gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-bambino-0
1 5

È ricominciata la scuola: tutti i tricks per riorganizzare l’armadio in modo intelligente

/pictures/2018/09/14/e-ricominciata-la-scuola-tutti-i-tricks-per-riorganizzare-l-armadio-in-modo-intelligente-694813716[1991]x[829]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-bambino

Consigli di una mamma per avere un armadio ben organizzato per il ritorno a scuola e creare un guardaroba a portata di bambino

Come organizzare l'armadio per il ritorno a scuola

Sembra impossibile, ma la scuola è già ricominciata: non abbiamo ancora finito di fare i conti con l’inizio di luglio e la prospettiva di tutte quelle settimane di vacanza, che già le giornate si accorciano, la sveglia viene spostata mezz’ora prima e si esce con felpa o giubbotto. Le primissime settimane del back-to-school sono notoriamente un po’ caotiche: per molte mamme è anche un sollievo tornare alla routine dopo un’estate passata a fare lo slalom tra nonni, centri estivi e babysitter, quindi sì, in teoria il rientro dovrebbe portare più ordine e meno stress. Ma a volte il fatto stesso di essere costrette a rispettare un programma preciso e scandito, con i mille piccoli-grandi impegni correlati, ci fa sentire sopraffatte. 

La mattina, ad esempio fatichiamo ad arrivare in tempo, e i nostri bambini ci sembrano sempre i più in disordine e peggio equipaggiati. Davanti alla scuola ci capita spesso di registrare con terrore che tutti gli altri hanno la borsa della piscina, perchè sì, oggi c’era nuoto, come abbiamo potuto dimenticarlo? In realtà, riprendere il ritmo è difficile per chiunque, nessuna esclusa! E se siete tra le moltissime che hanno ancora la scarpiera piena di infradito e sandali, e spesso mandate i bambini a scuola in calzoncini corti nonostante l’aria frizzante perchè avete reperito un solo paio di jeans ancora portabile, allora partite con l’organizzazione dell’armadio (con annessi e connessi!) seguendo la nostra guida.

Non dimenticate che ognuno ha il suo incarico 

Prima di iniziare con i tricks per avere un armadio ben organizzato, che aiuta moltissimo a gestire meglio la routine del mattino, è necessario fare una premessa. Durante le vacanze, spesso e giustamente, vige un clima di maggiore rilassatezza. Non ci sono attività da ricordare, orari rigidi, spesso i bambini escono indossando la prima cosa che trovano a bordo del letto o addirittura in costume e infradito! È quindi inevitabile, e sacrosanto, che le regole vengano lasciate da parte e dimenticate. Ora però che c’è di nuovo una rigida tabella di marcia da seguire, non è pensabile, né giusto, né educativo, che voi facciate tutto da sole.

Nello specifico, i bambini, anche piccoli, sono perfettamente in grado di mettere i vestiti sporchi nel cesto della biancheria, provare i capi della mezza stagione per stabilire cosa è troppo stretto e cosa no, piegare il pigiama dopo che lo hanno tolto e metterlo al suo posto, appendere giacche e felpe quando rientrano, etc. etc. Se alla sera vi ritrovate puntualmente a raccogliere calzini e indumenti da terra, o la mattina non trovate la felpa perchè è appallottolata sotto il divano… allora è il caso di intervenire!

Come riporre i capi estivi

A prescindere che siate fan o meno del metodo Kondo, la prima fase della riorganizzazione dell’armadio, soprattutto per quanto riguarda i bambini, passa attraverso al… gettare tutto sul letto e prendersi tempo per esaminare i vari capi. Alcuni capi estivi, come le t-shirt o gli abiti, si possono riutilizzare anche nella mezza stagione, abbinandoli a cardigan e felpe, altri vanno archiviati.

Ci riferiamo ai costumi, ai teli da mare, alle ciabatte e via dicendo: soprattutto se avete dei fratellini più piccoli con cui contate di riutilizzare i capi, è bene investire un po’ di tempo per riporli in modo che si conservino intatti senza rovinarsi. Costumi, teli da mare e in generale tutto ciò che è stato a contatto con l’acqua del mare dovrebbe essere sottoposto, dopo il normale lavaggio, ad un risciacquo con acqua e aceto che elimini del tutto i residui di sale. Ricordate di rimuovere per bene eventuali macchie di oli e creme solari, e di far asciugare perfettamente i capi prima di riporli. Non mettete mai i costumi in sacchetti di plastica, che potrebbero ingiallirli, ma preferite quelli di stoffa. È molto importante anche lavare con cura l’attrezzatura da mare come maschere, pinne, cuffie e occhialini; prima di metterli via, passiamo sempre del borotalco su tutta la superficie.

Cambio di stagione: il check degli abiti primaverili!

Ora, avendo riposto altrove tutti i capi prettamente estivi, facilmente vi accorgerete che… l’armadio è mezzo vuoto! Niente paura: il prossimo step è recuperare tutti gli abiti che i bambini hanno usato in primavera e fare un accurato check di ciò che è ancora utilizzabile e cosa no. Soprattutto se avete più di un figlio è probabile che vi sarete dimenticate di diversi di quei capi, magari acquistati di una misura in più proprio per durare nel tempo, e man mano il guardaroba del back-to-school inizierà a prendere forma. Prendete nota di ciò che manca e iniziate a monitorare eventuali svendite (online e non) di abiti per bambini, per integrare il guardaroba dove necessario.

Come organizzare l'armadio del Back to School

Dopo aver fatto i necessari acquisti, si inizia a ragionare ;-) Ma per far sì che le mattine siano tranquille bisogna organizzare il tutto come si deve. Alcune mamme arrivano a suddividere gli outfit per giorno della settimana, utilizzando apposite etichette da appuntare alle grucce.

In alternativa, può bastare dividere i capi per categorie: pantaloni, gonne, magliette, felpe… Utilizzate divisori per cassetti, box per armadi o qualsiasi cosa vi consenta di organizzare il guardaroba in questo modo, perchè è davvero una piccola-grande svolta. Non solo ogni sera potrete chiedere ai bambini stessi di preparare i vestiti del giorno dopo, pescando dai vari gruppi, ma anche dopo aver fatto il bucato potrete chiedere loro di riporre gli abiti. Ancor più importante è dividere dagli altri i capi destinati alle varie attività. I vestiti da palestra, da nuoto, da danza e via dicendo devono avere una loro speciale collocazione in modo da essere subito reperibili. Idem per quanto riguarda i vestiti un po’ “vissuti” che conserviamo per i pomeriggi al parco o in giardino: teniamoli separati dagli altri se non vogliamo che li indossino per la scuola.

Un guardaroba a portata di bambino

L’obiettivo nel riorganizzare l’armadio del back to school non è certo avere un “guardaroba da Pinterest”, ma semplificarvi la vita, soprattutto perchè in questo modo avrete la possibilità di delegare ai bambini molte delle incombenze che gravano su di voi. Fate in modo che i vari capi siano sempre accessibili e ben organizzati, e incaricate i bambini di mantenere questo ordine, mettendoli in condizione di farlo: appendete ganci per gli zaini, posizionate i contenitori di biancheria e quant’altro alla loro altezza, e fate finta di niente se la t-shirt è stropicciata perchè non è stata riposta come si deve ;-) Buon back-to-school!

gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0