 alunni. La stessa situazione preoccupante interessa anche le scuole medie

gpt inread-altre-0

articoli correlati