Home Il bambino Nido, asilo e scuola

Professori aggrediti e poco rispettati: di chi è la colpa?

di Francesca Capriati - 02.11.2011 Scrivici

asil2o
L'ultimo caso a Ercolano: un'insegnante finisce in ospedale dopo aver subito un'aggressione da parte dei genitori di un suo ex alunno

Botte e minacce all’insegnante. Purtroppo lo leggiamo sempre più spesso sui giornali e l’ultimo caso risale a pochi giorni fa. In una scuola media di Ercolano un insegnante di sostegno, in forze alla scuola da ben quindici anni, è finita in ospedale con una prognosi di dieci giorni dopo aver subito l’aggressione da parte dai genitori di un suo ex alunno.

LEGGI ANCHE: Come affrontare un dialogo con l'insegnante di tuo figlio

L’insegnante aveva fatto, lo scorso aprile, una segnalazione al commissariato di zona perché il ragazzo si era introdotto nella scuola con uno stratagemma e amoreggiava nei corridoi con una compagna; di fronte al rimprovero dell’insegnate il giovane aveva reagito con minacce e insulti e così la donna aveva deciso di  segnalare il fatto.

I genitori del ragazzo sono stati quindi convocati dal Tribunale dei Minori e hanno deciso di prendersela con l’insegnante con botte e minacce e colpendola con un pugno che le ha causato la slogatura della mandibola.

LEGGI ANCHE: Cosa ha fatto? E' soltanto un bambino

Un caso assurdo che serve a riproporre il tema scottante del rispetto che i bambini e glia adolescenti devono portare ai propri insegnanti. Rispetto che deve essere insegnato dai genitori stessi.

Se in famiglia i genitori non riconoscono l’autorità dell’istituzione scolastica e di chi ci lavora è altamente probabile che anche i figli non sentano questo rispetto e credano di poter essere al di sopra delle regole condivise della scuola e della società civile.

gpt inread-altre-0