Home Il bambino Nido, asilo e scuola

Mario Lodi, lo ricordiamo nel Centenario della sua nascita

di Francesca Capriati - 17.02.2022 Scrivici

mario-lodi-centenario
Fonte: shutterstock
Mario Lodi centenario: 100 anni fa nasceva il grande maestro, pedagogista e scrittore Mario Lodi. L'insegnamento, i libri, la Costituzione

Mario Lodi centenario

Il 17 febbraio è il Centenario della nascita del grande pedagogista Mario Lodi, un maestro rivoluzionario autore di più di trenta libri per bambini e ragazzi.

In questo articolo

Chi era Mario Lodi

Mario Lodi divenne maestro di ruolo nel 1948 a San Giovanni in Croce, all'indomani della Seconda Guerra Mondiale, e nel 1965 ottiene il trasferimento nel suo paese natale: Vho di Piadena dove è rimasto ad insegnare per ventidue anni.

La sua filosofia

Amava dire che era lui ad imparare dai bambini. Li ascoltava. A scuola Lodi ridisegnò i metodi pedagogici coinvolgendo direttamente i bambini con il testo libero, il giornalino a scuola, il calcolo vivente, le attività espressive come pittura e teatro, la scrittura di storie e di veri e propri libri (alcuni suoi libri sono stati scritti da Lodi e i suoi alunni).

Mario Lodi costruì una scuola nella quale non era l'allievo a dover ascoltare passivamente l'insegnante. Era una scuola dove la distanza tra cattedra e banchi veniva annullata, dove i bambini erano parte integrante e attiva del processo di apprendimento, dove insieme si lavorava per risolvere problemi e crescere.

Nei ricordi di chi lo ha conosciuto e ha lavorato con lui c'è l'immagine di un maestro, un uomo, che aveva come unità di misura per la vita la modestia, che detestava la guerra e che lavorava per la pace. Non tollerava la deriva verso al quale stava andando (e ancora va speditamente) la scuola - diventata solo nozionistica - e la società intera che non tutela i bambini dalle paure, dagli orrori.

Come ricorda Daniele Novara, che fu di Lodi grande amico, diceva:

Io non so perché i libri di storia sono tutti una vicenda di guerra e di pace. E invece non si descrive la funzione che ha avuto il pensiero nonviolento da Gandhi a Luther King, a Tolstoj

La Costituzione

Perché ricordiamo Mario Lodi come il maestro della Costituzione? Nel 1983 nacque A&B, un giornale interamente scritto e illustrato dai bambini che, in qualità di cittadini, hanno il diritto costituzionale di esprimersi e di comunicare.

Qualche anno dopo A&B divenne Il Giornale dei Bambini e diversi comuni chiesero al maestro di riscrivere la Carta Costituzionale italiana in una versione adatta ai bambini. Nel 1988 vide la luce La Costituzione. La legge degli italiani riscritta per i bambini, per i giovani…per tutti.

Gli eventi per il centenario

Tante le iniziative in programma oggi, come ad esempio:

  • l'incontro online alle 10,30 dal titolo "Silenzio! Parlano i bambini" (pagina Facebook di "Con i Bambini" e sul sito Conibambini.org)
  • l'inaugurazione ufficiale delle manifestazioni con l'intervento del ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi alle 17 (pagina Facebook e YouTube della Casa delle Arti e del Gioco – Mario Lodi e sul sito Centenariomariolodi.it dove si trovano anche altre iniziative).

I libri

Se pensiamo a Mario Lodi ci viene in mente subito Cipì, il suo libro più celebre, ma Mario Lodi ha scritto più di 30 libri per bambini e ragazzi. Eccone alcuni.

Cipì

La storia di Cipì, il passero curioso e coraggioso che scopre il mondo, diventa amico del sole e di un fiore, sopravvive agli attacchi del gatto e dell'uomo e smaschera infine un pericoloso incantatore, è una storia che accompagna da oltre cinquant'anni intere generazioni di bambini. È nato da un dialogo con gli alunni in un'aula di scuola, osservando il mondo dalla finestra, senza buonismi ma senza dimenticare che valori come l'amicizia, la speranza e la libertà si possono trovare ovunque

Il Mistero del Cane

Si tratta di un racconto autobiografico di Mario Lodi, ambientato in un passato rurale in cui i bambini portavano i calzoni corti, racconta l'intesa fra bambini e animali, che travalica a volte le norme imposte dalla logica degli adulti. La notte di Natale due fratellini trovano in un fosso un cane ferito: è stato investito e respira appena. L'amico Paolino offre al cane un riparo nella stalla di casa, ma lo zio veterinario della piccola Rossella scuote la testa: l'animale è conciato male, probabilmente non passerà la notte.

I bambini sperano in un miracolo..

Paura della notte

Quel giorno il sole aveva fatto davvero un bel lavoro e si preparava a tramontare dietro le solite montagne. - Non andare via! - sentì gridare - Se vai via ho paura! Un piccolo, tenero racconto per affrontare i mostri che si affacciano, a volte, quando la luce si spegne ed è l'ora di dormire.

**Contenuto sponsorizzato: PianetaMamma.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, PianetaMamma.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificate disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati***

gpt inread-altre-0
Continua a leggere

articoli correlati