gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
Nostrofiglio.it
gpt skin_web-bambino-0
1 5

A Firenze apre un asilo nel museo

/pictures/2019/01/22/a-firenze-apre-un-asilo-nel-museo-1718611295[968]x[403]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-bambino

L'innovativo progetto dell'asilo nel museo mira ad educare alla bellezza sin dai primi anni di vita

Asilo nel museo

Educare alla bellezza e all'arte sin da piccoli è possibile ed è una delle sfide più antiche della pedagogia. A Firenze sta per partire un progetto sperimentale estremamente interessante: a settembre, infatti, nel museo Marino Marini di Firenze aprirà i battenti un asilo. Si tratterà di una struttura privata aperta a tutti i bambini di età compresa tra 3 e 5 anni. Ci lavoreranno solo educatori specializzati nell'approccio artistico alla pedagogia e i bambini potranno “respirare” arte e bellezza tutti i giorni, mentre  visitatori godranno delle mostre e delle opere esposte negli spazi museali.

L'asilo nel museo è una realtà piuttosto diffusa, e con grande successo, negli Stati uniti e nei paesi del Nord Europa, ma in Italia si tratta di una novità assoluta. Esistono certamente asili che dedicano interi percorsi didattici all'arte, ma nessuno di essi è ospitato all'interno di veri e propri spazi museali.

Musei per bambini in Italia

Nel caso fiorentino, invece, l'asilo, che aprirà i battenti a settembre, verrà ospitato nella grande ala dell'ex convento e nel chiostro, di proprietà del museo e attualmente in fase di ristrutturazione.

Patrizia Asproni, ex presidente della Fondazione Torino musei, dal 2010 alla guida di Confcultura e presidente del Museo Marini, ha spiegato alla stampa che il modello pedagogico di riferimento sarà il "Reggio children approach", il più famoso modello di pedagogia prescolare al mondo, che si focalizza sul bambino e trova il suo principale fondamento nello stimolo alla partecipazione, sull'importanza dell'ambiente educativo. La chiave, in questo caso, sarà la possibilità per i bambini di vivere l'arte dall'interno.

Asproni ha anche chiarito che le rette dell'asilo non saranno proibitive perché c'è tutta l'intenzione di coinvolgere anche le famiglie più svantaggiate oppure i bambini che vivono in periferia e non hanno la possibilità di entrare facilmente in contatto con l'arte e il patrimonio culturale.

La missione alla base di questo progetto è quella di trasmettere alle nuove generazioni non solo il lascito degli artisti del passato ma gli strumenti per utilizzare questo patrimonio per il proprio futuro

ha spiegato Asproni.

Il Museo Marino Marini

Il Museo si trova nel complesso di san Pancrazio a Firenze ed è interamente dedicato all'opera di Marino Marini, uno degli artisti e scultori più importanti del Novecento.

Attualmente l'ambiente museale è strutturato come un susseguirsi di percorsi che sono finalizzati a leggere le opere dell'artista permettendo al visitatore di prestare particolare attenzione alla esasperata tridimensionalità dell’artista pistoiese. Per questo è possibile godere delle esposizioni girando intorno alla scultura e osservarla in prospettive sempre diverse e da numerose angolazioni.

Nel Museo, i visitatori (e i piccoli allievi del futuro asilo) possono scoprire soprattutto i soggetti più ricorrenti dell'opera dello scultore: dal Cavallo e cavaliere fino alla Pomona, la tradizionale figura femminile tondeggiante simbolo di fecondità dal tempo degli etruschi.

gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0