Home Il bambino Nido, asilo e scuola

Primi giorni di scuola: i consigli del pediatra

di Redazione PianetaMamma - 25.08.2013 Scrivici

bambina-prima-di-andare-a-scuola
Sì al telefono cellulare nello zainetto, senza dimenticare qualche piccolo accorgimento per aiutare i bambini a vivere il distacco

Sì al telefono cellulare nello zainetto dei bambini, anche di quelli di tre anni. E' il consiglio del pediatra Italo Farnetani, docente a contratto dell’Università di Milano-Bicocca, alla vigilia dell'inizio del nuovo anno scolastico.

"In questo modo i bambini porteranno con loro un pezzo di casa, e sapranno di poter parlare con la mamma per sentirsi più sicuri, magari con l'aiuto della maestra", spiega il pediatra.


LEGGI ANCHE: Primo giorno di scuola: come affrontarlo


Ma come si possono aiutare i piccoli (e le mamme) nella fase del distacco? Il pediatra non ha dubbi. Spesso la difficoltà è da ascrivere principalmente alle mamme che vivono l'inizio della scuola con senso di colpa e dispiacere. Invece non dovrebbero provare questi sentimenti: a tre anni i bambini, soprattutto quelli di oggi, estremamente svegli e curiosi, hanno bisogno di socializzare con i loro coetanei e, a dispetto dei primi giorni di malinconia, l'esperienza dell'asilo si rivelerà formativa e molto importante.



Portare con sè un pezzetto di casa propria può aiutare i bambini più malinconici e restii alla separazione dalla mamma.
Qualche esempio? Mettere nello zainetto una merenda fatta in casa dalla mamma o dalla nonna (anche se in molte scuole portare la merenda è vietato) oppure un giocattolino al quale il piccolo è molto affezionato.


LEGGI ANCHE: Come affrontare il cambio di scuola con serenità

come-affrontare-primo-giorno-di-scuola

Il pediatra precisa che qualche momento di malinconia nei primi giorni è del tutto normale, generalmente il problema si risolve nell'arco di pocho tempo, ma se non dovesse accadere e se il bambino dovesse continuare a vivere il distacco con pianti e sofferenza meglio aiutarlo e chiedere consiglio alle maestre e al pediatra.

gpt inread-altre-0

articoli correlati