Home Il bambino Nido, asilo e scuola

In Svezia un asilo senza differenze di genere

di Francesca Capriati - 01.07.2011 Scrivici

bicchieri-scambiati
L'asilo Egalia si propone di far crescere i bambini senza un'identità di genere sovraimposta

In Svezia c’è un asilo molto richiesto dai genitori dove la lista di attesa è lunga e scoraggiante.
Si tratta dell'asilo Egalia, che si trova nel distretto di Sodermalm a sud di Stoccolma, che ospita solo trentatre bambini e ha una grande particolarità: sono state del tutto abolite le differenze di genere.
Innanzitutto i bambini non vengono più chiamati con pronomi di genere ma con il neutro “hen” . Quindi nessun bambino o bambina ma semplicemente “amici”.

A raccontare dell’esistenza di questo asilo è stata recentemente la scrittrice Elena Loewenthal su La Stampa: l’asilo ha un progetto davvero innovativo (e già il nome la dice tutta: Egalia vuol dire Uguaglianza).
Far crescere i bambini senza alcun distinzione di genere predeterminata ma lasciandoli liberi di essere ciò che vogliono.

La finalità del progetto si materializza anche nella didattica quotidiana: nessuna fiaba classica dove il maschio sta “da una parte e le femmine dall’altra”, ma fiabe che vedono due giraffe maschi desiderosi di adottare un giraffino e alla fine invece accolgono un uovo di coccodrillo, nessun gioco per maschio e gioco per femmine, ma tanti giochi indifferenziati ai quali possono avere accesso, indistintamente sia i maschietti che le femminucce.

gpt inread-altre-0

articoli correlati