Home Il bambino Nido, asilo e scuola

Fuoriclasse, il progetto per evitare l'abbandono scolastico

di Barbara Leone - 22.11.2012 Scrivici

e-depresso
L'abbandono scolastico è un problema molto sentito, soprattutto nel Sud Italia, ed allora ecco il progetto che porta i bambini ed i ragazzi fuori dalle scuole alla scoperta della natura

Per combattere l'abbandono scolastico, in Calabria è stato avviato il progetto "Fuoriclasse". 500 bambini di quarta elementare e di seconda media vengono portati a fare dei campi scuola, insieme ai loro insegnanti, sulla Sila. Un modo per farli entrare in contatto con la natura e per cercare di farli sentire più integrati all'interno del mondo scolastico ed evitare che lascino la scuola troppo presto.



LEGGI ANCHE: E' giusto insegnare ai bambini a leggere e scrivere prima delle elementari?



In Calabria il tasso di dispersione scolastica è molto alto. Anche più alto di quello nazionale del 16,2%. E così è partito il progetto con l'obiettivo di dare la possibilità ai bambini di respirare aria pulita per 3 giorni e di tornare sui banchi "rinforzati dalla volontà di star bene insieme a scuola" e di non abbandonarla.

Un progetto che continuerà per tutto l'anno scolastico: i bambini potranno lavorare insieme agli altri compagni alle tematiche che riguardano la natura. Il progetto è stato ideato da Save the Children, in collaborazione con Libera, il coordinamento delle associazioni contro le mafie.







Un progetto che sembra piacere molto anche ai bambini, come racconta Gabriele: "Il viaggio fra la natura delle piante mi è piaciuto, perché certe erano bellissime, certe facevano capire che si può vivere insieme, certe facevano capire quale è il bene e quale è il male". Oppure come dicono Martina e Aurora: "Il seme rappresenta noi che dobbiamo crescere. Il viaggio è molto lungo ma siamo in compagnia".



LEGGI ANCHE: Perché mandiamo ancora i nostri figli a scuola?



Secondo i dati del Centro giustizia minorile di Catanzaro, la maggior parte dei minori con la fedina penale sporca non hanno nemmeno preso il diploma di terza media. E' quindi molto importante questo progetto per cercare di "strapparli" dalla strada e per fargli capire che con l'istruzione possono aspirare a molto altro e a un futuro migliore. E qualcuno l'ha già capito, come Gabriele che dice di voler diventare scienziato "per scoprire cose nuove, per salvarci dai pericoli".

gpt inread-altre-0