Nostrofiglio.it
1 5

Consigli alimentari contro lo stress da Back to School

/pictures/2019/09/12/consigli-alimentari-contro-lo-stres-da-back-to-school-1103718502[984]x[411]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-bambino
Un gruppo di esperti stila un decalogo per combattere lo stress del ritorno a scuola partendo dalla tavola

Consigli alimentari contro lo stress da Back to School

Quattro ragazzi su dieci sono stressati in questa delicata fase del Back To School. Secondo una ricerca americana della NBC il 36% dei ragazzi dichiara di avere livelli elevati di stress durante il mese di settembre e i genitori non sempre riescono ad aiutare i figli a gestire al meglio queste difficoltà durante il ritorno a scuola: il 65% ammette che i loro bambini saltano completamente la colazione e il 74% ritiene difficoltoso sensibilizzarli a un regime alimentare sano ed equilibrato.

Da qui l'importanza di aiutare i ragazzi e i bambini a non saltare mai la prima colazione, ritenuta da tutti gli esperti e nutrizionisti il pasto più importante della giornata e a fare spuntini sani e leggeri per combattere la fame.

Il primo giorno di scuola

Uno studio condotto da Espresso Communication per Vitavigor su oltre 50 testate internazionali ha coinvolto un gruppo di esperti per scoprire le migliori abitudini alimentari per i ragazzi.

La regola fondamentale è quella di non saltare i pasti, dando soprattutto il giusto valore alla colazione e agli spuntini. La prima, perché consente al bambino di iniziare la giornata con l’energia necessaria. Latte, yogurt, biscotti secchi, cereali integrali e marmellata sono tra i cibi da preferite. Le merende consentono invece di evitare possibili cali energetici responsabili di fiacchezza e deficit dell’attenzione che si possono verificare a metà mattina e metà pomeriggio. In questo caso si potrà ricorrere ad una merenda pratica ma sempre gustosa come una macedonia, pane con marmellata o pomodoro, frutta secca, grissini

spiega la dottoressa Valentina Schirò, biologa nutrizionista e specialista in Scienza dell’Alimentazione.

Dello stesso pensiero è il dott. Luca Piretta, gastroenterologo e nutrizionista presso l'Università Campus Biomedico di Roma:

Il rientro a scuola può risultare un momento traumatico non solo per la necessità di dover recuperare orari regolari e abitudini ma anche perché i ragazzi si trovano a dover affrontare lo stress delle preoccupazioni e delle responsabilità dell'inizio scolastico. Per questo l'alimentazione svolge un ruolo doppiamente cruciale: da una parte deve coprire il fabbisogno energetico dei nuovi impegni ed equilibrare gli stravizi estivi, dall'altra deve gratificare la psiche e il gusto dello studente. Ecco quindi che le scelte alimentari devono riguardare la presenza di carboidrati, proteine, fibre e vitamine. Pertanto i pranzi principali devono comprendere pasta, riso (meglio se integrali), pesce, uova e tanta verdura (pomodori, melanzane, zucchine), mentre la colazione e gli spuntini devono apportare latte e derivati. In questo caso sono consigliati frutta, pane o grissini per accompagnare con gusto formaggio o affettato

Ritorno a scuola, cosa fare

Ecco infine i consigli degli esperti per alleviare lo stress del “back to school” e migliorare la concentrazione dei ragazzi:

  1. Mai saltare la colazione: si tratta del pasto più importante della giornata e permette di affrontare con la giusta dose di energia le ore sui banchi di scuola.
  2. Evitare bevande zuccherate e alimenti ricchi di grassi saturi: sono difficili da smaltire e appesantiscono il corpo, rappresentando uno dei fattori principali di obesità infantile.
  3. Sì agli spuntini di mezza mattinata: permettono di combattere gli attacchi di fame prima del pranzo e alleviare il calo di attenzione che si verifica a metà mattinata.
  4. Attenzione alle calorie: snack con un apporto calorico superiore al 10% del fabbisogno giornaliero possono peggiorare la salute, in particolare dei bambini, esponendoli al rischio di obesità.
  5. Non dimenticare frutta e verdura a pranzo e a cena: alimenti imprescindibili di ogni dieta grazie alla presenza di micronutrienti, minerali e vitamine fondamentali.
  6. L'importanza dell'idratazione: l’acqua contiene in grandi quantità potassio e magnesio, elementi indispensabili per favorire il corretto funzionamento dell’organismo e alleviare il mal di testa.
  7. Dare il buon esempio: la sensibilizzazione alimentare dovrebbe iniziare a casa e proseguire a scuola, attraverso un lavoro congiunto di genitori e insegnanti.
  8. Ottimi i prodotti integrali: alimenti integrali come pane, grissini e fette biscottate contengono grandi quantità di fibre e sono maggiormente digeribili, ideali per una sana merenda.
  9. Sì all'attività fisica: praticare sport almeno tre volte a settimana e muoversi quotidianamente è fondamentale per combattere la sedentarietà.
  10. Una dieta ricca: stimolare i bambini e i ragazzi a un’alimentazione varia e ricca, evitando così di ricadere nella monotonia.
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0